23112014 forza nuova a saronno santuario (2)SARONNO – Con una nota Forza Nuova interviene sui recenti casi di accese discussioni fra cittadini e membri dell’Amministrazione comunale che recentemente hanno avuto luogo in Municipio e il supermercato di via I Maggio.

Il responsabile locale e candidato sindaco Russo Federico dichiara:”La volontà di espormi nasce dal fatto che diversi organi di informazione locale hanno omesso dai loro articoli alcuni elementi fondamentali ad un giudizio obiettivo sulle vicende. Non credo un “peccato veniale” dei cronisti, su cui lavoro finora non ho mai obbiettato alcunchè, semmai la marcata volontà di alcuni membri dell’amministrazione comunale a far riportare solo situazioni a loro favore. Confermo che giovedì 8 gennaio un cittadino saronnese in preda all’ira ha danneggiato delle attrezzature comunali ma allo stesso tempo non posso far altro che sottolineare il fatto che in nessun articolo sulla vicenda sono stati menzionati gli antefatti che hanno indotto il 45enne ad un tale gesto”. Fatti così gravi che sono stati raccolti e raccontati in una  “querela che il cittadino ha protocollato, a seguito dei fatti, presso il comando dei Carabinieri”.

“Stessa linea per quanto avvenuto qualche giorno fa all’interno del supermercato di via I Maggio, ove un acceso diverbio ma niente più fra lo stesso saronnese e l’assessore Valioni è stato titolato come un aggressione, addirittura alcuni esponenti politici locali hanno parlato di una ipotetica violenza sventata dalla guardia giurata quando essa mi ha confermato che in quella situazione costatata la mancanza di pericolosità ha fatto ritorno alla sua postazione fuori dall’entrata dando inoltre la propria disponibilità, in caso di evoluzioni della vicenda in denunce e querele, a confermare tale versione davanti agli organi preposti”.

Ancor più dura la chiosa: “Nel complesso non posso che costatare una marcata volontà dell’amministrazione comunale a rigirare a proprio favore ogni situazione avversa descrivendo, denunciando in maniera inesatta fatti, motivazioni, responsabilità. Danneggiare attrezzature comunali, rivolgersi non in “modo cavalleresco” ad un amministratore locale non sono in linea di principio comportamenti da esaltare ma allo stesso tempo è assolutamente pessima la condotta della giunta Porro nei confronti di tanti italiani in difficoltà da cui certo non può pensare di ricevere in cambio atti di stima, fiori e ringraziamenti”.

25012015

5 Commenti

  1. Il fine non giustifica il mezzo……..
    Non è che se spacchi tutto in giro ti calcolano di più…..
    Stessa cosa per quanto riguarda la signora Valioni……non è che se la si insulta,il giorno dopo spalanca le porte dei Servizi Sociali.
    Quanto sostiene Russo è altresì pericoloso socialmente……
    Facciamo tutti come la persona coinvolta in questi fatti???

  2. Luca Cabrini, l’impressione che ho del suo commento è che probabilmente lei non ha letto attentamente ne l’articolo “generalista” ne i nostri contributi. In linea di principio, non abbiamo certo esaltato i comportamenti del cittadino saronnese in questione ma abbiamo analizzato le cause che l’hanno portato ad una così forte reazione, le ripeto non esaltabili ma sicuramente UMANE, espressione di un forte disagio a causa di una percezione di isolamento istituzionale (fra l’altro caratteristica di parecchi suoi concittadini italiani in difficoltà) e di diverse uscite a dir poco irrispettose nei suoi confronti da parte di assessori e assistenti sociali. Ognuno si assuma le proprie responsabilità, ma da comportamenti, concezioni, provvedimenti di parte non si puo’ certo pretendere che piovano apprezzamenti dagli stessi soggetti che si ha provveduto a umiliare, inascoltare, escludere.

    • Finalmente una persona che è qui per spiegarsi e non per denigrare altre persone ed altri contributi.
      Ringrazio Federico Russo per la risposta al mio commento.

Comments are closed.