SAN MAURO TORINESE – Serviva una vittoria ai ragazzi dell’allenatore Gianni Volpicella per uscire da quella che era ormai una crisi data da quattro sconfitte consecutive, e la vittoria è arrivata proprio quando nessuno se l’aspettava: 0-3 in casa della rivale storica Sant0Anna può rappresentare davvero una svolta importante per Saronno.

11062014 pallavolo saronno finale B1 (7)

Scelte obbligate in posto 4 per Volpicella che con Seregni squalificato schiera Ballerio al fianco di Vecchiato. In casa torinese anche Usai deve fare a meno del centrale Vajra per un problema alla caviglia, sostituito da Giraudo. Che Saronno ha grinta da vendere lo si vede sin dall’inizio della gara: 2 muri di Capitan Rolfi valgono l’1-3, Buratti in attacco tiene in cambio palla (3-5), con Simeon che grazie all’ottima regia rimette subito in carreggiata i suoi (7-7); due lampi di Castelli sembrano lanciare Sant’Anna (11-7), ma un turno micidiale di Ardu al servizio riporta sotto Saronno (11-10) che poi impatta sul 14 pari grazie agli attacchi di Vecchiato e Ballerio. Le squadre rispondono colpo su colpo sino al 23 pari quando un attacco di Buratti regala il set point agli amaretti (23-24) che cinicamente chiudono subito al primo tentativo grazie ad una pirotecnica difesa di Ballerio trasformata in oro da Cafulli (23-25).

Avvio di studio nel secondo set con Cafulli che tiene vivo l’attacco varesino (3-3), Saronno sembra averne di più e due attacchi di Vecchiato (grande la prova dello schiacciatore monzese) portano gli amaretti a +3 al time out tecnico (5-8).
Rolfi è puntuale in cambio palla (6-10) ed ancora il turno di battuta di Ardu è decisivo, con Saronno che allunga sul 9-15 grazie anche ai contrattacchi di Ballerio. Friggeri suona la carica ricucendo il divario (13-16), ma ancora Ballerio e Cafulli tengono a bada il rientro torinese (14-20) con gli amaretti che chiudono senza affanno sul 16-25.

Nel terzo parziale Usai si gioca tutte le sue carte inserendo Fumagalli per Bernardi e Pagano per Graziana, con l’avvio del set ancora in grande equilibrio (3-3, 6-6, 8-8). Castelli con due attacchi piazza un break (10-8) che Saronno fatica a recuperare (12-10, 14-12) nonostante un Cafulli perfetto in cambio palla. È un mastodontico muro di Capitan Rolfi a riportare le squadre in parità (15-15) con Cafulli che piazza l’attacco del +1 (15-16). Sant’Anna non ci sta ad alzare bandiera bianca e con Pagano ritrova la parità (20-20); lo stesso schiacciatore va al servizio sul 21-21 creando scompiglio nella ricezione saronnese e conquistando 3 set point (24-21). Quando il set sembra in archivio va in battuta Vecchiato che spara 3 siluri dalla linea del 9 metri, Buratti mura Castelli ed è di nuovo parità (24-24); Ballerio e Rolfi annullano altri 2 set point a Simeon e compagni (27-27), va in battuta Ardu che “scoppia” Rivan con un ace (27-28), sull’azione successiva Cafulli è perfetto in difesa e Ballerio regala la tanto agognata vittoria agli amaretti grazie ad un contrattacco chirurgico (27-29).

Pallavolo Sant’Anna Tomcar – Pallavolo Saronno 0-3
( 23-25, 16-25, 27-29 )
PALLAVOLO SANT’ANNA TOMCAR: Simeon, Bernardi 11, Graziana 3, Friggeri 9, Castelli 16, Giraudo 3, Rivan (L), Agosti, Fumagalli 2, Pagano 6, Vittone, n.e. Jourdan (L2). Allenatore Usai.
PALLAVOLO SARONNO: Ardu 5, Cafulli 14, Buratti 7, Rolfi 12, Vecchiato 9, Ballerio 10, Verga (L), Tescaro, n.e. Pizzolon, Cecchini, Zollino (L2)
Allenatori Volpicella, Leidi.

(foto archivio)

25012015

2 Commenti

  1. Vorrei sollevare un problema. Accompagno come tanti altri papà i miei figli alle partite in casa della Pallavolo Saronno. L’ultima volta che si è giocato in casa un manipolo di giovanotti ubriaconi tifosi della squadra di Segrate hanno terrorizzato i presenti con urla, parolacce, bestemmie, minacce (anche ai bambini che facevano il loro solito tifo innocente) e lordando gli spalti di bottiglie di alcoolici.
    Il campo del Pala Dozio non è predisposto per ospitare tifosi del genere. Sarebbe il caso di sollevare il problema all’amministrazione della società e quindi alle forse di sicurezza.

  2. Buonasera sig. Carlo e gentili sostenitori degli amaretti, innanzitutto permetteteci di ringraziarvi per il sostegno che non ci fate mai mancare durante le gare casalinghe. Siamo al quanto dispiaciuti del diseducativo spettacolo della tifoseria del Segrate durante la partita ed abbiamo gia’ provveduto a segnalarlo alla societa’ milanese,anche perche’ episodi di questo genere non erano mai capitati. Sara’ nostra cura prestare piu’ attenzione per salvaguardare i nostri giovani e preziosi sostenitori. Vi aspettiamo il 14 febbraio per tifare gli amaretti

Comments are closed.