porro nigro villa gianettiSARONNO – “E’ giusto fare chiarezza: il corteo è stato autorizzato dalla Questura noi come Amministrazione abbiamo solo deciso di non autorizzare il percorso proposto dagli organizzatori dando una proposta alternativa”. Ha così esordito il sindaco Luciano Porro stamattina quando al question time con l’assessore alla Sicurezza Giuseppe Nigro ha fatto il punto in merito alle polemiche che hanno accompagnato il corteo di sabato pomeriggio.

“Il sindaco – ha continuato Porro – ha messo nero su bianco, giovedì della scorsa settimana, che non si autorizzava il percorso che avevano scelto gli organizzatori  indicando un percorso alternativo. Fino alla fine noi non sapevamo se sarebbe stato rispettato il percorso che avevamo indicato. Al termine della manifestazione il comandante della polizia locale mi ha telefonato dicendo che stante l’esiguità dei partecipanti era stato facile contenerli e convogliarli nel percorso indicato dal Comune”.

Dunque tutto regolare? “Il corteo era stato autorizzato dalla Questura ma alla fine possiamo dire che era regolare e che ci è andata bene visto che non sono successi disordini come avvenuto in contemporanea in altre parti d’Italia”.

Porro ritorna poi sulla polemica della concessione della sala nevera ai ragazzi del centro sociale per un incontro contro la sorveglianza speciale:”Ogni gruppo che rispetti la carta costituzionale può chiedere alle Amministrazioni comunale di utilizzare degli spazi pubblici. La richiesta presentata al Comune aveva tutti i requisiti previsti dalla normativa e quindi l’abbiamo accolta. Stessa cosa per il corteo: manifestare è un diritto garantito dalla Costituzione se si rispettano le regole. Così è stato e così sono arrivate le risposte positive con l’autorizzazione della Questura e l’indicazione del percorso dal Comune”

“Non c’è nessuna responsabilità dell’ordine pubblico da parte dell’Amministrazione – ha proseguito l’assessore alla Sicurezza Nigro – dal momento in cui inizia il corteo questa è competenza delle forze dell’ordine e della Questura che sceglie le modalità con cui gestire la manifestazione. Da questo punto di vista i disagi patiti dai cittadini non sono certo imputabili all’Amministrazione ma quanto alla volontà degli organizzatori di creare, rallentando il passo o fermandosi in mezzo alla strada, dei problemi”.

“Quello che abbiamo scelto di fare come Amministrazione – conclude il sindaco Luciano Porro – è preservare da questi problemi il centro storico per non creare disagio a quanti si recavano in centro per lo shopping o per una passeggiata. In questo modo abbiamo risposto anche alle esigenze dei commercianti“.

E conclude Nigro:”Bisognerebbe dire che la manifestazione di sabato è stata un successo della democrazia visto che si è conclusa senza danni e senza incidenti”.

27012015

8 Commenti

  1. ..quindi la manifestazione è stata AUTORIZZATA !!!! al contario di quanto dichiarato in precedenza

  2. Stampate questo articolo e metterlo ad ogni angolo delle strade… un successo della democrazia… siamo stati bravi a deviare il percorso per evitare incidenti come in altre parti d’Italia… decidano i cittadini se rivotare questa gente.

  3. si mettono sempre al riparo, contro il muro.
    Se ci fossero stati casini, loro non l’avevano autorizzata… siccome i casini non sono stati così tanti… bhe allora si, era autorizzata.
    Che poi sabato sia stato adirittura un “successo della democrazia” oh Nigro, mi sembra un concetto troppo elevato per certe ca…te!!!
    Siamo messi proprio male male cari miei.

  4. Ma che articolo è???
    Questa sarebbe una notizia?
    Il giornalismo riporta, approfondendole, le notizie che hanno una qualche rilevanza!! Lo insegnano anche ai ragazzini alle medie (la famosa lezione sulle 4 domande: chi, dove, come, quando…).
    Ma chissenefrega? Giornalismo non è porsi al servizio del sindaco o dei partiti di opposizione!!
    Approfondite le notizie VERE!
    Ma cos’è sta roba!?!?!

Comments are closed.