27012015 totem vandalizzati spenti (3)SARONNO – “Ad ogni richiesta del Comune abbiamo sempre prontamente dato tempestiva risposta” così dichiara Antonio Renoldi, presidente di Confcommercio Ascom Saronno, in risposta all’Amministrazione Comunale sull’articolo pubblicato in data odierna su IlSaronno, circa la questione del degrado dei totem informativi, sollevata dall’ex assessore Agostino Fontana.

E prosegue “Più e più volte abbiamo ribadito anche direttamente con il consigliere delegato al commercio, Nicola Gilardoni, i continui e ripetuti atti vandalici che anche non direttamente visibili come quelli attuali, hanno impedito il corretto funzionamento della apparecchiature. In questi anni Ascom ha tentato di mantenerli attivi ma, ciò non è stato possibile proprio a causa dei continui atti vandalici dovuti alla questione della sicurezza in città per cui l’Amministrazione Comunale è perfettamente al corrente e perché più volte rimarcata dalla nostra Associazione di Categoria”.

Il presidente di Confcommercio Ascom Saronno, sottolinea dunque che tutti gli sforzi fatti sino ad oggi per cercare di tenere in funzione i totem informativi sono stati a proprio carico, per mantenere un bene per la città.

“La nostra risposta del 23 gennaio u.s., richiamata nell’articolo pubblicato su ilSaronno, è soltanto l’ultima di una lunga serie di comunicazioni portate al tavolo tecnico del Duc a cui l’Amministrazione Comunale prende parte e, per questo, perfettamente informata”.

La posizione di Ascom è sempre stata chiara: provvederà alla riparazione e/o alla dismissione degli stessi, valutandone i costi anche in considerazione del fatto che gli stessi sono stati poco utilizzati dalla cittadinanza.

In conclusione, per dovere di cronaca, si ribadisce il fatto che l’acquisto di tali apparecchiature è stato possibile non solo grazie ad un finanziamento regionale ma anche e soprattutto con i fondi propri di Confcommercio Ascom Saronno.

(foto archivio)

31012015

2 Commenti

  1. Non mi sorprende che quei totem vengano costantemente vandalizzati e sia impossibile tenerli in funzione, visto come è ridotto il centro di Saronno e la delinquenza che c’è in giro.
    Mi soprende molto invece che qualcuno consideri un problema la presenza di questi totem e non i vandalismi e gli episodi di violenza in generale che si sono verificati a Saronno. Questo sì che è grave !

Comments are closed.