CERIANO LAGHETTO – Sono partiti in questi giorni due progetti didattici curati dal Centro psicopedagogico sostenuto da Fondazione Bracco e convenzionato con l’Amministrazione comunale nell’ambito del Piano per il diritto allo studio e destinati agli alunni della scuola primaria “Don Antonio Rivolta” e della secondaria di primo grado “Aldo Moro”. Si tratta di un progetto di prevenzione del fenomeno del bullismo e di un progetto di educazione all’affettività. Il primo progetto, denominato “Parole non dette” è rivolto agli alunni delle classi quarte della scuola primaria e ha come obiettivi quello di spiegare il fenomeno del bullismo, aiutare a riconoscerlo, comprenderlo e affrontarlo. Il progetto prevede anche incontri con le famiglie.

scuola elemenatre

Il progetto “Mi voglio bene”, invece, riguarda l’educazione alla affettività ed è rivolto, con modalità e contenuti differenti, agli alunni delle classi quinte della scuola primaria e agli alunni delle classi terze della scuola secondaria di primo grado. Al termine di questo progetto ci sarà un momento di confronto con le famiglie, per analizzare quanto emerso durante gli incontri in classe. A curare entrambi i progetti ci sarà Martina Fugazza.

“Si tratta di progetti che contribuiscono ad aumentare la qualità complessiva dell’offerta formativa delle nostre scuole – commenta il sindaco Dante Cattaneo – Sono curati da professionisti del settore, in grado di garantire il corretto approccio con i bambini su temi delicati ed importanti, mantenendo comunque sempre attiva la collaborazione e il confronto con i genitori e gli insegnanti”.

10022015