SARONNO – Non sono bastati i posti a sedere per accogliere i saronnesi che venerdì sera hanno partecipato all’incontro organizzato al collegio Arcivescovile Castelli con lo scrittore Andrea Vitali. Brillante e decisamente schietto lo scrittore ha risposto con sincerità e simpatia alle domande dei ragazzi dalle curiosità sul suo lavoro a quesiti più complessi come quello sull’identità.

Non sono mancate considerazioni sulla letteratura moderna “dove stanno emergendo nuovi ed interessanti temi… ma non parlo delle 5o sfumature di grigio” e considerazioni sulla sua esperienza di giurato al premio Chiara. “Non so perchè si continui a portare avanti la leggenda metropolitana secondo cui i ragazzi di oggi non leggano e non sappiamo scrivere. Io credo che sappiano e facciano entrambe le cose… usano bene persino i congiuntivi”. Non è mancata l’esortazione a “a seguire i propri sogni” con la consapevolezza però che la miglior cosa che si possa augurare oggi ad un giovane è quella “di riuscire a trovare un lavoro”. La seconda parte della serata è stata invece dedicata alla presentazione del libro “Biglietto, signorina”.