SARONNO – Un corteo di moto, aperto dalle figlie con in mano un fiore giallo, ha accompagnato fino alla parrocchia della Sacra Famiglia le spoglie di Piergiorgio Ceriani il 59enne saronnese deceduto giovedì mattina nel proprio appartamento a Gerenzano.

L’uomo, titolare di un’autofficina in via Parini, era molto conosciuto a Saronno come hanno testimoniato le oltre 500 persone che hanno partecipato ai funerali oggi pomeriggio alle 14,30. Basti dire che la chiesa del quartiere Prealpi non è stata sufficiente per accogliere tutti. Tutti stretti intorno al feretro accanto al quale è stato messo un casco. Sulla bara sono stati scritti con un pennarello nero alcuni messaggi si addio.

Toccante l’omelia di don Mauro, cappellano dell’ospedale: “Le figlie hanno scritto a Giorgino sarai sempre nel nostro cuore ma secondo me non basta. E’ troppo piccolo. Lo consegniamo al cuore di Dio che è immenso e saprà ricompensarlo per tutto”. Il sacerdote ha ricordato come “Giorgino non si accontentava mai vivendo la vita a pieno coltivando tante passione ed amando profondamente le persone che aveva attorno a s”.

Al termine della cerimonia i familiari hanno letto una breve poesia e poi una lettera scritta dalle tre figlie che hanno concluso la lettura tra le lacrime. Hanno ricordato i momenti in officina con il papà, le sue raccomandazioni, sottolineando il grande dolore per la sua improvvisa scomparsa. “Papi – hanno concluso – abbiamo messo lì con te il tuo ultimo pacchetto di sigarette che sia davvero l’ultimo mi raccomando”. Ad accompagnare la fine della cerimonia un lungo applauso.

Sul sagrato un lunghissimo abbraccio di amici e conoscenti, tra cui molti membri del Motoclub cittadino.