SARONNO – I cittadini avvisano i carabinieri, ed i militari acciuffano lo spacciatore di droga: collaborazione proficua fra alcuni residenti nella zona retrostazione ed i tutori dell’ordine, che proprio su indicazione dei concittadini hanno puntato i riflettori sulla zona fra via Lanino, via Ferrari ed aree limitrofe, dove ultimamente era apparso in aumento il numero delle persone sospette, presenti nella zona non solo in orario serale e notturno ma anche durante il giorno.

carabinieri pattuglia via Ferrari (2)

I carabinieri hanno predisposto una serie di servizi ed attorno alle 17.30 dell’altro giorno hanno individuato un sospetto, che appena ha visto la pattuglia si è subito infilato in un vicino bar; quando sono entrati i carabinieri lo hanno trovato che armeggiava attorno alla propria scarpa sinistra: gliela hanno fatta togliere e si è scoperto che stava cercando di nascondere due barrette di hascisc, per una decina di grammi in tutto. La droga è stata sequestra ed il ragazzo, un 23enne originario della Tunisia, è stato denunciato a piede libero per detenzione ai fini di spaccio. Si tratta di un giovane in Italia senza permesso di soggiorno, occupazione e fissa dimora e che in occasione di tre precedenti controlli aveva fornito generalità false.

(foto archivio: la zona dove è stato trovato lo spacciatore)

18022015

17 Commenti

    • Fermato gia’ 3 volte ha dato false generalità, senza permesso, senza lavoro, spacciatore.
      Certo in Italia serve manodopera perchè certi lavori gli italiani non li vogliono più fare.
      Questi sono quelli che ci dovrebbero pagare la pensione a noi con il loro lavoro.
      Mi viene da vomitare.

    • Ahahahahahahahahah. …….. vero, è il primo tunisino che viene arrestato per droga in Italia. Ahahahahahahahahah. ……. ma basta, non se ne può più veramente di sta gentaglia. Vanno rimandati ai loro paesi, con obbligo di non rientrare mai più in Italia e se dovessero rientrare, 15 o 20 anni di galera senza benefici e senza possibilita di pene alternative al carcere e vedrete come staremmo meglio. FIDATEVI e SVEGLIATEVI. Ciao e buona fortuna a tutti.

  1. Spaccio, generalità false , senza fissa dimora,e vogliamo aggiungere qualche precede penale…. ma aspettiamo che succeda qualcosa di grave

  2. PROBLEMA
    In Italia senza permesso di soggiorno, occupazione e fissa dimora.
    Una occupazione, se così possiamo dire c’è l’ha:spaccia.
    SOLUZIONE
    al primo fermo li rimandiamo al loro paese avvisandoli che la prossima volta che vengo trovati sul territorio nazionale si fanno 5 anni di galera senza se e senza ma.
    RINGRAZIO
    I cittadini per il la loro segnalazione e le forze dell’ordine per il loro lavoro anche se molte volte,come in questo caso, devono rimettere in libertà questi farabutti.

  3. Clandestino , senza fissa dimora , immagino la sua preoccupazione per una denuncia a piede libero

  4. tanto resta comunque fuori e continuerà a spacciare come solito…..questa è l’Italia.

  5. se volete ascoltare i residenti vi danno la mappa completa e vi indicano chi sono i soliti volti (sono sempre gli stessi) tutti con le stesse caratteristiche (tunisino, senza permesso ecc. ecc.).
    Il problema è che a “piede libero” oggi sarà già di nuovo lì a riprendere l’attività!
    Legnate e al suo paese senza ritorno !!!! altrimenti siamo punto e a capo.
    Le stesse legnate che prenderà oggi dai suoi, per essersi fatto beccare.
    Ormai è un mondo che gira al contrario.
    Solidarietà ai carabinieri che lavorano praticamente “per nulla”… incentivante.

  6. io ritornerei ai lavori forzati, non c’è qualche miniera da qualche parte?

  7. … ho esaurito le parole … non so più che dire …. beh comincierò a 40 anni a drogarmi ….. tanto a Saronno è cosa normale ….

  8. Io darei una bella lezione anche ai clienti , sicuramente italiani e non certo giovani sprovveduti , come si può agevolmente vedere in via Luini .
    Grazie a loro ci siamo riempiti le strade di questa bella gente , che impunemente ti offre “fumo” solo se gli passi accanto e sparge melma ovunque.

  9. non per buttarla sul ridere, ma pensare di fumarsi una canna con roba che è stata tutto il giorno nella scarpa di un tunisino… mamma mia!… meglio smettere.

Comments are closed.