SARONNO – E’ stata un grande successo, per la partecipazione ma anche per l’energia e l’entusiasmo, la sfilata dei carri e la città dei bambini organizzata dal Gruppo Amici del Carnevale Saronnese con la Proloco. L’idea degli organizzatori di spostare di un giorno la festa, per evitare la pioggia di sabato, si è rivelata vincente ed in grado di regalare alla città una giornata di autentica festa.

Se i gonfiabili e i laboratori sono arrivati in piazza dei Mercanti sotto nuvoloni grigi alle 14 quando hanno iniziato ad arrivare le mascherine è uscito un bel sole che unito al cielo terso ed azzurro ha regalato la cornice perfetta alla kermesse.

In barba alla scaramanzia sono stati 13 i gruppi che hanno animato la sfilata aperta dalla banda e dal carro di Re Amaretto e Regina Granella maschere della città. A sfilare c’erano carri e gruppi arrivati da Legnano, Rovellasca, Cogliate, Cascina Nuova, Cirimido ma anche made in città come quello dei commercianti di corso Italia, del gruppo amici del carnevale e dell’asilo Piccoli Lord. Diversi i soggetti dagli Antenati, all’Egitto, dai personaggi di Madagascar all’antica Roma.

Apprezzatissimi i travestimenti del gruppo bandistico e dei Crazy dog e il piccolo carro su “Soldi ed Expo”.

Il percorso è stato leggermente cambiato da quello in programma a causa delle dimensioni di un carro che non sarebbe passato dal centro storico. Qualche problema c’è stato comunque con un bus che ha dovuto spostarsi davanti alla stazione. Da piazza dei Mercanti ha percorso via Griffanti, viale Rimembranze, piazza Cadorna, via Cantore, via Carcano, via San Giuseppe, via Vincenzo Monti per tornare poi in piazza dei Mercanti.

Qui la festa è proseguita con le esibizioni hip hop e zumba, le premiazioni e la riconsegna delle chiavi della città al sindaco Luciano Porro.

 

22022015

13 Commenti

  1. Complimenti all’organizzazione comunale: non hanno fatto niente di buono in 5 anni, ma nel Carnevale sono riusciti benissimo! Bravi!

    • Le rendo noto che il Carnevale non è stato organizzato dal Comune ma dai volontari della ProlocoSaronno e dal Gruppo Amici Del Carnevale Saronnese.

        • Onore e complimenti a chi ha organizzato. Ma non sta a un’amministrazione comunale organizzare il carnevale.

  2. saluti a tutti popolo saronesse,molto papel picado,y deversion….felicitaciones..!!

  3. Bravi, un grande ringraziamento a chi ha investito tempo ed energia. 🙂 bimbi felici.

  4. Davvero bella e ben riuscita. Trovo però troppo speculativo il fatto che un palloncino te lo facciano pagare 5 euro. Dico 5 euro e una manciata di caramelline gommose, 2 euro! Gli organizzatori dovrebbero imporre un calmiere perchè è chiaro che un genitore, di fonte alla richiesta di una caramella o di un palloncino, si senta in dovere di accontentare il piccolo ma spendere 7 euro per due piccole cose, è troppo. Per il resto complimenti.

    • senza volerti criticare ma quando il mio bimbo mi chiede un palloncino la risposta è “no, tanto sai che domani mattina resterà in terra dimenticato per casa e non usato…teniamo anzi i soldini per comprare più avanti qualcosa che desideri davvero”….io sarò fatto male ma mi sento più in dovere a dire di no che si :-)….detto ciò concordo pienamente che sono degli strozzini….però magari è gente che con quella vendita ci deve campare per 1 mese……

    • come darti torto? io ogni volta istruisco il mio bimbo prima di uscire, ma alla fine del pomeriggio erano comunque “svanite” 10 euro dal portafoglio 🙂 (merenda e giro in ruota panoramica)

  5. Non è possibile! Uno spende soldi di tasca propria, spende giornate della sua vita per fare una cosa splendida per gli altri, perde giornate di lavoro, porta via tempo al riposo invece di andare al cinema o a fare un viaggio, e trova sempre qualche insoddisfatto bilioso che ha da criticare! I palloncini, le frittelle ecc. non sono un obbligo. Tutta la manifestazione è gratis, i volontari non prendono un soldo, anzi ne spendono, e c’è sempre qualche bilioso insoddisfatto che deve criticare dopo essersi divertito a spese degli altri. L’organizzazione non guadagna nulla sulle bancarelle, sui venditori di palloncini, di frittelle ecc per mantenere i prezzi contenuti. Vi divertite gratis e volete anche i palloncini gratis! Insegnate ai vostri bambini che qualche volta bisogna fare qualche piccolo sacrificio e che le cose si devono guadagnare, come hanno fatto con me i miei genitori. Oppure statevene a casa. Non è un obbligo divertirsi a spese degli altri, mentre è un obbligo insegnare ai bambini che non tutto è dovuto. Perché, oltre a criticare non venite anche voi a sgobbare con noi per gli altri? Eravate al freddo alla sfilata delle mascherine a organizzare i bambini regalando una giornata delle vostre ferie alla collettività? Scusate lo sfogo, ma dopo mesi di lavoro per regalare due giorni di divertimento agli altri, mi sono proprio incazzato a leggere questi commenti. Un “grazie” sarebbe stato l’unico commento intelligente

    • sante parole…io ci sono stato e non ho speso una lira. Per me frittelle e palloncini sarebbero state in mano a chi li vende.

  6. GRAZIE AI VOLONTARI !!! è un buon esempio
    che insegni ai ns. amm. Comunali almeno a questi ns. sigg. che abbiamo ancora per qualche mese, c’è sempre da imparare da chiunque “impara l’arte e mettila da parte” ovviamente sulle cose intelligenti , mentre dimentichiamo e da subito quello che abbiamo vissuto in questi ultimi anni a Saronno .
    Alla prossima!!
    patrizia

  7. L’ho scritto in ogni dove GRAZIE a tutti i ragazzi Amici del Carnevale e ProLoco per l’impegno, non mollate dopo tanti anni ho rivisto un bellissimo carnevale a saronno!!!

Comments are closed.