muro ballerio-burattiSANTA CROCE – Altra “mission impossible” per Saronno che nel posticipo domenicale della 14esima giornata di campionato è ospite della blasonata formazione dei Lupi Santa Croce. I toscani devono fare a meno del palleggiatore Nuti per squalifica e schierano in palleggio Ciulli, in casa varesina tutto confermato come da previsioni con Cafulli recuperato in extremis dall’influenza.

L’avvio è equilibrato (3-2) con Saronno che trova il primo vantaggio grazie ad un muro di Buratti (3-4); le due squadre rispondono colpo su colpo ma sono gli amaretti avanti al primo time out tecnico grazie ad un ace di Seregni (7-8). Il primo break per i bianco azzurri lo firma Rolfi in attacco (8-10), Hendrix inizia ad essere falloso e viene sostituito da Da Prato, con Saronno che al secondo time out tecnico è avanti 12-16 grazie ad un muro ed un attacco di Seregni. Santa Croce non molla e grazie ad un muro su Cafulli ed un errore di Rolfi in attacco si riporta sotto (15-17) con Volpicella costretto al time out discrezionale.

Al rientro in campo i Lupi trovano subito la parità (17-17), ma Capitan Rolfi suona la carica a muro e complice un attacco di Cafulli Saronno si riporta avanti (18-19). Nessuna delle due squadre molla un colpo e si arriva al 22 pari con Volpicella che si gioca la carta Pizzolon al servizio al posto di Buratti che diventa decisiva: 2 servizi al fulmicotone del Leone di Treviso permettono prima a Rolfi di murare, poi a Seregni di contrattaccare regalando due set point agli amaretti che, complice un errore toscano, chiudono sul 23-25. La reazione di Santa Croce è veemente e con Da Campo al servizio, confermato dall’avvio al posto di Hendrix, i toscani volano subito sul 5-2 costringendo Volpicella al time out discrezionale. Rientra in campo determinata Saronno e grazie a due contrattacchi di Seregni e Rolfi si riavvicina (7-6), ma i toscani vogliono a tutti i costi aggiudicarsi il parziale e due muri su Cafulli riscavano il solco (11-6). Il muro dei Lupi sale in cattedra e Saronno affonda (16-8), per poi allungare 18-11; Volpicella prova a cambiare inserendo Pizzolon su Cafulli e Ballerio su Vecchiato in seconda linea e la mossa sembra funzionare, con gli amaretti che accorciano il divario (19-14) grazie a Buratti ed un gran muro di capitan Rolfi. Due attacchi di Seregni valgono il 20-17 con Pizzolon al servizio e Santa Croce è costretta al time out discrezionale; i toscani rientrano concentrati e riallungano (22-18), ancora Seregni e Rolfi non mollano un colpo (23-21) ma Da Prato e compagni non si fanno sorprendere e riportano il match in equilibrio (25-22).

Rientrano in campo Vecchiato e Cafulli nel terzo, con l’opposto varesino che sembra rigenerato (4-5), Santa Croce dal canto suo spinge moltissimo al servizio ed al primo time out tecnico è avanti (8-6). E’ ancora il muro di Di Benedetto ha lanciare i Lupi che volano sul 12-7, a cui ormai riesce tutto e trascinati dal proprio pubblico allungano ancora (16-8). Saronno soffre in ricezione e Ballerio entra nuovamente su Vecchiato (18-8), mossa che sveglia un po’ i varesini (21-14) ma che non basta con Santa Croce che chiude sul 25-15 portandosi sul 2-1.

Confermato Ballerio nel quarto set al posto di Vecchiato ed avvio in equilibrio (7-7), con lo schiacciatore varesino determinante per il primo break degli amaretti (11-13) che al secondo time out tecnico conducono 12-16 complici le difficoltà in ricezione di Gherardi. I toscani vogliono chiudere i conti e grazie a Da Prato ricuciono (16-18) per poi trovare la parità con la ricezione di Saronno in crisi (18-18). Saronno vuole il quinto e Buratti e Cafulli ripiazzano il break (18-21), Capitan Rolfi e Seregni portano al set point, ed il tie break è servito grazie ad un errore al servizio dei Lupi (22-25).

L’ingresso dei toscani nel quinto set è rabbioso e trascinati da un ottimo Da Prato (31 punti per lui) si portano subito sul 5-1 costringendo Volpicella al time out discrezionale. Un grande Ballerio riavvicina gli amaretti (5-4) ma al cambio di campo i Lupi sono ancora davanti (8-6).
Ancora la ricezione bianco-azzurra vacilla e Santa Croce va a + 4 (10-6), Buratti e Ballerio ricuciono in attacco sul turno di battuta di Pizzolon (10-8) ma Da Prato e compagni non mollano il break conquistato e si aggiudicano il match sul 15-11. Punticino d’oro quello degli amaretti che ora dovranno ricaricare le batterie in vista della sfida casalinga contro Iglesias di settimana prossima, importantissima in ottica salvezza.

Lupi Pallacolo Santa Croce-Pallavolo Saronno 3-2
(23-25, 25-22, 25-15, 22-25, 15-11)
LUPI PALLAVOLO SANTA CROCE: Ciulli 3, Hendrix 1, Baldaccini 8, Di Benedetto 17, Del Campo 14, Gherardi 8, Biffoli (L), Da Prato 31, Lumini 2, Colli, n.e. Diouf, Pasquetti (L2). All. Pagliai.
PALLAVOLO SARONNO: Ardu, Cafulli 18, Rolfi 17, Buratti 11, Vecchiato 3, Seregni 15, Verga (L), Pizzolon 1, Ballerio 6, n.e. Tescaro, Cecchini. All. Volpicella.

(foto archivio)

01032015