SARONNO – “Un gruppo forte, unito e compatto intorno al progetto grande di ricostruire il centrodestra del futuro e mandare a casa il Pd di oggi e far si che non ci sia per loro un domani”. Queste le dichiarazioni di Luciano Silighini Garagnani, leader del gruppo “L’Italia che verrà” e candidato sindaco a Saronno, a margine della giornata elettorale tra Genova dove, con Matteo Salvini, oggi è stata presentata la candidatura di Edoardo Rixi come governatore della Liguria e Venezia dove sempre con Salvini e Giorgia Meloni si è svolta la “seconda parte” della manifestazione “Renzi a casa” lanciata dal leader leghista la settimana scorsa a Roma.

Rixi è un mio amico da 20 anni e abbiamo combattuto mille battaglie insieme a Genova quando io guidavo Forza Italia e lui la Lega. Battaglie contro le moschee, contro i rom, per aiutare prima gli italiani. Battaglie di ieri e oggi ancora attuali. Il mio gruppo ha aderito in Liguria alla lista civica “Rixi presidente” e il nostro appoggio va al caro amico Matteo Rosso come candidato consigliere regionale” dice Silighini.

Dalla Liguria al Veneto dove la Lega ha avuto problemi interni.

Il Veneto vota anche per il nuovo sindaco e noi siamo in campo con l’amico Mattia Malgara, imprenditore innovativo e politico capace che sarà una colonna portante di questa rinascita che ha a livello nazionale Giorgia Meloni e Matteo Salvini come alfieri. Spero che il mio presidente, Silvio Berlusconi, riesca ad eliminare quella zavorra pesante che impedisce a Forza Italia di trovare l’uscita da una crisi interna che si riversa nei consensi elettorali. Ci sono vecchi che non mollano il potere e giovani uomini e giovani donne incapaci di portare aiuto ai cittadini ma che sembrano capacissimi a pensare solo alla loro sedia a Roma come in Europa. Deve spedirli a far gazebi più che in Parlamento. Abbiamo fatto un accordo forte con nostre persone e aderenti in quasi tutta Italia insieme alla Lega e a Fratelli d’Italia. Saronno per assurdo è ancora fuori da questo percorso. Spero che Fagioli e Borghi per la Lega come Indelicato e Tosi per Fratelli d’Italia si sveglino da questo torpore in quanto il 10 marzo inizia la campagna elettorale e tutti i partiti di centrodestra stanno facendo una figura di cacca non avendo ancora un candidato sindaco eccetto noi. La nostra porta è aperta come in tutta Italia è stata aperta e chiusa con un accordo per far tornare protagonista il centrodestra italiano che guarda a Le Pen e Putin come esempi per una nuova Europa dei popoli.

07032015

10 Commenti

  1. Maggio si avvicina e Luciano si prepara già a tornare a Genova 🙂 Bravo e previdente

  2. Tra poco Silighini scalza i legumi vari a capo della Lega Nord di Saronno… Altro cambio di casacca.

  3. intanto che è a genova si fermi lì e dimentichi saronno, possiamo vivere benissimo anche senza di lui.

    • Ciao anonimo, io non so tu dove vivi, ma vedi, che Silighini o non Silighini, Saronno fa veramente schifo e continua a peggiorare a vista d’occhio. Ma, a quanto pare, tu hai due belle fette di salame sugli occhi.

      • dipende dai punti di vista, dal mio le fette le ha lei che vede in silighini il salvatore dei mali di saronno

        • Ciao anonimo, a quanto pare, oltre che le fette di salame sugli occhi, non sai neppure leggere. Ho detto: “Silighini o non Silighini”, il che, non vuol dire che simpatizzo per Silighini. Te capi’???….. Ciò che conta, è che Saranno deve cambiare, perché così, fa troppo schifo.

  4. Siete ridicoli e avete paura si vede da come scomodate pure la passionalità di Bergamo per scrivere commenti qui ! Silighini è la risposta

Comments are closed.