marco franchiSARONNO – “Mi fa piacevolmente sorridere la nota scritta dal Club Forza Silvio di Saronno che contesta la coordinatrice provinciale Lara Comi e nello stesso tempo la coordinatrice regionale Mariastella Gelmini.E dico così perché non si è proprio capito lo spirito dei Club, che dovrebbero essere di supporto al partito e non sicuramente contrapposti”.

Inizia così Marco Franchi, membro del direttivo di Forza Italia Saronno quando commenta la nota inviata nelle ultime ore da Paolo Olcese portavoce del Club Forza Silvio della città degli amaretti.

Leggendo tra le righe secondo lei il club saronnese non avrebbe un giusto approccio?
E forse è proprio per questo che sia il portavoce che il presidente di questo Club non hanno mai avuto incarichi all’interno del partito a Saronno. Questa è la domanda che dovrebbero porsi. Sicuramente non è questa la giusta ricetta. Voglio invece ricordare ad entrambi che l’amore vince sempre sull’odio e sull’invidia.
Nella nota c’è un chiaro riferimento ai risultati ottenuti da Forza Italia a livello provinciale
“Lara Comi quando si è candidata ha sempre vinto. Ricordo loro che meno di un anno fa, alle Europee, in un periodo di calo di consensi politici generale, lei ha incrementato le sue preferenze personali da 63000 a 84000. Inoltre il riconoscimento del suo ottimo lavoro è stato riconosciuto anche a Saronno dove, nel confronto con altri candidati di alto livello politico, ha preso il doppio delle preferenze di Salvini e Mosca. Se poi aggiungiamo la sua immancabile presenza sul territorio, penso che un posto nel direttivo regionale le sia più che dovuto”

Quindi Fi Saronno è soddisfatta di questa nomina
“Si, sono particolarmente contento di questa sua nomina, in quanto anche la provincia di Varese sarà così rappresentata in maniera egregia”

E per quanto riguarda le nomine in città?
“Sicuramente saranno accontentati con la loro richiesta di fare i congressi, dove non ci saranno nomine calate dall’alto, ma si darà spazio a coloro che hanno dato il proprio contributo al partito, dando quindi il giusto spazio alla meritocrazia”.

08032015

34 Commenti

    • Perfettamente d’accordo con Franchi ; i fatti sonola cosa più testarda del mondo
      Paolo Olcese ? chi?

    • Chiedere a Silighini&C di fare una riflessione è chiedere davvero troppo .
      Da “candidato” critica tutto e tutti , invita altri ad allearsi … ma non parla MAI DEL SUO PROGRAMMA
      Evidentemente deve valere un gran poco

    • Marco, si vince l’invidia, la vigliaccheria e la malvagità coprendole di maestosa invisibilità e di appariscente indifferenza….

      • Sai quanto è visibile la sigla FDd; se dai del vigliacco ad altri, almeno metti nome e cognome. Facile insultare senza argomenti. BravoFabietto!! con i suoi quattro gatti che lo seguono e chi lo guidano da Gallarate e da Saronno.

    • Franchi hai perfettamente ragione ; ma è ben diffcile che chi ha la candidatura facile e pronta per ogni “scranno”, chi zompetta da un partito ad un altro, chi non conosce le minime regole di governo di una città come di buona e sana politica riesca ad essere coerente,concreto e non egocentrico

  1. “I Club Forza Silvio dovrebbero sostenere Fi non contrapporsi” .., se FI agisse in modo serio. Ma se a Turate entra il lista col PD e a Saronno è appiattita sotto Unione Italiana del grande industriale che a Roma appoggia Renzi e corrono voci strane di futuri accordi, come possono i Club appoggiare Comi e Gelmini che lasciano andare avanti ‘sta porcata politica locale? E Fabietto il Commissario aveva bisogno di Franchi per replicare. Poverelli noi! Povera FI.

    • AMMINISTRATIVE 2012 : PDL IN PROVIVICIA DI VARESE HA VINTO IN 6 COMUNI SU 10 TRA CUI –CASSANO MAGNAGO-

      Zaffaroni –PD-ha preso 4135 al primo turno, e 4.180 al secondo turno, cioè si è portato a casa i suoi voti.

      Poliseno-PDL- che aveva 3.375 voti al primo turno, ne porta a casa 4.665 al secondo turno. Ci sono 1.300 voti in più, !!!!!!

      Il Carroccio, dopo Tradate, perde a Cantù, Meda, Palazzolo e Senago. Nei 25 comuni superiori ai 15mila abitanti al voto in questa tornata elettorale la Lega non elegge nessun sindaco in Lombardia

  2. Programma reso pubblico nel marzo 2014:

    Contratto tra Luciano Francesco Silighini Garagnani Lambertini nato a Genova il 23 febbraio 1976 leader del “Comitato L’Italia che verrà-Saronno 2015” e i cittadini saronnesi. Si conviene e si stipula quanto segue.
    Luciano Francesco Silighini Garagnani Lambertini, nel caso di una vittoria elettorale della lista facente riferimento al “Comitato Saronno 2015”, si impegna, in qualità di Sindaco, a realizzare nei cinque anni i seguenti obiettivi e mantenere i seguenti impegni:

    1DEVOLUZIONE DELLO STIPENDIO DEL SINDACO E RIORGANIZZAZIONE GIUNTA. Lo stipendio mensile del Sindaco andrà totalmente a coprire un fondo destinato ai cittadini bisognosi, disoccupati, senza casa e che a fatica riescono ad arrivare alla fine del mese. Riduzione a 4 il numero degli Assessori comunali, creazione dell’Assessorato giovani affidato a un under 30.

    2ABOLIZIONE DEI PARCHEGGI A PAGAMENTO PER LE DONNE. Ogni residente nel Comune e intestataria di un’auto avrà un “bollo rosa” da applicare sulla propria auto che permetterà di parcheggiare gratuitamente in ogni striscia blu del Comune. A ciò si aggiunge la riduzione del 50% dei “parcheggi blu” per tutti i cittadini e l’uso degli autobus gratuiti per gli over 65 e le donne.

    3SICUREZZA. Riordino del corpo di polizia municipale con aumento del numero di unità e miglior distribuzione sul territorio con creazione del turno serale. Dotazione dei manganelli ai vigili e dotazione pistola dopo un corso specialistico, Distribuzione degli incarichi di coordinare il traffico agli ausiliari utilizzando in questo modo gli agenti in compiti strettamente di polizia. Telecamere di sicurezza in vari angoli cittadini. Attivazione pratiche per apertura Comando di Polizia, con potenziamento caserma dei Carabinieri e della Finanza creando la “palazzina di sicurezza”, ovvero un luogo dove unire “i lavori d’ufficio” dei vari corpi utilizzando quindi tutti gli agenti per azioni di sicurezza cittadina e non disperdendo energie per i semplici lavori d’ufficio. Utilizzo dei fogli di via di allontanamento dal territorio comunale, per i soggetti sorpresi a delinquere in città.

    4PULIZIA CITTADINA. Creazione di 4 turni di pulizia strade, parchi e “svuota cestini” durante la giornata: ore 7, ore 14, ore 19.30, ore 22.30

    5VIABILITA’. Rivedere totalmente la circolazione cittadina con alcune vie da tramutare in senso unico e creare la pista ciclabile al fianco di ogni arteria cittadina in modo che Saronno possa essere percorsa tranquillamente in bici. Semafori funzionanti 24 ore al giorno. Mantenimento dei 30 all’ora solo in alcune zone cittadine

    6CENTRO CITTADINO. Liberalizzazione degli orari serali di apertura dei locali. Piazza De Gasperi abbellita con “park bimbi” e centro “bazar” per i venditori, stile “Portobello road”.Abolizione tasse comunali per i primi 5 anni dall’apertura ai negozianti che creeranno un’attività nuova in città ed una riduzione del 50% della tassazione per le attività già esistenti.

    7AREE DISMESSE. Richiesta bonifica delle aree ai proprietari e se non lo fanno, avviare richiesta di esproprio e consegna delle aree ad aziende private per la realizzazione di progetti occupazionali,di introito e rivalutazione per la città (Parco tematico, Centro giovani,ecc)

    8CASA E TASSE COMUNALI. Mappatura case comunali in disuso con immediata assegnazione degli appartamenti alle famiglie Italiane bisognose che ne hanno fatto richiesta. All’interno della legge IUC (approvata nella Legge di stabilità 2014) non chiederemo il pagamento della TASI (tassa servizi comunali indivisibili) e daremo un forte abbassamento alla TARI (tassa produzione rifiuti)

    9REDDITO. CREAZIONE “BUONO COMUNALE”. Un buono sulla tipologia della “moneta civica” o semplicemente dei “buoni sconto”.Ogni cittadino italiano residente a Saronno avrà la possibilità di usare questo buono mensile pari a 50 euro per fare spese in alcuni negozi convenzionati della città. Gli stessi negozianti a loro volta potranno usarlo per acquistare altri prodotti “Saronnesi”. Nessun rimborso ma attivazione del meccanismo del “baratto cittadino” rafforzando così il mercato commerciale locale e facilitando la possibilità di “vita decente” per molte famiglie Italiane Saronnesi.

    10IMMAGINE CITTADINA. Con il recupero delle aree e la creazioni di luoghi per i bambini, per i giovani, per gli anziani si rafforzerà l’immagine della Città e a ciò affianchiamo un recupero di tutto ciò che rappresenta Saronno nel panorama nazionale. Il nome dell’Amaretto, dei biscotti, tornerà a essere legato al marketing cittadino con attività ludiche, storiche per ricordare le nostre tradizioni. Nello sport si investirà a livello di immagine sulle squadre cittadine creando una rete di imprese sponsor che saranno attratte verso la città dalle nuove aree recuperate.

    Nel caso che al termine di questi 5 anni di governo cittadino 10 su 10 di questi traguardi non fossero stati raggiunti, Luciano Francesco Silighini Garagnani Lambertini si impegna formalmente a non ripresentare la propria candidatura alle successive elezioni o in altre elezioni nazionali oltre a lasciare la città dopo aver fornito un rimborso pari a 39.202 euro alle casse comunali destinate a opere sociali. Cifra pari al numero degli abitanti della città. In fede, Luciano Francesco Silighini Garagnani Lambertini Il contratto sarà reso valido e operativo nel 2015 con il voto degli elettori saronnesi

    • Sono ammirato per la fantasia di Silighini. Sono allibito per quanto infondato, e irrazionale sia il suo programma

    • grave che non si sappia quali sono le normative e gli ambiti di utilizzo degli ausiliari del traffico: probabilmente pensa di essere a Topolinia, no lì no perché c’è il commissario Basettoni che lo prenderebbe a calci

    • Un programma che invita a ritornare al “baratto cittadino”, mi pare un’eccellente prospettiva di crescita per Saronnopoli gemellata con Paperopoli

  3. bisogna ammettere che ha esagerato un po’, soprattutto su certi punti.
    D’altra parte però non si può neanche continuare con giunte che dei 10 punti promessi (più probabili) ne hanno realizzati “ZERO”, per loro stessa ammissione…
    Ma non esiste un cristiano a questo mondo, coi piedi per terra, che proponga 5 punti primari e reali e li porti a termine (uno all’anno) senza “tromboni” in bocca.
    Lo voterebbero tutti, di qualsiasi colore sia!

    • Un tal programma , senza indicazione neppure di trova i soldi per coperture , è la prova provata dell’inaffidabilità del candidato

  4. Marco io non avrei neppure dato risposta a Silighini che vale quanto una forchettata d’acqua

Comments are closed.