Anna Cinelli (psi)SARONNO – “Siamo una lista politica civica che rifugge dall’antipolitica e che vuole fare buona politica”. Così Anna Cinelli ha presentato Saronno bene comune “una nuova casa per laici, socialisti, liberali e democratici”.

La presentazione della nuova lista è avvenuta proprio durante la presentazione ufficiale della candidatura di Francesco Licata: “Vogliamo essere per Saronno: lo spirito libero del centrosinistra per questo abbiamo deciso di mettere all’interno di un unico contenitore le storie di chi condivide i nostri valori come il pluralismo e la diversità”. “Siamo cittadini, di cultura e tradizione politica laica socialista, liberale che intendono rappresentare tradizioni e ideali di grande attualità. Vogliamo mantenere vivo anche a Saronno il pluralismo politico in una scena sempre più orientata a polarizzarsi in grandi blocchi”.

Quella di Cinelli è stata una presentazione piena di energia ed entusiasmo: “Abbiamo deciso di perseguire nell’alleanza con il Pd perchè la storia di questi ultimi 5 anni ha dimostrato – nonostante le difficoltà e le contraddizioni che pure ci sono state – che soltanto una logica di coalizione e plurale può rappresentare una città complessa come Saronno. Le posizioni egemoniche e solitarie sono destinate alla sconfitta. L’amministrazione uscente ha ottenuto risultati apprezzabili nonostante le scarsità delle risorse e questo patrimonio non va disperso ma subito rilanciato. Da questa considerazione nasce il sostegno a Francesco Licata. Oltre che dalla massima fiducia nella sua persona”.

Il logo del nuovo gruppo politico è ancora in fase di realizzazione ma le priorità di Saronno Bene Comune sono ben chiare: “La vivibilità della città, in termini di rispetto della legalità e sicurezza, riqualificazione del tessuto urbano,miglioramento della qualità ambientale, mobilità sostenibile e spazi per la creatività; tutela dei cittadini soprattutto delle fasce più deboli (con una promozione dei diritti civili e delle pari opportunità), politiche attive di welfare, avvio di un reale processo di partecipazione riorganizzazione della macchina comunale e la finalizzazione della spesa corrente”.

11032015

8 Commenti

  1. Insomma per un posto da assessore i socialisti di Nigro si inventano anche una lista civica. Complimenti !
    Gli unici che vogliono “posizioni egemoniche” sono quelli del PD, tanto che Licata si è spaventato di fronte alle primarie…
    Solo che non tutti sono pecore a buon mercato come i sopcialisti.

  2. una lista civica politica è un bel controsenso in termini.
    ma se sono 35 socialisti, come le raccolgono le firme per due liste elettorali?

  3. Piuttosto che mollare la sedia i socialisti escono con una lista e salgono sul carro del PD. Dai su e basta non vi sono bastati gli ultimi 5 anni di non-fare? credete che cambiando nome i cittani si dimenticano?

  4. L’ACCOPPIATA CHE I SARONNESI NON VORREBBERO RIVEDERE NELLA SALA DEL CONSIGLIO COMUNALE FANNO UNA LISTA CIVICA…
    BENE NELL’INDECISIONE SAPPIAMO CHI NON VOTARE

  5. Ottimo, lasciate perdere i criticoni. Offerta politicavariegata è sale democrazia.

Comments are closed.