SARONNO – La “guerra del caro estinto” è arrivata anche nella città degli amaretti: nelle ultime ore sulle bacheche degli annunci funebri, da quelle di via Miola a quella in piazza Aviatori d’Italia e compresa quella di via Don Monza, presenti in città sono comparsi dei manifesti abusivi che a caratteri cubitali denunciano presuente irregolarità nella gestione della scelta delle onoranze funebri.

In sostanza, si accusa il personale sanitario di indirizzare la scelta dei parenti del defunto verso alcune agenzie. Nella nota si coinvolge direttamente l’ospedale cittadino e si annuncia la presentazione di denunce alla guardia di finanza e ai carabinieri. Dalla Saronno Servizi, proprietaria delle bacheche che vengono abitualmente gestite in autonomia delle agenzie di onoranze funebri cittadina, arriva la conferma che le affissioni non sono state autorizzate e che di fatto sono abusive. Tanto che dovrebbero essere rimosse a breve.

Benchè le segnalazioni ed appelli di questo tipo siano piuttosto diffuse in molte realtà, tanto che ci sono spessi specifici annunci, dai toni meno forti, anche in molti ospedali il blitz ha suscitato molto clamore in città. Ad essere stigmatizzata la scelta di applicare i volantini accanto, in alcuni caso proprio sopra, gli annunci funebri ed anche i toni visto che l’appello parte con la scritta “Vendita di morti”.

 

17032015

4 Commenti

  1. Perché dov’è la novità? Si sa che il parente sconvolto dal dolore di un defunto, prende per buono ogni consiglio dal personale dell’Ospedale… Il quale assolutamente “senza alcun interesse” , consiglia questa o qell’impresa di onoranze funebri… Saronno fa pur sempre parte di questa nostra Italia, paese di corrotti e corruttori

  2. ho visto la pubblicitá di una impresa di pompe funebri che fa funerali per 1400€.. basta rivolgersi a questi anziché ai soliti noti che ti scroccano 4000€ per unfunerale.

Comments are closed.