CARONNO PERTUSELLA – Furto a don Matteo, è stato preso il ladro che gli aveva rubato l’Ipad. I carabinieri lo hanno identificato dal fotogramma di una ripresa di una telecamera di sorveglianza: a finire nei guai un nomade abitante nell’accampamento di Garbagnate Milanese.

02122014 telecamere videosorveglianza portici saronno (1)

L’episodio era accaduto giusto un mese fa: qualcuno si era introdotto in orario pomeridiano nell’oratorio di via Sant’Alessandro, accanto all’omonima parrocchia, e se n’è andato con l’Ipad di don Matteo Gignoli. Nessuno ha visto nulla e così il 43enne sacerdote, vicario parrocchiale, non ha potuto fare altro che recarsi dai carabinieri e denunciare il furto del dispositivo, valore attorno ai 400 euro. Le indagini dei militari del locale comando hanno portato allo zingaro: era stato ritratto dalla videosorveglianza e considerando che non si tratta di un volto sconosciuto alla legge, si è infine risaliti alla sue generalità. Ha 34 anni, risulta disoccupato e residente nell’accampamento di Garbagnate Milanese. Non è un frequentatore abituale dell’oratorio, dove evidentemente c’era andato proprio in cerca di qualcosa da rubare. Pur smascherato, non ha restituito l’Ipad, del quale non si è saputo più nulla.

(foto archivio)

20032015

5 Commenti

  1. Il numero di nomadi ladri presi solo nell’ultima settimana da un’idea della portata del fenomeno…

  2. e la pena?!? … chiedergli se fosse gentilmente intenzionato a restituire l’Ipad al Don?
    Un po’ di bastonate e foglio di via no?!?

Comments are closed.