SARONNO – “Nell’ottica delle nostre già passate azioni a ricordo dei martiri dimenticati dalla guerra civile scoppiata nel 1943 e forse mai terminata, oggi pomeriggio abbiamo depositato un mazzo di fiori al cimitero in ricordo del 12enne Piero Zuccheretti che il 23 marzo 1944 perse la vita in via Rasella a Roma a causa di un attentato partigiano”. Ad annunciarlo è Luciano Silighini Garagnani, il candidato sindaco della lista civica “L’Italia che verrà”, che già in passato aveva dato vita ad iniziative in ricordo dei caduti durante o a margine della seconda guerra mondiale.

L’obiettivo era quello di colpire il reggimento denominato “polizia Bolzano”. In quella occasione morirono oltre al piccolo Piero anche 33 soldati tedeschi e un altro italiano. Una vicenda che portò poi alla rappresaglia delle fosse ardeatine. Ci stringiamo intorno a chi non ha mai avuto ricordo,a quei Santi uccisi dalla vendetta senza colpa alcuna, ai caduti innocenti di qualunque ideologia politica.

23032015

7 Commenti

  1. Fermiamolo prima che finisca sui giornali nazionali accostato al nome del nostro paese.

  2. L’attacco al battaglione SS Bozen fu un atto legittimo di guerra, il suo revisionismo Sig Silighini MI FA SCHIFO!
    Mi dica Sig. Silighini fra i martiri dimenticati della Guerra Civile ci sono anche i torturatori repubblichini e nazisti giustamente fucilati? Nessun problema a strumentalizzare la morte di un ragazzino in un legittimo atto di guerra legittimo e sacrosanto contro un branco di barbari psicopatici vestiti in tutte le tonalità dal grigio al nero?
    Sig Silighini mio Nonno è stato frustato alla BREDA di SARONNO perché ha scioperato contro la rsi, mio zio ha combattuto da PARTIGIANO proprio nella sua città Genova, era un ALPINO ( ed io sono un ALPINO) , mio padre sedicenne è scampato ad un rastrellamento nazista, e successiva
    deportazione in Germania perché in Ditta Parma faceva per 16 ore al giorno caricatori di mitra.
    STIA ZITTO SIG SILIGHNi .
    SI VERGOGNI E TACCIA
    Ps
    Prego la redazione di essere pubblicato. Ci sono ancora tanti saronnesi che si ricordare quando successe.

  3. Che si ricordano. Scusate mi sono girate le palle a mille davanti a questa provocazione

Comments are closed.