Home Cronaca Citofoni molesti: saronnesi allerta contro falsi tecnici e insistenti promoter

Citofoni molesti: saronnesi allerta contro falsi tecnici e insistenti promoter

0

viale prealpi via alliata saronno dall'altoSARONNO – Tra falsi tecnici e veri promoter porta a porta i saronnesi non hanno dubbi meglio non aprire la porta e contattare la polizia locale. Magari lanciando anche un appello sui social network per mettere in guardia vicini di casa e conoscenti.

Nelle ultimi giorni si sono registrati diversi tentativi di raggiro nella vicina Solaro ma anche nella città degli amaretti. Gli episodi sono diversi e si inseguono sui social network vera fonte di questo genere di segnalazioni perchè molti, se riescono ad allontanare i sedicenti tecnici, preferiscono non allertare le forze dell’ordine ma non rinunciano ad informare altre potenziali vittime per informarle dell’escamotage usato.

Un episodio, raccontato proprio sul gruppo “Sei di Saronno se” è ad esempio quello dell’anziana che ha allontanato una coppia di giovani che le hanno chiesto di esibire le proprie bollette. La donna non solo si è mostrata risoluta nel tenere ben chiusa la porta ma ha intimato, con tanta determinazione ed agitando anche il bastone che utilizza per muoversi, ai due ragazzi di allontanarsi.

A suscitare un ’bout di apprensione anche la presenta di promoter di società che si occupano dell’erogazione di corrente elettrica e gas: sono giovani muniti di tesserino, regolarmente autorizzati dall’Amministrazione comunale, ma che hanno comunque creato un ’bout di subbuglio tanto che sono arrivate molte chiamate  al comando di polizia locale per chiedere se i giovane visti all’interno dei palazzi fossero davvero in possesso di un’autorizzazione.

Purtroppo accanto ai venditori porta a porta non mancano i malintenzionati: basti ricordare che una settimana fa si è verificata la rapina a carico di un’89enne residente nella zona di viale Santuario che aveva ceduto alle insistenze di un tecnico di verificare le condutture della sua abitazione. L’uomo le aveva spruzzato in faccia uno spray urticante ed era riuscito a rubarle il portafoglio con 35 euro.

25032015