GIOVANI UBOLDOUBOLDO – Sconcerto ad Uboldo per quanto accaduto l’altra sera durante la riunione del consiglio comunale: fuori qualcuno ha appiccato le fiamme all’auto del segretario, Francesco Alamia. Decisa, dopo quelli del sindaco Lorenzo Guzzetti, dei gruppi di minoranza Per Uboldo e Progetto per Uboldo, anche la presa di posizione del gruppo “+ giovani per Uboldo”.

Il gruppo “+ giovani per Uboldo” esprime solidarietà al segretario comunale di Uboldo vittima di un vile attentato accaduto nella serata di martedì 31 marzo durante lo svolgimento del consiglio comunale. A seguito di quanto accaduto ci sorgono alcune domande che dovrebbero far pensare tutti, ma soprattutto chi ha commesso questo gesto.

Prima di tutto ci chiediamo dove andremo a finire in questo modo, se tutti di loro iniziativa decidessero di commettere certi gesti semplicemente per il solo fatto che non sempre le cose possano andare come si vorrebbe.
Ma ci chiediamo anche se le persone che commettono certe azioni si rendono conto che non fanno altro che mettere a rischio non solo chi si vuole colpire, ma anche altre persone. Pensiamo proprio di no, perchè se pensassero seriamente alle conseguenze non arriverebbero a tanto.
Inoltre, ci chiediamo se certe persone sono convinte che questa sia la strada giusta per ottenere ascolto o semplicemente per ottenere attenzione. Questo è solo un modo di creare più disordine.

In una situazione come la nostra, in un periodo di difficoltà come questo pensiamo che la vera soluzione sia la Ccllaborazione, l’unione e la partecipazione di tutti per migliorare le cose. Azioni di questo tipo ci rendono un popolo in catene. La libertà si ottiene con il dialogo.
Siamo un popolo libero, comportiamoci come tale.

02042015

1 commento

Comments are closed.