Home Primo piano Soldati sulla Saronno-Seregno? Li chiede il sindaco… di Ceriano

Soldati sulla Saronno-Seregno? Li chiede il sindaco… di Ceriano

38
26

polfer polizia ferroviaria stazione (2)SARONNO – Arriveranno i militari sui treni della linea Saronno-Seregno? Per il sindaco saronnese Luciano Porro non è competenza locale, ma quello della limitrofa Ceriano Laghetto, Dante Cattaneo della Lega Nord, non la pensa così. Ha preso carta e penna ed è tornato a scrivere a tutti gli enti preposti, da quelli ministeriali a quelli di pubblica sicurezza. La richiesta? Quella di includere la Saronno-Seregno, e dunque tutte le sue stazioni comprese le due saronnesi, “Saronno centro” e “Saronno sud”, nel programma nazionale che in situazioni di particolare rischio prevede l’invio dell’Esercito, per presidi e pattugliamenti, che in questo caso non avrebbero luogo soltanto nelle stazioni ed attorno ma pure direttamente sui convogli. Il tutto dopo l’ondata di rapine e violenze avvenute sulla Saronno-Seregno, con molti giovani rapinati da extracomunitari, forse gli stessi nordafricani, spacciatori che utilizzano i convogli di Trenord per raggiungere le aree boschive del Parco delle Groane dove fiorente è lo spaccio di droga al dettaglio.

Cattaneo, non è la prima volta, lancia dunque un appello alle istituzioni; se andasse a buon fine a beneficiarne sarebbero anche i saronnesi, visto che gli episodi criminosi non risparmiano neanche le stazioni cittadine.

05042015

26 Commenti

  1. Bravo il Sindaco di Ceriano che pensa alla sicurezza , mentre al contrario il Sindaco di Saronno ed il PD non ci pensano proprio , per loro è più importante il 30 o addirittura il 15 all’ora della sicurezza dei cittadini !!!!!!

  2. Per Porro non è mai competenza locale e l’ordine pubblico è sempre competenza di altri e così si autogiustifica e si toglie dall’imbarazzo.
    Ben vengano i militari sulla Saronno Seregno ma anche leggi più severe per tutto questo stillicidio di piccoli reati. E lì tocca alla politica nazionale fare sul serio ma non con i tweet.

  3. Per il sindaco Porro non é competenza locale… Mai, per nessun argomento… Mah? Chissà poi perché s’è candidato 5 anni fa, lui non c’entra mai nulla

  4. Buona idea, speriamo che venga applicata.
    Io uso tutti i giorni la tratta Ceriano Laghetto Solaro-Desio, e vi posso assicurare che spesso e volentieri c’è da aver paura in determinati orari.
    Per non parlare di quanta gente strafatta vedo barcollare sul treno.
    Bisognerebbe fare una bella opera di bonifica nel parco Groane adiacente la stazione di Ceriano Groane, perché è li fulcro dello spaccio.

  5. Sono favorevole alla proposta di Cattaneo !,,
    senza tanti fronzoli occorrenti .

    Utente trenord e frequentatore Saronno

  6. Bravo sindaco Che si intéressa dei problemi, non come quel Pilato Che abbiamo purtroppo a saronno Che pensa solo a far CASSA SULLE SPALLE DEGLI AUTOMOBILISTI!!!!!!.

  7. le competenze e le priorità per la giunta Porro sono altre si sa… non le ha capite nessuno per 5 anni (forse neanche lui) ma sono altre.
    E poi andare a cercar fastidi per questi ultimi due mesi di dormiente amministrazione… uffa… che noia.

  8. Come al solito si fanno critiche senza senso. Non è di competenza del comune di Saronno né di quella di Ceriano di garantire la sicurezza nella linea ferroviaria, sui mezzi e nelle stazioni. Dov’è la polizia ferroviaria? Dov’è la società Nord che dovrebbe garantirne la sicurezza? L’esercito non è il caso, perché le competenze sono diverse e dovrebbe saperlo benissimo il sindaco di Ceriano, come qualsiasi altro sindaco. Ma bisogna chiedere la collaborazione delle forze di polizia. Purtroppo in Italia, preferiamo usarle per le partite di calcio…

    • Non sono critiche senza senso. Sono critiche di cittadini che sono stufi di questa situazione e plaudono ad ogni iniziativa che vada nella direzione giusta: anche i militari vanno bene. Sempre meglio che lamentarsi e basta.

      • Sono critiche senza senso quelle rivolte all’amministrazione di Saronno, fatte solo per propaganda politica di basso livello che continuano su queste pagine da ormai almeno due anni. Giustissimo criticare quando bisogna farlo, ma venire a criticare una cosa che va oltre alle competenze dei singoli sindaci è ben altra cosa. Guardati i commenti e giudica. Non è così che si guadagnano voti, anzi il contrario.

        • Io ho guardato i commenti e da pendolare di quella linea giudico che questa iniziativa del sindaco di Ceriano sia assolutamente positiva, anzi se potessero iniziare domani mattina sarei contentissimo. Assolutamente di altra natura rispetto al sindaco di Saronno che ha sempre sostenuto che a Saronno non ci fossero problemi di sicurezza, cosa innegabilmente falsa e sotto gli occhi di tutti (soprattutto in zona stazioni).
          E se devo dare un giudizio trovo che lei sia evidentemente di parte e faccia di tutto per sostenere un’amministrazione che si trova in una situazione indifendibile vista la quantità di errori commessi, in primis sul fronte viabilità.

          • Io non sostengo uno schieramento e soprattutto non tifo per uno schieramento, come fa lei o chi aggiunge commenti di questo tipo. Qui il problema riguarda soprattutto la sicurezza pubblica in strutture di una società che fornisce un servio. Ci sono due soggetti che devono soprattutto garantirne la sicurezza e la facoltà di intervenire: NON sono i sindaci dei comuni interessati, ma sono polizia e Nord. I primi, che dovrebbero pattugliare con costanza stazioni e treni, oltre al territorio (in sinergia con i carabinieri) e i secondi che dovrebbero avvalersi anche di una sicurezza privata per garantire l’incolumità dei propri utenti. PUNTO. Tutto il resto sono critiche come al solito da tifosi. Il vero e grosso problema di tutto il nostro territorio è stato che per anni e anni, le forze di polizia, a partire dalla polizia locale, ma anche carabinieri e polizia sono state soggette a tagli costanti, e anche molte delle forze politiche che ora ne fanno una campagna sono responsabili perché tali talgi sono avvenuti anche quando erano al governo. A livello locale, poi dovrebbe sapere benissimo cosa è successo, oggi le forze di polizia locale sono ai minimi storici perché le amministrazioni non hanno soldi per poterle ampliare, meno soldi che restano sul territorio, zero possibilità di assunzioni esi potrebbe continuare. Per anni, moltissimi comuni hanno vissuto sugli oneri, svendendo il proprio territorio e ritrovandosi oggi con una popolazione ampia ma servizi insufficienti. Io queste cose le dicevo anche decine di anni fa, solo che andava tutto bene, perché basta che il vigile non mi faccia la multa e allora andava tutto bene. Vada a vedere in che situazione si trova la polizia locale in vari paesi intorno a Saronno: a Gerenzano per anni quasi non c’è stata e ora mi dicono che oltre all’orario d’ufficio non c’è nessuno, idem per altri comuni. Come si fa a voler la sicurezza se si è la causa stessa di queste situazioni?
            Quindi bisogna lavorare da una parte a livello legislativo e smetterla con indulti, impunibilità, sconti di pena (cose inserite anche nei governi di destra non solo di sinistra), avere cioé la certezza della pena e della condanna effettiva! Per una volta bisogna pensare ai diritti del danneggiato non del condannato. E poi tornare a dare ai mezzi di polizia e carabinieri risorse sufficienti per occuparsi del territorio. Mi auguro che con le elezioni i nuovi amministratori possano migliorare la situazione a Saronno, ma sono più che certo che di qualsiasi colore politico sarà la nuova amministrazione, certi problemi resteranno e allora voglio vedere i commenti su questo sito come saranno. Se non si cambia alla base, è dura. Noi oggi preferiamo mandare centinaia di agenti di polizia tutte le domeniche alle partite di calcio o impiegare i carabinieri per scortare politici…

  9. Ottima proposta del sindaco di Ceriano. La situazione su quella linea è insostenibile, serve tutto l’aiuto disponibile per ripristinare la legalità.
    Ovviamente Porro al solito ha in mente altro: pitturare di giallo il centro della Varesina. Molto utile.

    • Vedrete che pittura re di giallo il centro di via Varese tornerà molto utile,
      quando sarà o il momento le zanzare andranno tutte li!!!!

      E questo il vero scopo .
      lungimirante?

  10. Presidio fuori dalla stazione di Saronno centro è necessario per fermare il degrado e lo schifo che quotidianamente si vede … a tutte le ore.

  11. Porro dice di chiedere ad altri e risposte non ne arrivano.
    Cattaneo fa il brillante, grida al vento, nessuno lo ascolta, risposte non ne arrivano lo stesso, ma si fa bello come se avesse risolto il problema.

    • Veramente Porro & Nigro hanno sempre sostenuto che la situazione a Saronno fosse “sotto controllo”.

  12. Complimenti a (quasi) tutti quelli che hanno commentato…i furti e le aggressioni in questione sono successe su treni che viaggiavano tra Ceriano-Solaro e Ceriano-Groane, due stazioni su territorio cerianese. Che diavolo centra Porro e Saronno?! Sempre dietro a fare propaganda, ma andate ad attaccare manifesti che fate prima.

    Per quanto riguarda la “richiesta” di Cattaneo…siamo alle solite. Ridicoli proclami buttati al vento giusto per racimolare un ’bout di attenzione: che il buon Sindaco di Ceriano pensi più alla sua carriera nella Lega che ai suoi concittadini è abbastanza chiaro.

    Parla e parla, fa conferenze e rilascia interviste. Colleziona pacche sulle spalle dai suoi superiori, ma i problemi di Ceriano li risolve? No. C’è stata un’impennata di criminalità nel mio comune, e la risposta qual’è? Sempre parole, mai un fatto concreto.

    Avanti così, che andiamo bene.

    • Se vuole commentiamo l’ennesima rissa zona stazione di Saronno. Ennesima di enne !
      Oppure i recenti furti sempre a Saronno, uno con rapina ai danni di un phone center e uno in chiesa (!!!), senza contare i tanti furti nelle abitazioni di anonimi saronnesi di cui questo sito non fa menzione. O ancora i danneggiamenti di auto in sosta vicino alle stazioni centrale, Sud o in via amendola. Vado avanti o mi fermo ?
      Questi fatti sono TUTTI di pertinenza del territorio saronnese. E il nostro Sindaco ha sempre proclamato che “era tutto sotto controllo”.
      A me sembra che il sindaco di Saronno sia molto peggio di quello di Ceriano 🙂

    • commentiamo un articolo che apre citando il sindaco di Saronno, Luciano Porro, che nega la competenza locale… o non siamo più in grado di leggere?!?

    • Complimenti a te Alessandro che non arrivi neanche a capire che la competenza territoriale riguardante l’ordine pubblico e la legalità accomuna in modo strettissimo Ceriano e Saronno. Gli spacciatori che smerciano nel Parco del territorio cerianese sono gli stessi che si accordano e si riforniscono intorno alla stazione di Saronno …. e si spostano proprio sfruttando i treni Trenord facendo a tempo perso qualche rapina per arrotondare i proventi… Quindi piantiamola di dire non è competenza mia, è competenza di quell’altro…. il problema va affrontato in sinergia su tutto il territorio dei vari comuni limitrofi … solo che ci sono sindaci e sindaci e diciamo che quello di Saronno non ha certo mai brillato per pragmatismo …. negando, come ha fatto, per tutto il suo mandato l’evidenza

  13. La sicurezza sui treni purtroppo non è un problema solo di Ceriano o Saronno i viaggiatori vengono derubati, i capo treni picchiati e le carrozze distrutte su tutta la rete ferroviaria. Chi dovrebbe garantire la sicurezza sui convogli non sono certo i comuni o l’esercito bensì le società gestori del servizio di trasporto a cui l’utente paga il biglietto. L’esercito non potrebbe presidiare per sempre e tutti i convogli!!! Nello specifico di Ceriano anzichè l’intervento dell’esercito potrebbe essere più utile chiedere a Trenord di sopprimere la fermata Ceriano-Groane, che presumo proprio per problemi di sicurezza, sia poco utilizzata oltre alla riduzione del numero delle carrozze che formano i convogli. I treni sono lunghissimi e quasi sempre semivuoti, concentrare i viaggiatori in poche carrozze sarebbe sicuramente più sicuro. Per quanto riguarda lo spaccio di droga forse il sindaco di Ceriano non lo sa (o non aveva la necessità di farsi pubblicità) ma c’è sempre stato, prima avveniva in zona cimitero di Ceriano, con il ripristino della ferrovia si è spostato verso la frazione Brollo, purtroppo gli extracomunitari spacciano ma gli italiani contunuano a comprare!!!

    • La sicurezza sui treni è compito della società di trasporti…ma il territorio in cui i criminali “lavorano” è quello di Ceriano. I criminali non vivono a bordo dei treni, li usano solo per spostarsi.

      E’ nel comune di Ceriano che ci sono furti, rapine, incendi dolosi e spaccio di droga…ed è sul territorio comunale che i criminali dormono, mangiano e vivono.E il buon sindaco di Ceriano non fa NULLA per contrastarli. NIENTE, a parte dei ridicoli comunicati che lasciano il tempo che trovano.

      Se anche mettessero l’esercito sui treni Albairate-Saronno che cosa otterrebbe? I criminali eviterebbero i treni, ma continuerebbero a viviere e fare i loro comodi nel comune che Cattaneo dovrebbe amministrare e proteggere. Dovrebbe.

      • secondo me vivi nel mondo delle fiabe caro alessandro leggi il titolo del articolo tu non stai criticando il sindaco ma la persona cattaneo finiscila e rosica x altri 5 anni e di più 🙂

  14. L’esercito al limite sarebbe utile per passare al setaccio quei boschi, raccogliere gli individui che vi pascolano e fargli “passare la voglia” di tornare.
    Concordo pienamente con la riduzione delle carrozze e con una diversa gestione della fermata Ceriano-Groane.

Comments are closed.