CARONNO PERTUSELLA – Nel weekend appena trascorso tanta era l’attesa per scoprire quale squadra del campionato cadetto di tchoukball sarebbe stata promossa direttamente in serie A e chi avrebbe dovuto invece affrontare Bergamo TB e Ferrara Oldnuts nello spareggio decisivo. Otto erano le compagini impegnate in quel di Caserta e ben 3 di queste provenivano dalla Lombardia. In particolare Caronno Sharks, Castellanza Shogun e Solaro Sparks avevano il compito di tenere alto il nome del girone nord-ovest.

caronno tchoukball

La squadra caronnese doveva confermare quanto di buono visto durante gli scorsi playoff e nel corso della stagione, mentre Castellanza e Solaro partecipavano puntando più a far bene e ad accumulare esperienza necessaria per gli anni a venire. Venendo al tchoukball giocato, le prime partite sono state ovviamente i quarti di finale, giocati tutti il sabato. I Caronno Sharks senza problemi e anzi dominando, mettono in mostra le loro doti e vincono 68-29 con l’Atletico PKH Caserta, padroni di casa. Anche i Castellanza Shogun portano a casa, seppur con qualche difficoltà soprattutto nei primi due tempi, una vittoria preziosissima con i Blue Wallers Empoli (58-44 il risultato finale).

Unica sconfitta lombarda di giornata invece per i Solaro Sparks, che pur mettendocela tutta e dimostrando tutto il loro valore in un match tirato ed avvicente, che li vede mettere molto in difficoltà i White Wallers Empoli, perdono 59-53. Solaro che però si rifarà nella seconda partita in programma con l’altra squadra empolese, imponendosi soltanto di un punto (50-49) e nella finale per il 5’/6′ posto, dove riescono a mantenere un ritmo sufficiente e discreto per poter portare a casa la vittoria (49-48) sulla comunque dignitosa squadra estense dei Wildnuts Ferrara. A non deludere i pronostici è però Caronno! Infatti dopo una semifinale mozzafiato con i Lendinara Dragons, in cui i veneti per circa due tempi riescono a mettere in seria difficoltà gli “squali”, giungono alla finale con i temuti e molto forti White Wallers Empoli, vincitori ai danni di Castellanza nella seconda semifinale.

La finale è al cardiopalma! Durante il primo tempo le due squadre si equivalgono sia in fase offensiva che difensiva e gli Sharks riescono a concluderlo in vantaggio di qualche punto. Secondo tempo invece che vede i tchoukers caronnesi subire troppi punti. In particolare dal miglior marcatore empolese Francesco Desii, che costringe l’allenatore dei Lombardi a cambiare formazione in campo. Nonostante ciò, gli Empolesi continuano ad incrementare il loro vantaggio portandosi a +8 punti al termine del secondo tempo. Nel terzo parziale però si realizza l’impresa che non ti aspetti! Caronno scende in campo motivata e dopo qualche minuto inizia la “remuntada” impensabile! Recupera lo svantaggio in breve tempo, si porta addirittura in vantaggio e a un minuto dalla fine chiude la partita (65-61) da grande squadra, conquistando così una meritatissima serie A.

Oltre a questa soddisfazione si aggiunge anche il 3′ posto finale dei Castellanza Shogun, che potranno cosi disputare lo spareggio promozione con i Ferrara Oldnuts!

24042015