14042015 de corato a saronnoindelicato (1)SARONNO – “Si sente spesso porre la distinzione fra sicurezza reale e sicurezza percepita. Si tratta però, assai spesso, di una distinzione posta da persone che vogliono negare il problema della sicurezza. Si tratta insomma di una operazione politica travestita coi panni della psicologia sociale”. Ad affermarlo il coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia, Alfonso Indelicato.

Ciò che si vuole dire è che, in realtà, un problema sicurezza non esiste o che la criminalità possiede, a Saronno come in Italia, dimensioni tutto sommato fisiologiche ed accettabili, le quali vengono ingigantite proprio dalla percezione distorta di chi affronta il problema e riflette su di esso.
Le cause di questa distorsione, di questo presunto ingigantimento del problema sicurezza, risiederebbe, stando al parere di questi interessati sociologi, nell’eccessivo spazio concesso dai media alla cronaca nera, nella psicosi collettiva che questo tipo di informazione determina, infine nella paura diffusa ad arte dalle Destre per attuare politiche securitarie o comunque per portare a casa un tornaconto politico.

Ma queste affermazioni trovano una inconfutabile smentita nella dolorosa esperienza delle moltitudini che sono oggetto di aggressioni, scippi e rapine, che hanno la propria abitazione devastata e spogliata, che subiscono furti ed atti vandalici contro le loro automobili parcheggiate in strada (esemplare qui a Saronno il caso della Cascina Ferrara, dove l’opera di devastazione è ormai endemica) che vedono i loro esercizi esposti sulla strada soggetti a furti, effrazioni, spaccate.

E non convince, in proposito, l’affannoso ricorso alle statistiche dei fatti criminosi coi relativi “trend” che, secondo la sinistra, sarebbero in discesa. A parte il fatto che la medesima ricerca affidata a differenti agenzie produce sempre risultati diversi, si deve riconoscere che tali statistiche sono lontanissime dalla realtà per il semplice fatto che la gente non denuncia più la maggior parte dei fatti criminosi dei quali è vittima: sa bene che sarebbero fatica e tempo sprecati. Ancora una volta, insomma, si copre sotto il mantello di una disciplina scientifica e della sua supposta oggettività una verità di comodo: vecchio trucco che ben conosciamo.
Lasciamo, dunque, la sociologia e la psicologia e la statistica dove devono stare, e soprattutto evitiamo di piegarle alle esigenze politiche: la criminalità comune a Saronno è in aumento, è sempre più impunita, e attende una Amministrazione che si adoperi per combatterla non con le chiacchiere spese alle tavole rotonde, ma con l’ elementare scabra efficace eloquenza dei fatti.

16052015

3 Commenti

  1. >Lasciamo, dunque, la sociologia e la psicologia e la statistica dove devono stare, e soprattutto evitiamo di piegarle alle esigenze politiche: la criminalità comune a Saronno è in aumento, è sempre più impunita, e attende una Amministrazione che si adoperi per combatterla non con le chiacchiere spese alle tavole rotonde, ma con l’ elementare scabra efficace eloquenza dei fatti.<

    No mi dispiace i numeri sono numeri, chi semmai piega i numeri alle proprie esigenze politiche è esattamente la sua parte egregio signore, e non esistono poi differenti agenzie ma il report ufficiale annuale del Ministero degli interni.

    • ah bhe, se esiste il report ufficiale di Alfano, allora andiamo tranquilli… a Saronno il problema sicurezza non esiste, le notizie quotidiane sono faziose, i cumuli di clandestini a delinquere in centro e in stazione sono “manovrati” dalla destra, i furti in casa sono simulati dai suoi sostenitori e le rapine agli studenti simulate dai loro figli.
      Ma non era la temperatura che si distingueva in reale e percepita?… la delinquenza o non c’è o la percepisci perché c’è!
      Il report annuale che dice di Saronno?!?… erudiscici…

  2. Oggi nella nostra città c’è una nuova bandiera che sventola, cittadini Saronnesi Onesti incensurati, siamo in 24 candidati nella lista del MoVimento 5 Stelle con il nostro grandioso Candidato Sindaco, facciamo PAURA talmente paura che arriva a spaventarci il signor B., La Russa, la Seracchiani, Salvini. Noi giovani del MoVimento 5 Stelle siamo preparati, pronti a governare da cittadini con e per i cittadini a piccoli passi. Nessuna promessa tre parole chiave Trasparenza – informazione – Partecipazione. Saremo la spina nel fianco di chiunque vada a governare la nostra Saronno.

Comments are closed.