30032015 apertura gilli point (5)SARONNO – “Prima delle elezioni, faremo un seminario di studio sull’organizzazione del Comune e sugli atti amministrativi”, aveva detto qualche settimana fa ai candidati consiglieri delle quattro liste che sostengono la sua candidatura a sindaco. E ha mantenuto la promessa: sabato mattina il Prof. Pierluigi Gilli “salirà in cattedra” per fare scuola amministrativa.

Penso che sia una buona opportunità, soprattutto per i neofiti, quella di investire un po’ di tempo per studiare insieme, almeno sommariamente, quali sono gli organi e le funzioni del Comune, come è fatto e come si legge un atto amministrativo – spiega il candidato sindaco – Per amministrare è fondamentale essere preparati, conoscere i meccanismi che regolano la macchina comunale, saper tradurre le idee in provvedimenti e osservare scrupolosamente la legittimità degli atti”.

E così, sabato 23 maggio, a partire dalle 10, al Gilli Point si terrà la prima lezione rivolta ai “suoi” studenti, che stavolta non sono quelli universitari.

In questo primo incontro fungerò io da introduttore, mentre successivamente inviteremo esperti qualificati, che si alterneranno per questa scuola volontaria – prosegue GilliCome recita una famosa frase, “nessuno nasce imparato”: è importante che chi si propone come candidato e, successivamente, da eletto, non improvvisi. La buona volontà è un potente carburante, ma è necessario sapersi muovere correttamente in un mondo municipale in cui le trappole di leggi, regolamenti e prassi sono disseminate dappertutto”.

Precisa poi che alla domanda “Perché ha deciso di ricandidarsi?”, ha risposto più volte che “sento il dovere di trasferire ai nuovi amministratori, soprattutto ai più giovani, quanto io stesso ho imparato nella mia vita politico-amministrativa. È un dovere etico, per distribuire, in un patto tra generazioni, l’esperienza e i saperi che aiutano a decidere. Prepararsi per essere buoni amministratori non è facile, però bisogna farlo, per non ridurre l’impegno politico a vuote chiacchiere da caffè o a confronti urlati su progetti demagogici”.

Conclude: “Per me sarà un vero piacere crescere insieme per dare un contributo di efficacia, di efficienza, di consapevolezza e di responsabilità al governo della nostra città. Un grazie anticipato agli studenti”.

Al seminario parteciperanno anche candidati al consiglio comunale di Origgio e di Turate.

11 Commenti

  1. Dove si trova il capolinea del bus navetta per andare dal centro al Gilli’s point?
    Sarei interessatissimo al convegno, ma arrivare fino a là a piedi e tornare……

  2. comincia a mettere in pratica i suggerimenti di silvio. lo stesso che faceva per i sindaci di fi agli inizi della sua carriera (?) politica

  3. certo che se insegna come governare come ha fatto lui negli ultimi cinque anni, di amministrazione povera saronno

  4. Non è una notizia di interesse pubblico giacché non é rivolta a tutti, ma solo ai suoi adepti.
    E’ uno spot elettorale.
    Interesse pari a zero.

  5. E’ più che una sensazione, ma Gilli sta sfruttando mediaticamente il programma di Saronno al Centro: ha parlato di nonni amici, di sportello anziani,di sussidiarietà e di scuola per giovani. Sono tutti temi che compaiono nel programma di SAC.
    Ottimo esempio di copiatura e di mancanza di idee proprie.

    • Scopiazzatura?
      Ma dai, va bene denigrare gli avversari, lo metto nel conto; ma almeno con ragionevolezza; non ho proprio bisogno di scopiazzare nulla; i “Nonni Amici” li ho “inventati io una decina di anni fa…; la sussidiarietà è un concetto di cui si parla da decenni (non credo proprio che alcuno ne abbia il monopolio o lo abbia brevettato); lo “sportello Anziani” è un forte suggerimento della lista “Pensionati” (che suppongo siano… competenti in materia…); di scuola di amministrazione ho parlato sin dal primo giorno della mia candidatura; ritengo di avere qualche competenza in punto, non tanto per la prassi che ho seguito in dieci anni di amministrazione (appunto), quanto per il mio bagaglio professionale ed universitario.
      Non ho mai pronunciato pubblicamente una parola sulla lista SAC, né ho intenzione di farlo; è una lista come le altre, che si propone legittimamente ai Saronnesi. Avrei anch’io qualche appunto da fare, ma me ne astengo, non ne vale la pena. Non scopiazzo nemmeno in questo senso…
      Buona continuazione della campagna elettorale, signor (o signora) anonimo/a.

      • Caro Gilli, è pur vero che ciascuno può dire ciò che vuole anche dimenticando la verità, ma credo che vada detto qualcosa in merito alle sue affermazioni:
        – L’iniziativa Nonni amici è stata promossa da un Suo assessore che ne ha avuto l’idea. Lei l’ha semplicemente accolta, ma non può farla Sua;
        – La sussidiarietà non è mai stata da Lei applicata in 10 anni di sindaco, a meno che non Lei non faccia riferimento alle agevolazioni date a qualche persona a Lei amica che tutti ancora oggi ben ricordano;
        – Lo sportello anziani, che Lei non ha mai aperto in 10 anni di sindaco, afferma che Le è stato suggerito dalla lista pensionati; peccato che qualcun altro, pur non avendo la lista pensionati, l’aveva proposto prima di Lei;
        – La scuola di amministrazione per giovani avrebbe avuto 10 anni di sindaco per proporla e attuarla, ma non l’ha mai fatto. Peccato che adesso ci pensi dopo che qualcun altro l’ha proposta.
        Questa è la verità. Le altre, quelle che Lei usa, sono solo parole.

      • “sento il dovere di trasferire ai nuovi amministratori, soprattutto ai più giovani, quanto io stesso ho imparato nella mia vita politico-amministrativa. È un dovere etico ….”

        Ma non ci sara’ un po’ troppa presunzione in queste Sue parole ? Non crede che i Suoi trascorsi come Sindaco siano ben lungi dal proporsi come modelli assoluti di perfezione ?

        Magari oltre alla Lectio magistralis sarebbe ottima anche una Sua Lectio In spiritu humilitatis.

        Non basta saper leggere bene un atto.. E’ importante saper interpretare i reali bisogni della comunita’..

  6. immagino che dopo un paio di ripetizioni private di diritto amministrativo avremmo dei super-amministratori

Comments are closed.