interno treno trenord vuotoSARONNO – I figli rompono, ed i padri adesso rischiano di pagare cifre da capogiro: è il caso del terzetto di minorenni d’origine nordafricana arrestati dai carabinieri per violenza sessuale e sequestro di persona nei confronti di una coetanea, ma chiamati anche a rispondere di danneggiamenti aggravati ed interruzione di pubblico servizio per quanto fatto poco prima su un convoglio della linea Albairate-Saronno di Trenord. Tutto quel 8 gennaio scorso quando avevano praticamente distrutto tre carrozze, rompendo i vetri con i martelletti d’emergenza presenti sui vagoni e ricoprendo tutto di polvere anti-incendio, visto che avevano svuotato sulle carrozze il contenuto di un estintore.

La procedura per Trenord è sempre la stessa, in questi casi: quando i teppisti vengono identificati nei loro confronti l’ente ferroviario si costituisce parte civile ed in tribunale chiede a loro, o dei loro genitori in caso di minorenni, di rifondere tutti i danni. In questo caso di migliaia di euro.

(foto archivio)

22052015

10 Commenti

  1. I padri rischiano di pagare? I padri DEVONO pagare i danni fatti dai loro cari bambini !
    E se non pagano vanno messi sulla prima nave e rispediti al mittente.

  2. come minimo! … e se non hanno i soldi possono sempre chiedere un prestito al sig. Norberto Achille 🙂 … ha via 600mila euro.

  3. secondo me questi non pagheranno un soldo metteranno un avvocato e via al balletto delle nostre leggi.. non ci bastavano i nostri delinquenti nostrani ci volevano pure gli africani !!

  4. ormai saronno è in mano alla gentaglia e nessuno farà nulla per cambiarla, pertanto tra un paio di anni ci abiteranno solo marocchini spacciatori e gentaglia nostrana, qualche panca bestia(non ho nulla contro di loro premetto i panca bestia sono educati mica come i saronnesi finti signori), grazie sindaco

  5. ci deve essere un motivo perche’ l’ occidente non sta bloccando l’ isis.. e noi schiavi del dio denaro stiamo vendendo pezzo per pezzo la nostra eccelleza ai sultani pieni di soldi ma chi crede in. Dio lo sa davanti a lui siamo tutti uguali e giustizia ci sara’ in un’ altra vita .. non in questa!

Comments are closed.