SARONNO – Operazione anti-bracconaggio nel Varesotto da parte del corpo faunistico della Provincia di Varese.

fucile bracconieri

Nella rete, nei giorni scorsi, sono finite due persone. Tutto ha fatto seguito ad un intervento del nucleo faunistico nel Varesotto sulla scena di un incidente avvenuto l’altro giorno nella zona del varesotto, con i carabinieri. In un’auto il rinvenimento di una carabina calibro 22 L.R. e di una carabina marca Remington calibro 308 W, di relative munizioni e ottiche da puntamento notturno (visori notturni) con attacco rapido applicabili alle suddette carabine. In accordo con i carabinieri gli agenti della Faunistica si sono poi recati nell’abitazione di uno dei soggetti interessati, a Vergiate, per verificare la regolarità della detenzione delle armi e munizioni.

Le armi detenute erano regolarmente denunciate, così come le munizioni da caccia, mentre si accertava il possesso di cartucce caricate a palla unica per armi comuni da sparo oltre il limite consentito. Si procedeva quindi al sequestro di: 517 cartucce a palla unica di calibro 22 L.R. cariche ed in buono stato, 51 cartucce a palla unica di calibro 38 special, cariche ed in buono stato; 1 cartuccia calibro 7,65 parabellum carica ed in buono stato di cui il soggetto non detiene armi idonee compatibili a detto calibro; 1 cartuccia calibro 6,35 marca Fiocchi carica ed in buono stato di cui il soggetto non detiene armi idonee compatibili a detto calibro; 2 cartucce di calibro 38 corto. In totale 572 cartucce caricate a palla unica. Gli atti redatti sono stati trasmessi alla Procura di Busto Arsizio.

“Anche in questa fase di trasformazione e cambiamento – rileva il consigliere provinciale incaricato, Fabrizio Mirabelli – la Provincia non ha mai smesso di lavorare per attuare misure di difesa del territorio e tra queste vorrei citare il piano antibracconaggio, varato di recente e che sta dando ottimi risultati. Alle brillanti operazioni eseguite solo qualche settimana fa, ora si aggiunge quella del 23 maggio scorso, condotta in collaborazione con i carabinieri. Ed è proprio questa sinergia tra forze dell’ordine il valore aggiunto della sicurezza in generale, sempre frutto di un lavoro di squadra”.

(foto archivio: precedente sequestro di un’arma di bracconiere)

28052015