SARONNO – C’era anche una rappresentanza di corridori saronnesi alla gara di ultra maratona andata in scena in Veneto lo scorso fine settimana.

Un evento fra lo storico e lo sportivo quello avvenuto domenica 7 giugno a Bassano del Grappa, grazie ad un selezionato gruppo di ultramaratoneti è stato possibile ripercorrere l’Antica via del tabacco rivivendo il lunghissimo ed estenuante percorso dei contrabbandieri che per anni sfidarono le forze dell’ordine e la fatica con le loro gerle sulle spalle.

via contrabbandieri

Un lungo susseguirsi di stretti sentieri fra boschi e canyon lungo quaranta chilometri e con l’incredibile sviluppo metrico di quasi 6000 metri di dislivello verticale fra salite e discese con pendenze sino al 40 per cento. A rendere ancor più dura l’impresa le temperature che per tutta la giornata si sono attestate fra i 35 gradi dei tratti più ombreggiati ed i 37 del tratto finale corso lungo le sponde del fiume e fra le vie del centro storico cittadino. Grazie alle moderne tecniche di allenamento ed all’elevatissimo livello di condizionamento fisico degli sportivi presenti è stato possibile compiere il percorso, che un tempo richiedeva due giorni di cammino e fatiche, in meno di dieci ore. All’arrivo fra gli applausi di un folto pubblico gli ultra trailers hanno potuto godere dei doni dell’organizzazione che prevedevano un abbondante pasta party ed un vero bottino da contrabbandiere fatto di birre artigianali,dolci tipici ed i sigari ancora prodotti manualmente sul territorio. Un vero tributo alla storia del luogo ed alla determinazione ed alla fatica, valori che forse le nuove generazioni in un tempo di crisi cercano di riscoprire e rivalutare.

Il commento del comitato organizzatore

L’Antico Trail del contrabbandiere percorre interamente l’Altavia del tabacco. Fu così chiamata appunto per il tipo di coltivazioni che avveniva nei terrazzamenti durante il periodo della repubblica della Serenissima,successivamente con l’impero austro-ungarico ed infine durante il periodo del Risorgimento e la formazione dello stato Italiano. Attualmente la coltivazione del tabacco è marginale, si punta più ad un prodotto di qualità e di nicchia. L’Altavia del tabacco si sviluppa lungo il Canal di Brenta in Valsugana, circondato dalle pareti rocciose del Massiccio del Grappa e dell’Altipiano dei “Sette comuni”, offre immagini caratteristiche e poetiche con tutta una serie di borgate allungate sulle sponde del fiume: “La Brenta”.

Nasce da una così grande storia l’idea di un trail in semi-autosufficienza che ripercorra interamente la strada che una volta i contrabbandieri di tabacco usavano per “vivere”, passando sopra i vari paesi che hanno fatto la storia del nostro territorio,mai transitando per i centri abitati,ma solo sfiorandoli. Come d’incanto è possibile gustare luoghi ormai in disuso, tra creste erbose,ed insenature nelle valli più impervie,a due passi dalla civiltà e dalla frenesia della vita moderna. L’arrivo è posto nel centro storico di Bassano del Grappa, in piazza Libertà, transitando per il Ponte degli Alpini.

11062015