SARONNO – Lo scorso martedì a Palazzo Lazzaroni a Saronno è stato assegnato l’ambito premio professionalità, che ogni anno il Rotary Club di Saronno riconosce a persone che si sono distinte per particolari meriti nella loro carriera lavorativa.

Quest’anno le vincitrici sono state due donne.

Elena Bossi: laureatasi con 110 e lode in medicina ha iniziato la sua carriera al Policlinico di Milano. Nell’83 acquisisce la seconda specializzazione in oncologia e in tale ambito nel ’94 è diventata una professionista di riferimento per l’Ospedale di Saronno, fina a quando nel 2002, con l’apertura nello stesso presidio dell’Unità operativa di oncologia si è dedicata a tempo pieno a questa, portando grande competenza scientifica e grande umanità. Da quasi un anno è in pensione, ma continua la sua attività come libera professione e mantiene contatti con la stessa Unità operativa ed è docente di medicina nel corso di infermiere volontarie della Croce rossa italiana.

Chiara Volonté: docente di educazione fisica al liceo scientifico di Saronno. E’ stata fra le prime in assoluto in Italia ad introdurre lo sport del tchoukball portando la squadra locale di Saronno, la Castor e vincere per diversi anni il titolo di campioni d’Italia. Questo gioco è basato su un ideale fondamentale: fare capire il potenziale educativo dello sport ad un maggior numero possibile di persone. In questo modo il tchoukball è concepito come attività scolastica, gioco familiare, passatempo rilassante e anche come sport competitivo. I suoi maggiori vantaggi sono: il fatto di essere soprattutto un gioco non aggressivo, destinato a rendere le partite divertenti e piacevoli, sia tra i club che tra le nazionali. Il fatto di avere delle regole che obbligano i giocatori a rispettare i loro avversari, che non possono essere ostacolati dal corpo a corpo o placcati, come accade così spesso al giorno d’oggi, rende unico questo gioco.

27062015