Home Primo piano Paleardi e il sindaco Fagioli salvano i pesci dalla secca del Lura

Paleardi e il sindaco Fagioli salvano i pesci dalla secca del Lura

54
16

SARONNO – Pomeriggio di mobilizzazione oggi nella città degli amaretti per salvare i pesci dalla secca del torrente Lura: partendo dall’appello di Alberto Paleardi, rilanciato anche da Legambiente (che già in mattinata aveva organizzato una biciclettata di sensibilizzazione) è stato deciso un intervento per aumentare l’acqua nell’unica pozza del torrente in cui si erano concentrati migliaia di pesci.

Alle 16 una squadra di vigili del fuoco sono arrivati sul posto ed hanno collegato l’idrante “pompando” nel torrente oltre 15 mila litri d’acqua. A scendere nel letto del torrente sono stati un gruppo di volontari di Legambiente tra cui il portavoce Paolo Sala, Morena Bosaia e Alberto Paleardi.

Sono poi arrivati sul posto gli operai comunali che hanno realizzato un collegamento provvisorio affinchè il livello dell’acqua non scenda nelle prossime ore. Sul ponte di via Tommaseo a seguire le operazioni, anche per deviare il traffico ed evitare che la presenza di curiosi potesse creare ostacolo alla circolazione anche il comandante della polizia locale Giuseppe Sala e una pattuglia della polizia locale.

“Adesso non vorrei farne un caso: Lurologo Paleardi mi ha segnalato quest’emergenza. Abbiamo realizzato un intervento tempestivo per alimentare la pozza con acqua. Ovviamente nelle prossime ore chiederemo agli enti preposti di valutare il problema e di risolvere la situazione”.

28062015

16 Commenti

  1. Abbiamo carenza di acqua e la sprechiamo per salvare quattro pesci transgenici?
    Speriamo sia acqua di prima falda.

  2. sindaco perfavore non iniziamo a perdere tempo come Porro, lasciamo stare i pesci e pensiamo agli spacciatori che ho sotto casa! Grazie

    • Hai ragione sulle priorità. Va però detto che l’intervento di Fagioli è stato molto “rapido” e non penso abbia sprecato molta acqua. Può starci, ovviamente non bisogna perdere il focus sull’emergenza sicurezza

      • c’è una scala di priorità che pare non aver colto quali la”denuncia” di un abitante
        “abitare in questa zona è ormai impossibile. Capannelli di sta gentaglia al pascolo ogni 200 mt. e dopo le 20.00 impossibile passare indisturbati in via Ferrari, via Luini e dintorni. Piange il cuore vedere la cittadina dove siamo nati, le vie in cui siamo cresciuti ridotte una m…da!!!
        Non mi interessa di che colore sia il sindaco o di chi sia la competenza, certo è che se non si interviene in fretta è finita… o forse è già tardi.
        Retate ed espulsioni, una volta alla settimana, così come passa il camion a pulire le strade… uguale.
        è razzismo ?!? … no è “realismo”.”

        e allora che si fa ? Si replica?

  3. Commenti intelligenti e di alto spessore culturale, oltre che utilissimi ovviamente.
    Salvare dei pesci, belli o brutti che siano, equivale a far dilagare la micro e macro criminalità oltre che ovviamente a far morire di sete noi poveri saronnesi…

    Io a questo punto eviterei anche di tagliare i prati su rotonde, aiuole e parchi comunali di Saronno in modo da non sprecare soldi utilissimi per combattere lo spaccio in zona stazione.
    O ancora meglio si potrebbe lasciare solo terra viva cosi’ nel contempo si risparmierebbe anche sull’acqua utilizzata per l’irrigazione!

    Siete dei grandi!

    • Sarebbe utile che il sindaco avesse la stessa celerità nella risoluzione di problemi vivi di Saronno – immigrati, spacciatori etc- Capisco per questi ci vuole il Quid

      • Ogni gesto comporta determinate tempistiche.
        Aprire un rubinetto per riempire una pozza non penso abbia le stesse tempistiche di combattere la criminalità ed il degrado che ad oggi attanaglia la nostra città.
        Diamo al sindaco almeno il tempo di sedersi sulla sua poltrona, non iniziamo a sparare sentenze dopo 5 secondi dal termine delle elezioni come se Fagioli a differenza dei comuni cittadini avesse una bacchetta magica con cui poter realizzare i sogni di tutti in tempo zero!

  4. Paleardi si è già venduto al nuovo Sindaco? Non me ne stupisco osservando le gesta nel tempo del soggetto in questione…

  5. manca l’acqua nel lura male, non penso pero’ mancherà’ in eterno i problemi di saronno oltre l’acqua del lura sono ben altri certo piu’ importanti per i cittadini, per questi vorrei vedere mobilitazioni di politici come per il torrente lura, ma si preferisce approfittare della esposizione mediatica per un problema vero ma non prioritario,,il quale tra l’altro se qualcuno non e’ improvvisamente impazzito si normalizzerà’ senza alcun dubbio.

  6. Prima la biciclettata per l’emergenza acqua nel Lura per “ìnvestigare” sulle cause, invece di rivolgersi al Consorzio. Poi, una volta che il Sindaco cerca di risolvere il problema, piovono le critiche. Non stupisce che gli sconfitti della sinistra vogliano denigrare il Sibdaco: fa parte del gioco, ma so vorrebbe che fossero critiche intelligenti. Ciò che stuipisce di più è la critica a Paleardi “già venduto al nuovo Sindaco” perchè ha fatto ciò che doveva fare. Evidentemete, secondo i commentatori, Paleardi avrebbe dovuto lasciar perdere e magari aumentare i problemi, ad esempio buttando diossina nel Lura, perchè l’amministrazione non è più di sinistra. Inoltre il Sindaco dovrebbe fare uina cernita dei problemi interessandosi solo dello spaccio? Mi sembra una visione delle proragative dellì’Amministrazione molto limitativa gravata da una profonda ignoranza della normativa.
    L’anonimo che scrive “Abbiamo carenza di acqua e la sprechiamo per salvare quattro pesci transgenici?” poi… Posto che la carenza di acqua (meglio scrivere d’acqua) non è certo un’emergenza per Saronno, ma parlare di pesci transgenici! Ma caro Anonimo, non sapevo che a Saronno ci fossero esperti dello studio del DNA ittico in grado di capire che sono transgenici solo leggendo degli articoli sulla stampa.

    • Lucano, ma lei è convinto che i commentatori siano della “sinistra sconfitta”? Su questa testata commenta un po chiunque e non sempre i commenti vanno nella direzione che lei vorrebbe, è il gioco che è così lo accetti!!
      Tra l’altro, ben tornato a lei ex rottamato ed ora redivivo. Il nuovo che avanza mi verrebbe da dire.

  7. Incredibili certi commenti, davvero incredibili. Non è che occuparsi di un problema escluda gli altri ma soprattutto un’amministrazione o comunque qualsiasi cittadino è giusto che si occupi di ogni problema. L’ambiente che ci circonda è fondamentale per la nostra stessa sopravvivenza. Il lungo lavoro che è stato fatto sul Lura sta dando i primi risultati, vista la presenza notevole di pesci, ma non solo e questa secca non certo occasionale (cioé dovuta solo a fattori naturali), è un gravissimo problema perché rischia di distruggere un ecosistema parzialmente recuperato dopo anni di distruzione costante. E voi commentate così? Capisco che a volte certe cose non si conoscano ma è un problema molto serio, di cui ovviamente Saronno è solo una parte.

    Per il resto dei problemi ovviamente si lavorerà, anche se torno a sottolineare, come ho sempre fatto, che in termini di sicurezza, è più una questione legata alle forze dell’ordine, alla loro presenza, al supporto che ricevono dai cittadini ma anche dalle autorità.

  8. Da saronnese posso dire che questo è un grande gesto invece, e ci da l idea della rapidità D azione di un sindaco non di sinistra finalmente!
    Per gli altri problemi (che ovviamente esistono) diamo tempo al tempo!

    Marco

Comments are closed.