polizia locale viale santuario (1)SARONNO – Maxi multa per un venditore abusivo: bloccato nel fine settimana dalla polizia locale l’uomo, un senegalese, è stato adesso chiamato a pagare una sanzione di 3000 euro. Una pattuglia lo ha notato nei pressi del Santuario della Beata vergine: cercava di smerciare ai passanti, lungo il pedonale viale Santuario, collanine e braccialetti, aveva anche qualche cintura. E’ stato fermato e, chiarito che non è in possesso di licenza, la mercanzia (di modesta qualità e valore) è stata sottoposta a sequestro e nei suoi confronti è scattata la pesante sanzione pecuniaria, anche se ben difficilmente in casi come questi l’interessato (che generalmente è nullatenente) si premura poi di saldare il dovuto.

Tramite le procedure di identificazione, è stato anche chiarito che l’immigrato africano si trova in Italia senza permesso di soggiorno, occupazione e fissa dimora: è stato segnalato alla questura per l’avvio delle pratiche per l’espulsione in quanto presente irregolarmente sul territorio nazionale.

(foto archivio)

29062015

11 Commenti

  1. Ah ah ah ah ah ah ah ah
    Clandestino, irregolare, senza fissa dimora, abusivo,
    Sarà sicuramente corso a pagarla, non abbiamo dubbi!!!

  2. Lo avete messo proprio in un mare di guai… Ah, ah, ah !!!!’
    Domani lo troveremo in stazione a spacciare, forse era meglio lasciargli fare l’abusivo…

    • Quali altre pratiche mette a disposizione la legge?
      Arresto?
      Impiccagione sulla pubblica piazza?
      Colpo di pistola alla nuca?
      Lapidazione?

  3. He He, se la paga entro cinque giorni ha lo sconto di 900 euro….
    ne paga solo 2100

    mi viene da ridere ma da ridere non c’è nulla…

  4. L’era Porro/Nigro è finita, fatevene una ragione. …
    Se siete così affezionati a vocumpra’ e similari portateli a casa vostra!
    Magari non pagherà la multa ma difficilmente gli rinnoverenno il permesso di soggiorno. …

    • beh…qualcuno mi mette di buon umore: ci sono ancora creduloni, che fa bene alla salute

  5. Ve la prendete con chi non ha nulla, con chi cerca di portare a casa da mangiare a suo figlio. Promuovono l’odio e vi vendono falsi rimedi, ti comprano facendoti credere che la colpa sia di chi sta peggio di te e intanto continuano a vivere sulle tue spalle, rubando legalmente i tuoi soldi e creando sempre più disagio. Restiamo umani, solidarietà al senegalese!

Comments are closed.