GERENZANO – Venerdì 24 luglio, dopo la recita del santo rosario nella chiesetta di San Giacomo che inizierà alle 20.30, partirà la processione che arriverà al Fontanile di San Giacomo: si rinnova il rito di benedizione del Fontanile.

processione fontanile (3)

“E’ un rito che affonda le sue radici nei tempi, gli anziani del paese narrano che all’interno della nicchia, in fondo alla vasca del Fontanile di San Giacomo, un tempo c’era una Madonna a sua protezione, una bella statua di piccole dimensioni, non superava i 20-25 centrimetri di altezza, svanita negli anni ’50 o ’60 – ricorda Bernardina Tavella, presidente della Pro loco gerenzanese – Nel 2002, dopo aver effettuato una ricerca per far rivivere la memoria storica ed il significato culturale, sociale e religioso del Fontanile di San Giacomo, la Pro loco, in collaborazione con l’Amministrazione comunale, il Club Subacqueo Atlantide, il Centro culturale San Pietro e Paolo e il corpo musicale Santa Cecilia, posero una statuetta della Madonna nella nicchia situata all’interno del Fontanile”.

Da allora, ogni anno, dopo la pulizia del fontanile (in questi ultimi anni anche i volontari dell’associazione Il Gelso si è unito a contribuire alla pulizia del Fontanile), nei primi anni, alla chiusura del mese Mariano, e da qualche anno a fine luglio, in occasione della festa di San Giacomo, dopo la recita del rosario nell’oratorio di San Giacomo, una processione si dirige al fontanile. Don Filippo Guarnerio benedice la Madonnina, il fontanile e le numerose persone presenti. Una testimonianza di fede, cultura e rispetto, che fa parte ormai della “tradizione storica” del nostro paese.

Quest’anno, come l’anno scorso, il coro parrocchiale accompagnerà l’evento con canti dedicati alla Madonna.

23072015