SARONNO – Una passeggiata per le vie del centro storico hanno ispirato una riflessione ed un appello a Luca Amadio, candidato alle ultime elezioni tra le file di Forza Italia.

Pubblichiamo il suo appello, che ha condiviso, oltre che con la nostra redazione, anche sul social network Facebook sulla sua pagina privata e nel gruppo “Saronno al voto” proprio con l’obiettivo di stimolare una discussione su questo tema
“4 Agosto ore 22:30 sono in Corso Italia per prendere un pó di fresco. La famiglia è già al mare e passeggiando con tutta calma mi accorgo di quanto sia degradato il nostro centro cittá. Mi accorgo di particolari che nella convulsa quotidianità possono sfuggire. E’ una vergogna che questa nuova giunta non puó assolutamente sottovalutare e tutti noi dovremo lavorare in modo tale che questo non avvenga più: scarsa illuminazione, scritte in ogni angolo, gran parte delle vetrine dei negozi buie, pattumiera per terra. È proprio una vergogna e credo che ci sia proprio tanto da lavorare.”

Ecco le immagini scattate e condivise da Amadio.

8 Commenti

  1. Va be’, un quartiere degradato mi pare sia altra cosa: alcune vetrine buie alle 11 di sera? La corrente elettrica costa e a quell’ora mi pare che non ci sia sta gran ressa di clienti per il corso.
    Pattumiera per terra? Mi pare sia nei sacchi, o negli appositi cestini, forse il giorno dopo c’era la raccolta, doveva volare questa spazzatura?
    Ora penso che si può sempre migliorare l’arredo urbano e la pulizia, ma da qui a stracciarsi le vesti…sembra una polemica fine a se stessa.

  2. Ma non era Fagioli che doveva risolvere la questione Siamo sempre al punto di partenza Ora i bluff elettorali vengono a galla

  3. Le vetrine buie sono all’insegna del risparmio economico ed energetico. Vuole pagare Amodio le bollette dei negozi?
    Nostra fortuna che non sia stato eletto!

  4. Gentile Sig. Amadio

    Fa bene, benissimo a segnalare ma…, se ne accorge solo adesso!?

    Il “comune cittadino” (senza titoli onorifici o nobiliari o di appartenenza ad alcun partito) va avanti a denunciare questa situazione da almeno 5 anni a questa parte e lo fa pure nella più ” convulsa frenesia quotidiana”.

    Noto con piacere che, nell’album fotografico, ha avuto modo di annoverare anche i nuovi armadi per la rete in fibra ottica: appena installati è già tutti (TUTTI!) imbrattati…

  5. Alcune foto sono oltre l’assurdo… degrado sarebbe un sacco della plastica appoggiato sopra il bidone? degrado sarebbe risparmiare sulla corrente delle vetrine DI NOTTE? mah….

  6. osservazioni giuste le Sue, ineccepibili, ma mi domando (già dalla precedente gestione comunale) perchè coloro che imbrattano che vandaluizzano la nostra (una volta) bella città non pagano mai? quando sappiamo benissimo che per il 90% si tratta di minorenni o quasi, tutti figli nostri!!!!!
    perchè è da qui che bisognerebbe partire.
    se io amministratore, so di per certo, che installando qualcosa di nuovo, ritinteggiando un muro, ripulendo un parco o una qualsiasi colonna in marmo, abbellendo con nuovi accessori le infrastrutture cittadine, dopo max 24 ore, qualcuno di questi passa e compie il suo gesto vandalico, cosa faccio? NON FACCIO.
    perchè sprecare tanti soldi inutilmente?
    è una teoria la mia, ma forse non è nenche troppo lontana dalla realtà …. se ci facessimo tutti un esame di coscienza avremmo certamente una città più carina e più vivibile perchè di fondo lo è, ma moooolto di fondo.

Comments are closed.