SARONNO – Corre, salta, si arrampica ed ha persino cercato di fermare, inseguendolo a piedi, uno scippatore che scappava in bicicletta: il riferimento va al 17enne Enigma che ha scelto la città degli amaretti come propria palestra di parkour.

Si tratta di una disciplina, nata in Francia negli anni Novanta, che consiste nell’eseguire un percorso, superando qualsiasi genere di ostacolo vi sia presente con la maggior efficienza di movimento possibile, adattando il proprio corpo all’ambiente, naturale o urbano, attraverso volteggi, salti, equilibrio, scalate o arrampicate.

“Esistono corsi a Milano e Varese – spiega Enigma un giovane 17enne che si allena in città – ma io sono un autodidatta. Ho scoperto questa disciplina sul web. Ho visto u video ne sono rimasto affascinato e mi sono subito appassionato”. Il ragazzo, noto nel settore con il nick che si è dato da solo, abita nel vicino comasco ma si allena spesso a Saronno.

“Sono molte le persone che quando mi vedono saltare sui muri, dai cornicioni o sulle scale si fermano a guardare. Qualcuno mi dice di stare attento a non farmi male qualcuno invece è incuriosito e quasi complice. Qualche giorno fa un anziano mi ha detto che lo faceva anche lui da giovane”. Non si tratta solo di forza fisica: “Io non pratico il parkour acrobatico ma quello che punta al movimento più efficace e più perfetto. C’è tanto esercizio ed allenamento ma anche tanta concentrazione per ottimizzare il movimento”.

Quella del parkour è una disciplina di nicchia a Saronno: “Al momento non siamo in molti a praticarla ma sarebbe bello poter trovare nuovi appassionati” conclude Enigma. Gli spazi che in città si prestano meglio per questa disciplina sono piazza Cavalieri di Vittorio Veneto, viale Santuario ed anche piazza dei Mercanti ed è proprio qui che potrete trovare il ragazzo allenarsi.