SARONNO – “Siamo per l’assoluta rispetto della proprietà privata, siamo contrari alle attività illegali che compiono gli attivisti dei centri sociali che con la scusa di recuperare aree abbandonate altro non fanno che incanalare a loro stessi proprietà altrui, ma devo dissentire dalle recenti esternazioni dell’ex sindaco e attuale capogruppo di Unione italiana, Pierluigi Gilli, e dai paragoni che Lara Comi fa tra gli occupanti delle ex case Aler e il Telos”. Lo dice Luciano Silighini Garagnani della lista civica “L’Italia che verrà”.

08102014 sgombero case aler matteotti (12)

Per Silighini “al Matteotti non si tratta di giovani balordi e drogati che occupano per fare discoteche, bar o cannatoi, si tratta di persone che hanno trovato stabili ancora utilizzabili lasciati in abbandono. La vergogna grossa sta nel perché non si sono ristrutturate quelle case invece che lasciarle cadere in disuso. L’emergenza abitativa è un problema enorme a Saronno e capisco che molti che vivono con redditi elevati spesso non ci fanno caso, ma le famiglie hanno fame, non hanno spesso casa, rifugio. L’occupazione non è la soluzione ma non paragoniamo disperati che vivono in strada ai balordi del Telos. Questi politici si facciano promotori di iniziative con le associazioni dei proprietari di case per fissare dei tetti sugli affitti, si recuperino stabili abbandonati anche con i fondi europei, ma soprattutto si scenda tra la gente non solo in campagna elettorale”.

(foto: recente sgombero in case Aler al quartiere Matteotti)

27082015

15 Commenti

  1. criticabile e opinabile in molti dei suoi atteggiamenti… ma quando ha ragione, ha ragione !

  2. Come farà l’ALER a ristrutturare quegli stabili se sono illegalmente occupati? La logica è logica…
    Piuttosto, è bene che ALER dia corso al più presto e senza ritardi alle opere previste, senza lasciare in abbandono le case da ristrutturare; ma queste devono essere vuote, sennò come si possono fare i lavori?
    Ma questo, evidentemente, è un interrogativo che il l’acuto critico nemmeno si è posto; diversamente da Lui, io non avrei la bacchetta magica….

    • La risposta di Gilli mette in evidenza un’ ovvietà’ non colta dall estensore dell’ articolo

    • Perché in tutti gli stabili di questo mondo le ristrutturazioni si fanno con gli inquilini dentro gli appartamenti ed al Matteotti No?
      Forse gli stabili sono pericolanti e quindi da abbattere per l’ennesima speculazione edilizia che aggiungerà piani e forse anche nuova occupazione di suolo?

  3. Come si fa a leggere queste fesserie. Che l ex Sindaco Gilli liquidi la cosa dicendo in maniera cosi’ semplicistica che le case non si possono ristrutturare se c’e’ gente dentro e’ quasi offensivo. Con questo metro di logica una volta assegnate nessuno le dovrebbe ristrutturare solo perche’? Ci vivono persone dentro?? Ed allora le restaurazioni che ha fatto Aler fino ad oggi spendendo fior di euro sono fantasia?? Gilli si informi ed in particolare e’ inutile cercare di difendere l’indifendibile…..sulle tempistiche riguardo l’assegnazione di alloggi la politica puo’ recitare un bel mea culpa, sicuramente quello che non dovrebbe fare e’ ”alzare il tappeto di casa per metterci sotto la polvere”…..le case in stato di abbandono non ci sono da oggi e la responsabilita’ di questo e’ sempre del mal funzionamento dell’apparato politico e di gestione.
    Francesco Maurizio Mulino

  4. GILLI si informi lei!!! Le case sono vuote da secoli e Aler le lascia marcire mentre la gente sta x strada!!!! Silighini gliele canta

    • Tanto vuote caro PaoloO/ Silighini che necessitano dell intervento delle forze dell’ ordine oltre che delle insistenti proteste dei vicini Certo è’ che da Genova e’ difficile essere informati ma facile parlare a vanvera

  5. Senza entrare nè nel merito politioco nè nel problema occupazione e ristrutturazione delle case Aler, che necessiterebbe uno spazio molto corposo e una disamina complessa, accusare l’ex Sindaco Avv. Gilli di essere disinformato è per lo meno degno di Zelig, in particolare quando le fonti dell’accusa provengono da chi non aveva neppure capito la semplice normativa della raccolta delle firme per la presentazione delle liste elettorali. Ora i Sigg. “informati” avranno un pretesto in più per farsi sentire “ad libitum”, anche perché non avranno altre risposte da parte mia, non avendo tempo da perdere in dibattiti senza senso né scopo pratico. Unica domanda per l’ultimo dei silighiniani Sig. Olcese: lo sa Lei quale sono i problemi delle case Aler del Matteotti, perchè sono state sgobrate a suo tempo (assegnando altri alloggi agli abitanti che non sono certo lasciatio per strada) e quali sono le necessità, i costi e i problemi per la ristruttrazione? Da quanto ha scritto, evidentemente no.
    Dario Lucano

    • …due cose mi chiedo.. la prima è..come mai queste case non vengono rase al suolo e non sigillate? vedere edifici fatiscenti in pieno Matteotti, diciamo che non aiuta a riqualificare il quartiere, seconda cosa, come mai nella Sua via, gli unici alberi tagliati alla base sono quelli davanti la Sua abitazione? gli unici pioppi malati in tutta la zona, erano PUTACASO solo quelli?

      SALUTI

    • Evidentemente l’illustre sig. Dario Lucano non ha spiegazioni da dare, non importa.

      Saluti e grazie

  6. saronno e’ tutta fatiscente, ormai.
    vedi aree dismesse per le quali nessuna giunta ha le palle per prendere una decisione.!e le lasciamo in mano a spacciatori, clandestini , e ratti similari.

  7. Un saluto a tutti, per quanto concerne il Tar la cosa sta andando avanti con i tempi dwl Tar Lombardia, ma curioso il comportamento della Terza sezione che ha esaminato i documenti e credetemi perche cio’ che dico e’ verita’ riscontrabile carte alla mano:prima la terza sezione wmette sentenza che stigmatizza l’oprrato dell’ex Sindaco Porro nei nostri confronti e nel contempo ci dice che il Problema ostativo alla nostra riammissione e’ il numero dei candidati non quello delle firme raccolte, cioe per le firme tutto ok ma secondo il Tar il numero dei candidati non basta. Noi presentiamo ricorso e dimostriamo che i candidati c’erano tutti ma che il segretario comunale non ha voluto raccogliere i documenti perche’ secondo lui ed altri della commissione non andavano bene omettendo il fatto che il certificatore cioe l ‘impiegato comunale che ha fatto le autentiche dichiara che autentica la firma di accettazione di candidatura del candidato e qui apro parentesi se le autentiche che noi abbiamo prodotto non sono accettazioni di candidatura come ha affermato la commissione allora perche’ la commissione o il Tar omettono di denunciare il certificatore per falso in atto pubblico?? E qui chiudiamo parentesi ed andiamo avanti….. , Abbiamo chiesto quale misura cautelare la sospensione delle elezioni ma il Tar ci risponde che ormai le schede elettorali erano stampate per cui niente sospensione, allora post elezipni chiediamo al Tar di entrare nel merito del nostro ricorso ed il Tar ci risponde cosa da non credere che ormai le elezioni si erano svolte….. , ma quando vanno in pensione questi magistrati?? Morale chiediamo che il Tar si esprima nel merito e l’udienza e fissata ma personalmente ho qualche perplessita’ sulla possibile risposta dei giudici… da notare: 1. Se il Tar Stigmatizza un comportamento della P.A. quando noi abbiamo fornito le prove che tale comportamento e stato continuativo non occasionale, se la legge prevedw che il Sindaco uscente deve agevolare le operazioni elettorali ed invece fa ostruzionismo conrinuativo cosa avrebbe dovuro fare il Tar tirare le orecchie al Sindaco come ha fatto oppure emettere un decreto per riequilibrare le cose? 2. Se la commissione elettorale ed il Tar non accettano le dichiarazioni di candidatura dei nostri candidati perche secondo loro non e chiara la volonta’ del candidato di accettare la candidatura mentre il certificatore comunale dichiara che sta autenticando l’accettazione di candidatura, sbaglio nel dire che ho quest’ultimo sta dichiarando il falso(cosa improponibile) oppure la commissione elettorale la sera prima potrebbe aver bevuto troppo? 3. Se la loro tesi e’ giusta commettono reato omettendo di denunciare il certificatore? 4. Abbiamo chiesto alla commissione di controllare tutte le date di autentica delle firme raccolte perche’ abbiamo il timore Silighini a parte che siano state autenticate tutte nel medesimo giorno cosa non possibile per una semplice questione di tempi, cio’ dimostrerebbe ripeto Silighini a parte che le ha raccolte in comune che gli altri potrebbero aver raccolto le firme in maniera irregolare? Credo visto che non ho notizie in merito che la commissione non abbia neanche preso in considerazione la nostra richiesta. Questo e’ quanto ora ci resta attendere l’udienza ma visto il trend credo che la democrazia e la tutela della legge siano andate in ferie insieme per un lungo periodo, forse ai caraibi…..
    Insomma tanta fatica per dare la possibilita’ di scegliere se votarci o no ai Saronnesi ma qualcun altro sembra aver deciso a prescindere per tutti. Mi spiace per i cittadini ma piu’ di cosi’…non abbiamo il potere di fare.
    Ps.
    per l’anonimo spiritoso la Lista non era del Mulino ma di un Partito politico che non ha nulla a che spartire con altri…. .
    Francesco Maurizio Mulino

Comments are closed.