CERIANO LAGHETTO – “Il nuovo assessore per la “staffetta” in Giunta? Potresti essere tu”. Inizia così il comunicato del Comune che lancia una iniziativa davvero inedita.”Servono pochi ma importanti requisiti ma soprattutto tanta voglia di impegnarsi per il proprio paese” si chiarisce.

dantecattaneo

Il sindaco Dante Cattaneo lancia l’operazione “Mettiamoci la faccia n. 4” e stavolta estende l’invito a tutte le cerianesi, per proporsi come sostituto dell’assessore uscente Emanuela Gelmini che, come concordato ad inizio mandato, si appresta a terminare l’esperienza in Giunta per continuare il proprio impegno in qualità di consigliere comunale, nonché di presidente della Consulta del Villaggio Brollo. La legge sulla “parità di genere” prevede che a prendere il suo posto sia sempre una donna, mentre l’idea di aprire candidature e selezioni a tutte le cittadine di Ceriano Laghetto risponde alla volontà dell’attuale Amministrazione comunale di confermare trasparenza e stimolare la partecipazione nella gestione della cosa pubblica.

Siamo lontani anni luce da chi è abituato a gestire il potere rinchiudendosi in stanze segrete. Lontani anche da logiche di lottizzazione partitica, di spartizioni di incarichi o di attaccamento alle poltrone. Per noi il Comune vuol essere davvero una stanza di vetro dove c’è sempre posto per chi vuole dare una mano impegnandosi in prima persona per il bene di tutti” spiega il sindaco Cattaneo. Dopo avere lanciato quattro anni fa la prima operazione “Mettiamoci la faccia” con il “tour” per i quartieri del paese nelle sere d’estate ad ascoltare e dare risposte ai cittadini, poi l’anno dopo con le cene in casa dei cittadini in cambio della pulizia dei piatti con “Ospita il sindaco”, quindi con la pulizia di strade e aiuole del paese al fianco dei volontari per l’iniziativa “Il Sindaco spazzino”, stavolta il sindaco cerianese invita a “metterci la faccia… insieme”. L’invito è rivolto a tutte le donne che intendono scendere in campo e vestire i panni di assessore mettendo a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità. Essendo quello di assessore un incarico politico fiduciario, conferito direttamente dal sindaco, il requisito minimo, evidentemente, è quello della piena condivisione del programma elettorale.”Poi valuteremo le diverse competenze e, soprattutto, la disponibilità di tempo, la voglia di impegnarsi, la conoscenza del territorio cerianese e delle sue realtà, attraverso dei colloqui nei quali sarò affiancato da altre persone di fiducia” aggiunge Cattaneo.

Per segnalare la propria disponibilità occorre compilare un modulo e consegnarlo in Comune entro il prossimo 10 settembre. Nei giorni a seguire, si svolgeranno sempre in Municipio i “casting” per l’individuazione del nuovo assessore a cui sarà conferito l’incarico. Ad affiancare il sindaco in qualità di “giurati” certamente ci saranno il già assessore alla Cultura, Arnaldo “Ciato” Piuri, l’attuale assessore Emanuela Gelmini ed il già vice sindaco Bruno Bellini, oltre ad altri eventuali membri “tecnici” e… ospiti a sorpresa.

26082015

5 Commenti

  1. qui è Carnevale…si individua un assessore con il casting. Ho perso tutte le parole, neppure il Berlusconi dei tempi migliori era arrivato a tanto. Qui è notte fonda, speriamo che presto venga l’alba

  2. Certo, nella seconda parte del mandato mette un cittadino a casaccio come assessore e poi ha la giustifica per le cose che non funzionano.
    Un furbettino!!

  3. Ottima scelta di percorso da parte del Sindaco di Ceriano: il ricorso alla società civile e non al solito giro della politica, come ha fatto il Sindaco Fagioli a Saronno con tre assessori di partito pescati da fuori Saronno e con competenze che la città ancora non conosce.
    Il Sindaco Cattaneo può poi sempre decidere di seguire la vecchia strada se le candidature non ci saranno ma almeno ha avuto il coraggio di sperimentare.
    Triplo casting invece a Saronno vista la decisione del Sindaco Fagioli di costituire lo Staff del Sindaco con tre persone, di fiducia, da lui scelte, e fuori dalla pianta organica, con un aggravio extra di 125.000€/anno sulla spesa corrente.
    Due amministrazioni Lega ma uomini diversi!

Comments are closed.