20150906_105437_1SARONNO – “La strada di Angela Merkel non è nulla di più e nulla di meno di quanto contenuto nel documento del Partito popolare europeo, Ppe, che abbiamo presentato ad aprile a Milano: l’Italia da sola non ce la fa e occorre necessariamente distinguere tra profughi e clandestini, oltre che prevedere le quote obbligatorie”.

Così l’europarlamentare di Forza Italia e vicepresidente del Ppe, la saronnese Lara Comi, parlando con LaPresse sul nuovo corso intrapreso dalla Germania sulle politiche dell’immigrazione. Prosegue Comi:”Juncker e il Parlamento europeo sono sempre andati avanti con questo progetto, ma a pesare è stato fino ad oggi l’egoismo di alcuni Stati membri: ben venga, quindi, che ora molti di questi Paesi abbiano cambiato idea”. All’esponente azzura non piace, invece, la linea del premier ungherese, Viktor Orban: “Un muro non fermerà questa invasione, è un concetto, anche psicologico, sbagliato nei confronti dei profughi”.

Anche in zona l’accoglienza dei profughi sta suscitando grande dibattito, come in occasione delle recentissime manifestazioni nelle vicine Lazzate e Tradate.

09092015

11 Commenti

  1. Bravaaaaaaaaaaaàa Laraaaaaaaa, portali a casa tua fintanto che è vuota perché sei a Bruxelles.

  2. Chiudere i rapporti con i paesi del golfo che sono straricchi se non accolgono i clandestini e profughi!
    Sono della loro cultura e religione!!!

    • sono le stesse proposte di FORZA ITALIA che fa parte del Ppe : brutta l’ignoranza eh Anonimo ?

      • non mi pare proprio che Forza Italia in Italia sia sulla posizione della Merkel, aggiungo fintanto che starà nel PPe e non verrà sbattuta fuori quando l’alleanza con la Lega diventerà ingombrante. Ammesso che Forza Italia esista ancora, cosa di cui molti da queste parti dubitano

  3. OK BENONE cosi’ anche noi ospiteremo solo Siriani e rispediremo a casa tutti gli altri come sta facendo la Merkel , che da una parte fa bella figura ospitando i “civili” siriani e dall’altra sta prendendo accordi per espellere tutti quelli provenienti dai balcani…
    bella notizia tra un po’ avremo in giro anche a saronno famiglie siriani con mogli e figli invece delle “risorse” del nord africa che bazzicano in stazione.

  4. vedremo a lazzate e tradate quanti siriani ci saranno, ma da quando poi i siriani sono di colore visto che qui stanno arrivando solo quelli? (si puo’ dire “di colore vero?” senza essere tacciati di razzismo in italia?)non si sa mai heee!

    • Li portano a Lazzate o Tradate, ma poi, la percentuale di delinquenti che c’é tra loro dove volete che venga a fare casino, a Saronno ovviamente!

Comments are closed.