SARONNO – Sui social network è stata la domanda dell’estate 2015, quasi un giallo cittadino che si è protratto per tutto il periodo estivo, “Che fine hanno fatto le panchine delle pensiline dei capolinea delle linee urbane di Saronno?” Il mistero è stato svelato ieri mattina quando gli operai comunali hanno posizionato gli arredi urbani visibilmente rinnovati.

Facciamo un passo indietro tornando al mese di giugno quando sui social ma anche in Municipio arrivarono le prime richieste di informazioni sull’assenza di alcuni panchine in centro. Il riferimento principale era a quelle delle pensiline del terminal delle linee urbane, usate da chi aspetta il bus ma a tarda sera anche da chi bivacca nella zona intorno allo scalo ferroviario.

Dall’amministrazione hanno spiegato che erano in corso alcuni interventi di manutenzione, ed effettivamente alcuni arredi sono “spariti e tornati” anche in corso Italia e via Mazzini. L’assenza di quelle davanti a piazza San Francesco continuava a far discutere tanto che una settimana fa il capogruppo Pd, Francesco Licata, si è fatto portavoce delle istanze dei residenti ed ha scritto una mail per chiedere come mai le panchine ancora non fossero tornate al loro posto, visto che la loro mancanza penalizzata gli utenti più anziani del trasporto pubblico.

Giovedì mattina con un paio d’ore di lavoro tutte le panchine sono tornate al loro posto.

11092015

11 Commenti

  1. oohhh… finalmente i nostri “cittadini extra-onorari” possono tornare a pascolare comodi!
    Fortuna che c’è il PD a Saronno con le sue tempestive richieste, altrimenti chissà come finirebbe conciata questa ridente cittadina amministrata con tanta cura negli ultimi 5 anni…

    • ..il biglietto da visita è l’incuria delle varie rotonde, in Viale Prealpi oramai c’è un bosco o un campo di grano, non l’ho capito…

    • Io sono cittadino saronnese che ho necessità di utilizzare le panchine, credo di non essere il solo: non le auguro di trovarsi nella mia condizione.
      Se Saronno non è una ridente cittadina, ma molto peggio è certamente colpa degli abitanti di Saronno.
      Negli ultimi anni la città è stata amministrata certamente con professionalità e tanta passione, forse molto di più di quanto meriterebbero una parte di abitanti, per lo più indifferenti.
      Grazie a chi ha contribuito a sistemarle. Credo che sia molto sciocco fare polemica su tutto.

    • Ora anche loro potranno rilassarsi, scrivere poesie, libri e dar vita a tanti dibattiti culturali e filosofici.

    • Le panchine servono a chi aspetta i mezzi, non è che bisogna eliminare i servizi perché magari mal utilizzati.

    • le panchine servono anche agli anziani che aspettano l’autobus durante il giorno. commento veramente sterile e puerile

      • peccato che non riescano ad utilizzarle praticamente mai.
        Vedi c’è chi in modo dotto e profondo commenta il “dovrebbe essere” o “potrebbe essere” e chi invece, in modo sterile e puerile, commenta la triste realtà (descritta anche da altri nei commenti sotto mi pare).

  2. e il nonno in biciletta contromano in quel punto? … pericoloso, poi la colpa è sempre degli automobilisti.

  3. il mio fondoschiena non lo posero’ mai su una panchina pubblica .. per me dovrebbero toglierle tutte!!
    Arrivera’ l’ inverno speriamo che sia ghiacciato il freddo sterilizza.

  4. quanto chiasso per niente… merito di Licata o semplicemente chi doveva fare manutenzione ha cazzeggiato un po’ infilandoci dentro anche un mesetto di ferie ?!?
    Cmq, tempo una settimana e sono da risistemare… il problema non è sotto la panca ma sopra la panca… la “capra” campa !!!

  5. ore 23.30 di venerdì 11. Una decina di extracomunitari bivaccano sulle panchine in questione, seduti sullo schienale coi piedi sulla seduta, bottiglie di birra, sputi e cartacce tutto intorno… testano la manutenzione effettuata e ringraziano per il ripristino della location.
    Cartolina di Saronno per chi vien da fuori ed esce dalla stazione!
    Domattina voglio trovare un solo anziano che aspettando il bus, troverà il coraggio di utilizzarle.

Comments are closed.