luciano silighini garagnaniSARONNO – “Pensare di sistemare alle Farfalle o al Seminario gli immigrati clandestini che erroneamente vengono chiamati in modo generico “profughi” è il manifesto tipico della sinistra filo straniera e anti italiana. Ogni giorno ricevo richieste di aiuto di cittadini italiani senza casa,costretti a vivere in monolocali scaldati da forni a legna e ancor altri che sono in fondo alle liste per le case popolari solo perché non hanno 12 figli come gli islamici che sono, guarda caso, i primi delle liste a scapito di Italiani che quelle case popolari le hanno costruite coi sudori dei nostri padri che l’Italia hanno fatto”.

Questa la presa di posizione di Luciano Silighini Garagnani della lista “L’Italia che verrà”, dopo la proposta di [email protected] di accogliere migranti a Saronno.

Se Saronno dovesse essere presa in considerazione come località ospitante questi clandestini, vedo come unica soluzione addurre un rifiuto categorico visto la già emergenza abitativa dei troppi saronnesi, ma se il menefreghismo governativo ci obbligasse a riceverli, vadano a stare ospiti nelle case dei militanti di [email protected], Pd, Socialisti e Vendoliani vari. Cosa c’è di meglio per questi stranieri che il calore di un militante di sinistra che tanto li ama?

Anche la Lega Nord ha opposto un netto rifiuto all’ipotesi di destinare il complesso abitativo dismesso delle Farfalle o il Seminario all’accoglienza; mentre Francesco Licata del Pd aveva invocato “buon senso”.

18092015

4 Commenti

  1. Leggo tra queste righe una grande conoscenza dei Vangeli ed un anima profondamente caritatevole dello scrivente .

  2. “…ogni giorno ricevo richieste di aiuto di cittadini italiani senza casa,costretti a vivere in monolocali scaldati da forni a legna e ancor altri che sono in fondo alle liste per le case popolari…”
    S. Francesco Garagnani

Comments are closed.