19042015 orti urbani videoSARONNO – Dopo la presenza accanto all’Uruguay lunedì 28 settembre Saronno tornerà in prima linea ad Expo grazie l’associazione di promozione sociale Semplice Terra che al teatro dello stand Slow Food sarà protagonista del convegno “Quando le reti sociali danno buoni frutti” per presentare le sinergie messe in campo nella città degli amaretti.

Semplice terra è un sodalizio, nato a Saronno nella primavera 2014, che ha come obiettivo quello di promuovere, tutelare e diffondere l’agricoltura agro-ecologica come modello di sviluppo per la sostenibilità, la sicurezza e la sovranità alimentare del territorio. Più in generale difende la sostenibilità ecologica, economica, socio-culturale in campo agricolo, agroalimentare, forestale, ambientale e la cura e tutela del verde e del paesaggio.

Entrando nello specifico Semplice terra a Saronno ha promosso la creazione di “orti urbani” e “orti sociali” in contesti cittadini, favorendo quindi, anche attraverso questo strumento, l’agricoltura urbana e periurbana.Il primo risultato concreto è stato la realizzazione dell’orto urbano Italia Nostra – Rsa Gianetti inaugurato a maggio 2015 e molto attivo grazie ai soci ortisti-artisti che stanno completando la raccolta della prima ricca stagione di coltivazioni e sperimentazioni orticole. Molto interessante è stata l’esperienza di collaborazione estiva con i giovani di “Giovani in campus” attività annuale organizzata da Informagiovani e Parco del Lura.
Il secondo passo è la bottega contadina a Cassina Ferrara (via Busnelli) che in questi giorni sta finalmente passando dalla progettazione alla realizzazione-allestimento grazie alla recente approvazione del piano e conseguente indispensabile finanziamento.
L’iniziativa mira anche all’occupazione giovanile di fasce deboli, obiettivo possibile grazie alla collaborazione con il Villaggio SOS di Saronno.Il terzo tema è la Cascina della Vigna e pertinenze del cui bando pubblico Semplice Terra è risultato vincitore con un proprio progetto e piano di gestione già da lungo tempo.
In Expo la prima realizzazione (gli orti urbani condivisi) è presentata in continuità dall’inizio della Fiera attraverso un filmato nello stand di Italia Nostra come uno dei modelli del loro progetto nazionale Orti urbani. Il video presenta alcune di queste eccellenze nazionali, tra cui Saronno.
Inoltre nel teatro dello stand di Slow Food lunedì 28 settembre dalle 15 alle 18 verranno presentati i 3 progetti, orto urbano Italia Nostra, bottega contadina, cascina Vigne-Paiosa e pertinenze, come modelli di collaborazione tra associazioni locali.
Infatti il titolo della comunicazione sarà “Quando le reti sociali danno buoni frutti” e presenterà come da una collaborazione organizzata tra associazioni (Semplice Terra) si possano sviluppare e realizzare progetti significativi per il territorio.

2 Commenti

  1. il progetto Paiosa bocciato perchè rispondeva a meno del 10% dei requisiti chiesti?

  2. Ma il negozio di prodotti a km zero che doveva aprire alla Cassina Ferrara che fine ha fatto?

Comments are closed.