franco casali tu@saronno (9)SARONNO – “Negli ultimi vent’anni l’Italia ha avuto ben poco dal punto di vista della cultura politica. Spettacolarizzazione, insulti, svuotamento dei contenuti hanno portato le persone ad allontanarsi dalla politica ovvero dalla cosa pubblica e a ridurre il dibattito, spesso, a pietosi scambi di slogan privi di contenuto, imitando i politici stessi. Per questo crediamo che sarebbero ben pochi i saronnesi disposti a manifestare pubblicamente in favore del ripristino dello spazio riservato ai gruppi consiliari sul periodico comunale Saronno Sette”.

Inizia così il comunicato stampa a firma di Franco Casali, consigliere comunale di [email protected] sulla dibattuta vicenda dell’informatore comunale dove in futuro non troveranno più posto gli interventi delle forze politiche.

Svuotare completamente dei commenti politici il settimanale comunale, compresa la voce dell’Amministrazione, è un errore che chi fa politica – credendoci – non dovrebbe commettere. Se la togliamo anche da qui, dagli strumenti che la politica stessa usa per dialogare con i cittadini, stiamo dando un’ennesimo colpo alla possibilità che in città si aprano dibattiti, si generi interesse attorno a certi temi, nasca una cultura politica.

[email protected] ha sempre usato lo spazio di Saronno Sette con attenzione, cercando di proporre settimana dopo settimana temi che riteneva fossero di pubblico interesse e stimolassero la discussione su questioni importanti, principalmente saronnesi. Perdere questo spazio sottrae qualcosa alla città, che perde così la possibilità di leggere, in maniera non filtrata dalla stampa, le opinioni dei rappresentanti che ha democraticamente eletto. Ci ripensi per cortesia sindaco Alessandro Fagioli.

22092015

12 Commenti

    • quoto. questi politicanti dovrebbero iniziare che il dialogo con i cittadini non è raccontare univocamente balle sui media

  1. Non penso che il sindaco ci ripensi, è molto difficile ritornare sui propri passi, anche se le decisioni prese sono sbagliate.

  2. Signor Casali non chieda a fagioli di ripensarci, ormai la decisione l’ha presa e non tornerà indietro, piuttosto mi chiedo ma come mai ha avuto questa “bella” iniziativa?
    Forse lo staff è già operativo e io non me ne sono accorta ?

  3. ci ripensi? e’ gia’ tanto se ha avuto questa pensata geniale dopo tre mesi! se dovesse ripensarci ne passerebbero altri tre… e la sicurezza quando farebbe parte dei suoi altissimi pensieri!
    dimettiti fagioli! se vuoi bene un minimo a saronno vai via! prima i saronnesi dicevi… ricordi? allora lascia il posto a qualcuno in grado di fare il sindaco

  4. Il Saronno Sette è stampato in 5000 copie.
    Si sa quante ne vanno al macero senza essere lette?
    Secondo me è uno spreco di risorse e basta: abolirlo del tutto!

Comments are closed.