consiglio comunale saronno 2015 (9)SARONNO – “Lo scadere dei 100 giorni dall’insediamento di un’amministrazione comunale è generalmente considerato il primo appuntamento utile per stilare un provvisorio bilancio dell’attività svolta. Non si tratta, ovviamente, di un arco temporale sufficiente per giudicare i risultati raccolti da questa Giunta. Si può però, incominciare a valutarne le prime decisioni politiche ed amministrative per cogliere la direzione di marcia che si vuole imprimere al Comune di Saronno nei prossimi 5 anni”

Inizia così la nota inviata da Saronno Bene comune, lista civica che ha partecipato all’ultima tornata elettorale che punto per punto analizza l’operato dell’Amministrazione comunale.

Sicurezza. Non è stata presa nessuna decisione degna di nota. Continuano le risse, i furti in appartamento, lo spaccio di droga, etc. I luoghi sensibili vivono gli stessi problemi di prima. Il controllo del territorio non è stato potenziato. L’unica misura introdotta ha riguardato la rimozione delle panchine presso la fermata degli autobus di corso Italia/piazza S. Francesco (poi reinstallate, vista la prevedibile inefficacia di quest’operazione nei confronti dello spaccio di stupefacenti che avviene nella zona). Nessuna nuova assunzione per potenziare la polizia locale.

Costi della politica e dell’Amministrazione Aumento del numero di componenti di giunta da 6 a 7. Assunzione, per il momento, di uno dei tre membri previsti nel famigerato staff del sindaco (nuove uscite per euro 77.000 solo per questa posizione). Il Sindaco ha infatti deciso, supportato unanimemente dalla sua Giunta, di istituire uno “staff” personale, organismo di cui nessuno dei primi cittadini precedentemente eletto aveva sentito la necessità. Sono previsti nuovi costi complessivi per la modica cifra di 125.000 euro annui. A capo di questo staff – come si è sempre saputo (potenza della trasparenza e della selezione per competenze) – è stato assunto dal sindaco l’ing. Claudio Ceriani, già direttore generale del comune di Tradate (Amministrazioni leghiste Galli-Candiani), già amministratore unico di Seprio Servizi, commissariata per lo sbilancio di svariati milioni di euro (nominato dalle amministrazioni leghiste di Tradate), già direttore generale della Provincia di Varese (Amministrazione Galli Lega Nord, di cui ha fatto parte il Sindaco Fagioli, nota per il buco di bilancio di decine di milioni di euro).

Nuovi servizi. Creazione di un servizio di autobus navetta gratuito tra il comune e lo stadio di Cesate per assistere alle partite casalinghe della nuova squadra di calcio cittadina. (Fagioli ha prontamente pagato il debito di riconoscenza agli ultras di estrema destra, tra i primi sostenitori del nuovo sindaco).

Occupazione “padana” degli incarichi amministrativi. Le energie della nuova amministrazione sono state dedicate alla spartizione delle spoglie della città tra i vincitori. Tutto secondo i crismi della legalità, ma distante anni luce dall’opportunità politica. Il fratello del Sindaco, Fagioli Raffaele, è stato eletto alla presidenza del consiglio comunale. Una carica di garanzia assegnata in famiglia. Alla Saronno Servizi sono stati nominati unicamente esponenti del Carroccio, tra i quali la moglie di un consigliere comunale di lungo corso e Giulio Centemero, già consigliere comunale leghista ad Arcore, già portaborse di Matteo Salvini a Bruxelles e attuale membro del “Comitato Amministrativo Federale” della Lega Nord.

Indirizzo politico. Preoccupante l’annuncio dal sindaco durante il primo consiglio comunale, secondo cui “i servizi che vengono erogati ai saronnesi debbono avere un costo uguale per tutti. Tutti i saronnesi sono già tassati in maniera progressiva sul reddito: siamo quindi contrari ad erogare servizi a prezzi differenti in base al reddito”. In poche parole, per pagare lo stipendio dello staff del Sindaco si alzeranno i costi dei servizi per i redditi più bassi”

E la nota si conclude tracciando un bilancio generale: “L’incapacità gestionale e politica del primo cittadino è evidente. La sua assenza pure. La Lega Nord provinciale ha commissariato il sindaco e Saronno con una giunta composta prevalentemente di non saronnesi, di fedeli alla Lega provinciale. Siamo di fronte a un coacervo di forze politiche pronte a far lievitare i costi dell’amministrazione cittadina dopo anni di rigore e sobrietà. C’è di che essere preoccupati per le finanze pubbliche cittadine. Sappiamo che molti cittadini sono increduli di fronte a quanto sta accadendo e cambierebbero volentieri voto se potessero tornare indietro. Noi siamo rispettosi del voto dei cittadini. Ma proprio ai cittadini, all’opinione pubblica chiediamo che facciano sentire forte il malessere e la delusione. Saronno non merita tutto questo. Cambiare in fretta prima che la situazione degeneri è possibile”.

23092015

47 Commenti

    • Bella risposta qualunquista!
      Loro già ci sono stati per 5 anni e non si venga a dire che hanno amministrato la nostra città peggio dei signori che ci sono ora. Tutto quello che è stato elencato corrisponde a verità… nulla da dire?
      Aggiungo un altro dato imbarazzante: Fagioli viene regolarmente invitato a tantissimi appuntamenti pubblici e lui, dopo aver confermato la presenza, non si presenta senza nemmeno avvisare. Questo la dice lunghissima su chi ci amministra.
      E siamo solo ai primi 100 giorni, ne mancano ancora 1700, più o meno… e se il buongiorno si vede dal mattino…

      • io posso dire che l’assessore allo sport è intervenuto subito alla prima segnalazione che ho fatto, sul degrado in cui è stato abbandonato il campo da basket in via leonardo da vinci dal PD.

      • Scusate ma il dirigente assunto dal precedente Sindaco con la stessa legge e assegnato ai servizi sociali cosa costava? Cosi’ tanto per dire

        • Il comune di Saronno si priva di un dirigente in un settore fondamentale (servizi sociali) per assumere uno staff del sindaco che a nulla serve, se non a creare cadreghini. Così, per dire.
          Porro aveva semplicemente sostituito un dirigente andato in pensione.

  1. Il bue che dice cornuto all’asino.
    Saronno bene comune: 375 voti = 2,35%
    Lega Nord: 3792 voti = 23,75%
    State forse sostenendo che 10 elettori sono co***oni ed 1 è illuminato dal verbo socialista?
    E’ la democrazia, o quel poco che ne rimane.
    Dopo 5 anni di meravigliosa amministrazione, con l’assessore plenipotenziario a disposizione del PSI (=SBC), progetti lungimiranti come il DAT, adesso vengono a pontificare e giudicare?
    Meditare per i propri errori e giudicare tra 5 anni, NO?

    • può darsi che sia proprio così….in effetti questi mi fanno dare ragione a chi ritiene il diritto di voto universale una sciocchezza

    • sa una cosa vanni… io capisco quello che dice, ma io mi sento un idiota ad aver dato fiducia alla lega! mi sono amaramente pentito… e lo ammetto.. perche’ ora non posso piu’ difendere l’indifendibile!

    • Caro Vanni chi ha votato il nuovo sindaco aveva la speranza che qualcosa cambiasse .Speranza delusa : di male in peggio .
      Quanto è nell’art corrisponde a verità

    • 3792 voti su 30605 rappresenta 12,39%.
      Poi la maggioranza governa, ma non significa che la maggioranza ha ragione; le decisioni dovrebbero essere prese anche ascoltando e rispettando tutte le forze politiche di maggioranza e minoranza. Alessandro Fagioli deve essere il sindaco di tutti i saronnesi!

    • #gigante parli di voti o di governo di una città : c’è un’enorme differenza .

      Il voto è stato un atto di fiducia del cittadino
      Governo della città :dimostrazione di una fiducia mal riposta

  2. In Sicilia ( si puo’ dire Sicilia?)
    dicono
    ..dio aiuta scecchi e picciriddi…
    Speriamo

  3. Non servono migliaia di voti per capire la scarsa consistenza di questo Sindaco. Assessore plenipotenziario a parte..

  4. il dramma è che neppure loro pensavano di vincere, altrimenti spero per il loro bene che avrebbero messo insieme una squadra meno scalcinata di questa: è come se volessi giocare in serie A con le capacità della Promozione, farei ridere. Mi viene il dubbio invece che questo sia il meglio che hanno 🙂

  5. Che tristezza leggere queste notizie piene di falsità.
    Sembrano i discorsi da bar di gente poco informata.
    Il problema è che è difficile sapere quale è la verità quando l’opposizione si permette di criticare falsamente solo per ideologia sui mezzi di informazione senza un minimo di pudore.
    Come siamo caduti in basso.

    • Le do pienamente ragione. Il comunicato è pieno di falsità, inesattezze e luoghi comuni che si possono ascoltare in Corso Italia.
      Intanto il PSI-SBC è sparito dalla scena politica, grazie o a causa delle proprie scelte politiche e/o incapacità amministrative DOPO cinque anni di lavoro.
      E oggi si permettono di giudicare, visto che tracciano UN BILANCIO GENERALE, l’operato di un sindaco e della sua amministrazione dopo 100 giorni (copresi nel mezzo 30 giorni di ferie ed uffici chiusi o a rango ridotto) durante i quali è noto che va capito il funzionamento degli uffici e la modalità operativa.
      Altrimenti, il partire a testa bassa in stile “so tutto io, faccio tutto io” provoca cortocircuiti ed il malcontento generalizzato che i dipendenti comunali hanno espresso prima e dopo le elezioni.
      Vero (ex)assessore coi baffi?

      • O si elencano e si smentiscono con i fatti le supposte “falsità”, o questi commenti sono fuffa.

        Cordialità

    • Che tristezza Anonimo, non saper riconoscer la verità che è nei fatti. Uno fra tanti: gli articoli dei capigruppo consiliari non saranno più pubblicati su “Saronno Sette” su decisione di Sindaco e Giunta. Censura?
      Ottimo metodo democratico, senza coraggio, ma non meno distruttivo di una tradizione di partecipazione di tutti, che risale a decenni e decenni fa, rispettato da ogni Amministrazione succedutasi e di ogni colore”

  6. Mi aggancio solo all’ ultima frase dell’ articolo
    cambiare in fretta prima che la stazione degeneri!

    mi sembra che PRIMA abbiamo fatto troppo tardi
    e la degenerazione si è consolidata,

    100 giorni per stravolgere 10 anni insulsi è troppo poco!

    se aveste fatto bene sareste al vostro posto!

    giusto il cambio!
    per mettere a posto lo schifo ci vorrebbe un secondo messia o una dittatura

  7. Questo Sindaco brilla per insussistenza. Bisogna pero’ ringraziare la vecchia giunta per questo se facevano meno danni la lega sarebbe rimasta ai 3000 voti che prende da 20 anni e ancora una volta da sola.
    Poi che il Sindaco stia riscuotendo delle cortesie anche da questa testata e’ un fatto incontestabile.

  8. Forse i Saronnesi non sono asini, hanno votato le idee della Lega.
    Peccato che il sindaco non le sta condividendo e applicando molto bene

    • Non ho votato un’idea ma un programma con la speranza che fosse mantenuto, pur con la perplessità di capacità amministrativa del candidato .

      Speranza vana; perplessità riconfermata

  9. Vedere la pagliuzza nell’occhio altrui, e non la trave nel proprio, è malcostume diffuso !!!

  10. se non vi fosse stata totale assenza di governo del territorio negli ultimi 5 anni questi signori non sarebbero al posto dove adesso sono. Chiaro che è stato un voto di svolta… però attenzione perchè poi a pagarne le spese è la cittadinanza e forse una più attenta analisi delle competenze e dei curriculum dei facente parte dello staff di Fagioli prima di votare ne avrebbe scaturito forse la perdita alle elezioni, fa pensare il fatto che alla Saronno servizi che gestisce in toto i servizi alla città si siano insediati a quanto si legge dei raccomandati… speriamo che la gestione sia di livello lasciando il timone neutro e facendo andare la ”nave” dritta per la rotta designata in precedenza, penso alla piscina e altro… senza dover per forza pretendere di intervenire in decisioni per le quali non si è all’altezza…insomma prendete lo stipendio e grazie..per la sicurezza è all’occhio di tutti che nulla è fatto.. quindi…essendo il primo tema di campagna elettorale….

  11. Vedo che il mio commento di ieri è stato eliminato dalla redazione: ovviamente la libertà di espressione quando si evidenziano le lacune delle cosiddette autorità non deve esistere. Evidentemente la verità
    disturba e non ci sono reali argomentazioni per controbattere quanto ho scritto.
    Cio non fa che riconfermare il livello infimo e lo squallore oltre che dei
    politicanti di cortile anche degli scrivani giornalisti .
    MAC

  12. >Forse i Saronnesi non sono asini, hanno votato le idee della Lega.
    Peccato che il sindaco non le sta condividendo e applicando molto bene<

    Idee? Cioè propaganda che promette l'impossibile tipo risolvere problemi complessi con soluzioni semplici ma inesistenti

  13. La nota di SBC riporta al paragrafo “indirizzo politico” un commento negativo sul discorso del sindaco durante il primo consiglio comunale.
    Guarda caso lo stesso argomento si trova nel programma amministrativo votato dai cittadini:
    “I servizi che vengono erogati ai Saronnesi debbono avere un costo uguale per tutti. Tutti i Saronnesi sono già tassati in maniera progressiva sul reddito: siamo quindi contrari ad erogare servizi a prezzi differenti in base al reddito; rivedremo quindi il diabolico meccanismo dell’ “ISEE”.
    http://fagiolisindaco.com/2015/05/02/programma-amministrativo-saronno-fagioli-sindaco/#more-261
    I CITTADINI HANNO VOTATO IL PROGRAMMA E LA PERSONA. SE NEI PRIMI 100 GIORNI FOSSE ATTUATO TUTTO IL PROGRAMMA SAREI profondamente PREOCCUPATO!

    • Giusto far pagare i servizi a tutti lo stesso prezzo poiché le tasse sono, giustamente, progressive ( reddito dichiarato). Il secondo motivo, per cui sono favorevole, è che esclusi gli incapienti il reddito medio dei saronnesi (agenzia entrate 2013) è mediamente di €1.300/1.400 chiaramente l’evasione dei saronnesi è molto ma molto elevata: gli evasori sarebbero ancora una volta favoriti.

      • facciamo così, paghiamo le tasse tutti uguali, facciamo 500 euro al mese indipendentemente dal reddito così colpiamo gli evasori…colleghiamo il cervello prima di dire sciocchezze. Ricordiamoci bene che quando fu pubblicato l’elenco dei redditi (e distribuito) ci fu la rivoluzione dei liberali della privacy. Ma per piacere…non hanno neppure il coraggio di dire che vogliono colpire i redditi più bassi che comprendono gli immigrati, guarda caso (e sarà così anche per altri servizi). Vedremo quando i genitori si troveranno davanti ai buoni mensa uguali per tutti cosa diranno

  14. “Non si tratta, ovviamente, di un arco temporale sufficiente per giudicare i risultati raccolti da questa Giunta.”

    • Un coLpo al cerchio e uno alla notte. Poter dire e non dire. La peggiore faccia della politica vecchia e stantia.
      Ne dico peste e corna, ma poi ritratto. Lancio il sasso e nascondo la mano.
      Se non fosse così palesemente un attacco di basso livello, non avrebbe riceuto tanti commenti. E sarebbe passato inosservato come la lista che ha preso 375 voti.

      • Anonimo un conto è prendere voti, un altro è guidare una città.
        Voti: ha giocato la cattiva amministrazione precedente ; i più si sono “turati il naso” percependo l’inconsistenza e hanno votato..

Comments are closed.