espulso giovanni serao fbc saronnoSARONNO – LAZZATE – Ecco le pagelle, firmate Giuseppe Anselmo, del match di Eccellenza tra Fbc saronno e Ardor Lazzate che si è giocato ieri al centro sportivo di via Laratta.

Balzaretti: sostituito a fine primo tempo, fino ad allora è stato fra i migliori. Non lascia passare un pallone. In continua crescita. voto 6,5

Abati: e’ il più offensivo della linea difensiva, crea grossi grattacapi sulla sua fascia. In fase di copertura, rispetto alle altre partite, ha mostrato più personalità, facendosi valere in più occasioni.. “Abate”! 6+

Aiello: buona la prima! Capisci che è l’uomo giusto, quando Serao, in un recupero, con molta tranquillità lascia fare a lui. i due lì dietro formano una diga importante per la categoria. Serao, imposta e tiene la posizione, Aiello si inserisce fra le linee spezzando le manovre degli avversari. 6,5

Martegani: contribuisce a tenere le linee dietro e, come sempre, non disdegna qualche affondo. Gioco pulito. 6

Serao: Una espulsione a metà secondo tempo, contestata (anche da mister Petrone), perchè tardiva di qualche minuto, e con lui a terra per un lieve infortunio subito successivamente. Fino ad allora, aveva guidato egregiamente la difesa. mezzo voto in meno, di rito, per l’espulsione. un ” + ” perchè rocambolesca. 6+

Scavo: procura 3 ammonizioni, non sta fermo un attimo, destra, sinistra, centro…c’è sempre. Anche in fase di recupero. Dopo l’ultima spenta prestazione, abbiamo visto un giocatore che nel terzetto lì davanti, può far male. Ritrovato. 6,5

Greco: Lui e balzaretti hanno debuttato assieme. Entrambi stanno migliorando di partita in partita. Se le prime, sembrava un po’ fuori luogo sulla fascia, eccetto che per un paio di buoni affondi, oggi era un pendolino senza sosta. Salta l’uomo, corre, crossa. Meriterebbe di più. il 7, al prossimo assist per un gol. 6,5.

Moro: subentra ad inizio secondo tempo. Deve trovare la forma (è arrivato in settimana). E’ un attaccante di ruolo e si vede, assolutamente si. Fa la differenza lì davanti, con Scavo e Hoxha (ma aggiungiamo anche il pendolino greco!) che finalmente trovano la loro posizione dietro la vera punta. Da lui, arrivano i guizzi più pericolosi, e si presenta conquistando un’ammonizione ed una punizione che batte lui. Con lui, la classifica forse sarebbe più dolce. Sarà l’uomo della provvidenza? 6+

Pisoni e Colaci: Sono fra i più giovani in campo, e gli viene richiesto tanto lavoro. Colaci spinge di più lateralmente, Pisoni copre centrocampo e attacco ed un paio di volte si rende pericoloso da fuori. Sono giovani, ma lottano fino alla fine, anche quando Colaci torna in difesa per l’espulsione di serao. 6+

Hoxha: Quando spalle all’uomo si libera e fa partire quel cross quasi dalla bandierina del corner, ti lascia sognare. Ha i numeri, e non potendo far valere il fisico negli scontri, fa valere la classe. Con la punta di ruolo nel centro del gioco, potrà dar sfogo alla sua visione di gioco. 6+

Sposito e Valsecchi: subentrano nel secondo tempo, infoltendo la squadra rimasta in 10. Valsecchi un po’ meglio dietro. Voto ad entrambi, 6.

Seitaj: In una partita dove perdi, non si possono ricevere voti superiori al 6,5. Seitaj, merita un 7+. Ok, prende un gol. Si, la squadra perde. Ma, almeno 7 parate sono provvidenziali, anche quando sei lì e dici “questo è gol”. Nelle uscite uno contro uno fa 2 miracoli. Su un fuorigioco scattato male, ipnotizza l’avversario, e sulla linea da 1 m, ne salva parecchie. E’ del ’96, ma gioca da veterano.

Per l’altra squadra, un buon collettivo, ed un giocatore di grande tecnica, Carrafiello (6,5). Crea più problemi lui che tutta la sua squadra, fosse più presente nel gioco, meriterebbe un 7. La punizione a giro nel primo tempo…prelibatezza.

Mister Petrone: Viene espulso (perchè? ancore ce lo si chiede). Lo si accusava di eccessivo difensivismo ma, in realtà, faceva rendere il massimo ai giocatori che ha. Gli hanno preso la punta (Moro), ed ha giocato più di quanto previsto. Sta trasmettendo alla squadra quella cattiveria che in questi campi serve (oggi, fra un buco e l’altro nel terreno, servivano i Gattuso). Finalmente, anche il gioco inizia anche ad arrivare. Non molla mai. Persona giusta al posto giusto. 6+

Voto alla partita: 6,5 Grande intesità di gioco, con buone occasioni da una parte e dall’altra. L’Ardor Lazzate è apparsa più pericolosa, ma ha trovato di fronte un monoblocco in difesa, ed un super Seitaj. Quando è entrato Moro, la pericolosità è arrivata più continua anche dal Saronno.

Il campo…ad ogni tentativo di passaggio rasoterra (buche e ceppi), o ad ogni azione sul fondo con i giocatori che si fermavano prima (muro di recinzione ad 1 m dai laterali), veniva da chiedersi: Perchè il Colombo Gianetti no? 5

Pubblico: ardor….e! oggi i protagonisti non sono stati solo i ragazzi del fronte, ma anche il “tifo in rosa” delle sostenitrici del Lazzate, che hanno animato non poco gli spalti. Qualche tensione, ma nessun espulso (almeno lì!) 7!

Qui il riassunto della partita, qui la diretta con il play by play

05102015

1 commento

  1. Il Colombo Gianetti no per due motivi:
    Primo – non è agibile. Ci possono stare sugli spalti massimo 100 persone e tra tifoseria amica ed ospite sono sicuramente di più.
    Secondo: viene già usato da Robur.
    Comunque, anche gli altri hanno giocato sullo stesso campo ed hanno vinto, quindi…..

Comments are closed.