CERIANO LAGHETTO – Piatti tipici accompagnati da vini di qualità, giochi d’un tempo, esposizioni, mercatini e uno spettacolo folcloristico. E’ il programma della prima edizione della “Festa dei cortili”, che si svolgerà domenica 18 ottobre, a partire dalle 12, promossa a Ceriano dall’Amministrazione comunale in collaborazione con numerose associazioni locali. L’evento si inserisce nel solco della salvaguardia della cultura locale che ad esempio, grazie alla collaborazione tra Amministrazione comunale, Circolo storico cerianese e Pro loco, ha portato alla realizzazione delle targhe con gli antichi nomi dialettali delle corti, firmate dall’artista cerianese Daniel Longoni.

sagra ceriano

Il programma prevede un percorso eno-gastronomico attraverso alcune delle corti più antiche di Ceriano, passeggiando per il centro storico. Si passerà attraverso quattro cortili, in ciascuno dei quali verrà servita una portata accompagnata da un vino adeguato. Si comincia con la tappa in “Cùrt del Gulpìn” in via Mazzini, per l’antipasto di salumi e formaggi tipici accompagnati da pinot bianco. Poi si raggiungerà la “Cùrt del Bonalùm”, sempre in via Mazzini, per gustare il primo piatto, risotto con zafferano e lugànega, accompagnato da vino Bonarda. Quindi si andrà in “Cùrt de la Stela”, in via Laghetto angolo via Cadorna, per il secondo piatto, brasato con polenta, accompagnato da vino Barbera.

Infine, il percorso si concluderà in “Cùrt de Pedroeu”, in via Cadorna, per una fetta di torta paesana, accompagnata da “vin de pom”. Il pranzo completo ha un costo di 15 euro (è previsto anche un menù bambini fino a 12 anni a 10 euro). Per la partecipazione al tour enogastronomico è preferibile la prenotazione telefonica al numero telefonico 0296661327 o tramite e-mail a [email protected] Nel corso del pomeriggio sarà possibile visitare i mercatini dei sapori e partecipare ad alcuni giochi tradizionali d’un tempo. Inoltre, nel pomeriggio, è in programma anche uno spettacolo di intrattenimento dal titolo “C’era una volta il cortile” con Ado Mauri. Per merenda castagne e vin brulè per tutti.”Per questo evento alla sua prima edizione, ho visto con piacere la collaborazione di diverse associazioni cerianesi, impegnate con molti volontari nel garantire la buona riuscita – commenta il sindaco Dante Cattaneo – Mi auguro che ci sia anche una bella risposta delle famiglie cerianesi, per un’iniziativa che punta a riscoprire e valorizzare sapori e tradizioni della nostra terra”.

17102015