SARONNO – E’ di sette arresti il bilancio dell’operazione “Train’s gang” messa a segno nelle scorse ore dai carabinieri della Compagnia di Desio: devono rispondere di rapina aggravata in concorso, porto abusivo di armi da taglio e lesioni personali, il tutto in relazione a rapine avvenute lungo la tratta Saronno-Seregno di Trenord ed alla stazione del Parco Groane a Ceriano Laghetto.

carabinieri stazione

Ai malviventi, si tratta di cinque marocchini e due italiani, fra essi una donna, sono stati per il momento contestati sette episodi criminosi, avvenuti fra febbraio ed aprile di quest’anno. Praticamente sempre uguale il copione, nel mirino giovani studenti che venivano avvicinati e derubati direttamente sul treno o appena scesi alla stazione cerianese. Chi provava ad apporsi le prendeva, in alcuni casi c’erano stati pugni e schiaffi, in altri casi minacce con coltelli o addirittura un machete; derubando le loro vittime del telefonino o dei pochi soldi che avevano nel portafogli. Fra i nordafricani fermati adesso dai militari dell’Arma anche un 17enne. L’inchiesta non si è conclusa, nei prossimi giorni potrebbero esserci ulteriori sviluppi a fronte di un vero e proprio giro di vite delle forze dell’ordine per quanto riguarda la sicurezza sui treni della Saronno-Seregno che, statistiche alla mano, era negli ultimi mesi diventata una delle tratte più “a rischio” della Lombardia. Al vaglio degli investigatori ci sono altre rapine, si sta cercando di capire se i responsabili siano stati sempre gli stessi, quelli ora assicurati alla giustizia.

A fronte di un intenso andirivieni di studenti, in generale provenienti dalla Brianza e diretti verso il polo scolastico saronnese, si era infatti registrato un progressivo incremento di furti e rapine, quasi sempre ad opera di maghrebini spesso dediti anche allo smercio di droga e che utilizzano il treno da Saronno per raggiungere i boschi del Parco Groane, luogo di spaccio delle sostanze stupefacenti.

A denunciare la situazione di crescente pericolo che si registrava sulla Saronno-Seregno era stato nei mesi scorsi e ripetutamente anche il sindaco di Ceriano, Dante Cattaneo, che aveva invocato l’intervento delle Esercito, chiedendo che fosse schierato direttamente sui treni e nelle stazioni della linea. Fra i giovani rapinati c’erano stati pure alcuni malcapitati saronnesi.

4 Commenti

  1. só ragazzi….non si vorrá rovinar loro la vita mettendoli – e tenendoli – in galera

Comments are closed.