carabinieri (1)SARONNO – Hanno notato una ragazza che camminava senza meta davanti alla stazione ed hanno riconosciuto in lei la minorenne che le forze dell’ordine dell’intera regione stavano cercando da più di 24 ore. E’ stata una pattuglia del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Saronno a ritrovare la 16enne che, uscita di casa venerdì mattina a Menaggio, non aveva dato più notizie di sè.

Le ricerche erano scattate nel pomeriggio quando i genitori non riuscendo a rintracciare la figlia, ne al telefonino ne da conoscenti, hanno dato l’allarme. Sono subito partite le ricerche dalle amiche e nei luoghi frequentati dalla giovanissima. Tra le varie aree di attenzione c’era anche la città degli amaretti perchè nel corso del pomeriggio la ragazza era entrata in Facebook localizzandosi a Saronno. C’è stato un confronto tra le forze dell’ordine e una dettagliata descrizione della ragazza con la sua foto è stata distribuita a tutti i militari presenti sul territorio.

Ed è stata proprio questo che ha permesso di rintracciarla intorno alle 2 di notte mentre camminava senza meta ed un po’ confusa nella zona della stazione. Riconoscendola i carabinieri l’hanno accompagnata in comando dove è stata raggiunta dalla madre che l’ha riportata a casa. Ancora tutte da chiarire le motivazioni dell’allontanamento ma non si esclude che possano essere legati a un incomprensione in famiglia.

19102015

2 Commenti

  1. Domenica pomeriggio ore 17:00 circa, decido di recarmi a Milano a far un giro per negozi, casualmente (mai successo) parcheggio in viale Rimembranze, da li, il primo ingresso per la stazione è quello posto di fronte al bar dove stazionano gli “spacciatori di droga”… si intendo proprio quel gruppo di marocchini, che crea sempre casini e scompigli in zona stazione, la “Crem della Crem di Saronno” e che spaccia droga in Stazione.

    Arrivo, ed è troppo presto, il tabellone dice che ho ben 20 minuti di attesa, abbasso lo sguardo e di fronte a me a pochi metri di distanza, seduta sul primo gradino del sottopasso, una ragazzina, giovanissima, vestita di nero, mi colpisce subito, perche mi guarda due secondi con i suoi occhioni un po’ spaesati e poi si nasconde armeggiando dietro al suo cellulare.

    Rimango incuriosito e penso… un po’ inusuale passare la domenica pomeriggio tutta sola soletta, sul gradino del sottopasso della stazione di Saronno e per di più a due passi da “sta gentaglia” poco raccomandabile, e per di più con sto clima non proprio ideale,
    Strano sia tutta sola…ma magari aspetta qualcuno (penso)
    Al che, prendo e vado a bere un buon caffè in torrefazione in attesa del mio treno.
    Nel ritorno verso la stazione, incrocio i marocchini che hanno un bel da fare in schiamazzi etc…e penso alla ragazzina sola, ed al pericolo che corre, arrivo al tabellone, ed è ancora li seduta per terra e tutta sola.

    Ragiono li per un secondo, ma poi penso :
    che potrei chiederle ?
    se ha bisogno di qualcosa ?
    che ci fà qua ?
    in effetti… a che titolo mi dovrei interessare ?
    è giorno ed è solo una ragazza seduta per terra, in un tardo pomeriggio di una domenica d’Autunno.

    Esito un po’, cerco di capire che intenzioni ha, se aspetta qualcuno, ma nulla, nulla mi fa pensare che sia in attesa di qualcuno, capisco solo che la mia presenza inizia ad essere ingiustificata.
    Comprendo solo che la ragazza li seduta non è a suo agio e deduco non sia della zona.

    Poi penso :
    però è anche vero il detto : “fatti i c… tuoi che campi 100 anni”. Non è mica d’altri tempi.

    Cosi scendo nel sottopassaggio verso il mio binario a prendere il mio treno, mi giro un’ultima volta per un’occhiatina veloce e me ne vado.

    Stamattina apro wordpress-426764-1358032.cloudwaysapps.com e leggendo quest’articolo mi è venuta in mente !!!

    Adesso ragionandoci : non ho la certezza sia lei al 100%, l’articolo parla di una ragazza 16 enne scappata di casa venerdi sera e rintracciata dai carabinieri per ben 24ore senza esito.
    Ad arrivare a domenica pomeriggio ore 17:00 ci vogliono ancora parecchie ore.

    Ma se fosse stata lei magari con due chiacchere ed un caffè avrei anticipato i tempi dei carabinieri ?

    Magari i genitori avrebbero tirato un sospiro di sollievo ore ed ore prima e se nel caso non fosse stata lei al massimo mi sarei preso un Vaff…nulla di grave o irreparabile.

    Questo mi ha dato da pensare.
    Viviamo in un mondo che va di corsa, troppo di corsa, dove a volte l’indifferenza la fà troppo da padrone !!!

Comments are closed.