05092014 cinema silvio pellico ecologico (7)SARONNO – Dopo aver festeggiato i 103 anni della sala il cinema Silvio Pellico presenta il tradizionale cineforum e si toglie qualche sassolino dalle scarpe.

“Un impegno culturale importante per la nostra sala – dice Vittorio Mastrorilli, gestore del Pellico da 6 anni – che affrontiamo con l’entusiasmo di appassionati. Dobbiamo tuttavia sottolineare che – per la prima volta dopo più di 30 anni – la rassegna prende il via nella silenziosa indifferenza della neoeletta Amministrazione Comunale che non ha ritenuto di proseguire nella ultradecennale collaborazione con questa e con altre iniziative culturali di Cinema Silvio Pellico come quella importantissima della programmazione per le scuole”.

Mastrorilli entra nello specifico e dalle sue parole traspare soprattutto amarezza: “Negli ultimi anni peraltro, con le note difficoltà economiche degli enti locali, la collaborazione si era già ridotta a un supporto operativo poco più che simbolico. Rispettiamo questa scelta anche se è di difficile comprensione per chi si occupa di cultura e socialità e non di politica: siamo convinti che il salto di qualità nella vita sociale di una città può essere anche sostenuto dall’attenzione al contesto cittadino ma è certamente determinato dal sostegno e dalla valorizzazione di iniziative che pongano al centro la cultura, lo sviluppo sociale e l’attenzione ai bisogni delle persone anche attraverso buone occasioni di incontro. E tutto molto semplicemente impegnandosi in ottica di sussidiarietà, cioè sostenendo con ogni strumento disponibile le iniziative private con questi requisiti che rispondono ai bisogni dei cittadini.
Proprio per questo proseguiamo serenamente nel nostro lavoro, consapevoli che è ben altro che “far vedere un film”, come la fiducia e l’affetto del nostro pubblico ci confermano, spingendoci in questo momento ad un impegno ancora maggiore per mantenere vivo quello spazio irrinunciabile di aggregazione e di cultura cinematografica rappresentato nella nostra città da Cinema Silvio Pellico.”

24102015

29 Commenti

  1. Tentate con una retrospettiva sull’istituto Luce.. Così il patrocinio non ve lo toglie nessuno 😀

  2. dovevano dare il patrocinio alle arti marziali, che aiutano di più di una inutile cultura 🙂

  3. Ci sono costosi staff del sindaco da pagare ora a Saronno. Per la Lega il teatro non è cultura. Il cinema non è cultura. C’è da chiedersi se nel vocabolario dei leghisti esista la parola cultura. Avanti così.

  4. Non vorrei che alla fine si arrivasse a rimpiangere Barin…e con questo ho detto tutto.

  5. parlano e si lamentano proprio quelli che durante la settimana di promozione degli spettacoli cinematografici hanno aderito all’iniziativa “vieni al cinema a 3 euro” e poi un giorno erano chiusi, un giorno hanno festeggiato il centenario ed un giorno hanno proiettato un film per bambini la sera alle 21.00 ……

    • Solo per precisare per amore di verità che nei 4 giorni di Cinemadays il Pellico è sempre riamsto aperto a differenza di altre sale e non c’erano film per bambini in programma !
      2 sere abbiamo aftto programmazione a 3 euro con 170 presenze , una sera festeggiato il centebario con un film documnetario in prima visione (lei sposterebbe la data del suo compleanno ??!?) e il giovedì una sera di opera già programmata da mesi ben prima dell’annuncio dei Cinemadays.
      L’aspettiamo al Cinema Silvio Pellico 7 giorni su 7 !

      • Bravissimo, bella risposta a chi le spara grosse e che non a caso si cela dietro John Wayne.

  6. Quindi il teatro non sta in piedi senza i soldi del comune, il cinema non sta in piedi senza l’aiuto del comune… a rigor di logica o chi gestisce queste attività non è in grado di farlo in regime di concorrenza ( e quindi è meglio che si faccia da parte), oppure la situazione sociale-economica è talmente mutata da renderli obsoleti

  7. ma cosa si può pretendere da questi aculturati. loro conoscono solo il verbo bosino di bossi

  8. Ve li siete votati? ed adesso ve li tenete 5 anni! Pensateci meglio la prossima volta..

  9. Sono completamente d’accordo giorno dopo giorno un voto in meno (compreso il mio ?) , non hanno fatto nulla di buono tutte le promesse pre – elettorali le hanno dimenticate, sono stati capaci solamente di ingaggiare lo staff che lavorerà per loro…complimenti fagioli…

  10. Gravissimo, vista la concessione del patrocinio a manifestazioni di dubbia opportunità…

  11. Peró almeno finanziano il pulmino per i supporters dell’FBC Saronno per andare gratis allo stadio di Cesate: non c’é che dire, una giunta attenta ai bisogni della gente e del suo assessore allo sport.

  12. Non vedo perché un attività privata che non è di primaria necessità debba essere finanziata dal comune.Dovete riuscire a stare in piedi con le vostre risorse, inventatevi qualche nuova iniziativa per attirare persone…non è la collettività che deve pagare sempre. Altrimenti non lamentiamoci delle troppe tasse. La cultura è importante, ma sta nella vostra bravura a riuscire a tenerla anche economicamente sostenibile e vi auguro di riuscirci…con le vostre forze.

    • Bel discorso. Da domani pretendo che il pulmino per andare a vedere le partite del Saronno sia a pagamento però, per coerenza.
      Il,cineforum del pellico è una di quelle iniziative che caratterizzano e danno vita alla nostra città da anni e il comune non si degna nemmeno di dargli il patrocinio (mentre ai destroidi di Wolf of the Ring per prendersi a pugni si?).
      Ma che città vogliono Fagioli & co?

    • concordo al 100%
      del resto in Italia, quali sono i produttori cinematografici che vengono sovvenzionati con contributi statali, se non quelli ideologicamente schierati dalla “solita parte” politica??

    • ..già per quello che si finanzia il pulmino e si patrocinano le arti marziali. Siamo peggio di quello che pensava Orwell, qui pensano di comandare gli asini.E a parte il patrocinio, non mi pare che il comune abbia speso soldi. Chissà poi perché questo ragionamento non valga per lo stadio, che non stando in piedi economicamente potrebbe essere raso al suolo (cosa che io avrei già fatto essendo una spesa che non ha alcuna giustifica culturale)

  13. Giusto per sapere, ma il patrocinio del comune, a parte le affissioni a tariffa ridotta, sbaglio o non costa nulla al comune? No perchè qui sembra che il comune regali soldi, mentre in realtà non dà nulla in questi termini. Mentre il cinema vorrebbe cosa? Un finanziamento, un aiuto organizzativo? … Non ho capito cosa un privato pretenda…

  14. Ma chi gestisce il Silvio Pellico ha chiesto il patrocino e il comune ha detto di no? O ha aspettato solo per strumentalizzare la cosa?

  15. Il patrocinio non ha nessun costo per il comune, a parte una riduzione nelle spese di affissione delle locandine. E si, il comune ha detto no

  16. Che zappata sui piedi Sindaco? E’ questo che le ha consigliato il suo costoso tutor? Potevamo tutti farne a meno forse, meno lei a quanto pare.

Comments are closed.