polizia locale notteSARONNO – Ha detto di essere algerino ma ha esibito dei documenti tedeschi e quando è stato fotosegnalato è risultato essere tunisino: è ancora decisamente confusa la  nazionalità del ventenne nordafricano fermato nel finesettimana nei pressi dello scalo ferroviario di piazza Cadorna.

Partiamo dalle certezza: nel corso del pomeriggio gli agenti della polizia locale hanno realizzato un controllo anti-droga in via Diaz. Si sono appostati e ben presto hanno notato uno straniero seduto sulla ringhiera del sottopassaggio. L’uomo parlava con i passanti, stringeva mani ma soprattutto era decisamente nervoso. Prima di avvicinare qualcuno, connazionali o passanti diretti in stazione, si guardava bene intorno, ovviamente per accertarsi che nessuno lo stesse osservando. In realtà aveva ben puntati su di lui gli occhi degli agenti che ben presto sono intervenuti. L’hanno perquisito trovandogli addosso diverse stecche di hashish. Complessivamente i vigili hanno rinvenuto, e quindi sequestrato, 29,5 grammi di hashish. Portato in comando l’uomo ha detto di essere algerino ed ha esibito dei documenti tedeschi che però non corrispondevano all’identità fornita.

Così sono iniziati i controlli della polizia locale che hanno fotosegnalato l’uomo scoprendo che in realtà era già stato fermato in diverse occasioni dalle forze dell’ordine e che era di nazionalità tunisina.

26102015

12 Commenti

  1. Quindi…. quando lo rispediamo in algeria, germania o tunisia? Scelga lui dove, ma a Saronno non ha ragione di stare!

  2. E adesso dov’è??! Sempre a piede libero! Le forze dell’ordine si impegnano a trovare questi delinquenti….e poi non vanno a finire dove dovrebbero: IN GALERA/A CASA LORO IN AFRICA

  3. che strano un altro tunisino… sembra che da quel paese vengan qua diretti a spacciare .Viva l’ immigrazione!! viva il PD che ci sta affossando e viva Bergoglio che sta portando la Chiesa allo scatafascio!!

  4. Abito in zona e assicuro che ogni SANTISSIMO giorno assisto a sti traffici … ripeto ogni santissimo giorno.
    La cosa rivoltante è che nemmeno si nascondono, tu li vedi loro sanno che vedi e ti ridono pure in faccia,
    A questo si aggiungono le mine risse tra spacciatori che durano 5 minuti gente che urla cose incomprensibili, sberle, spinte oggetti vari danneggiati e tutti scappano.
    Questo si chiama degrado ed è il quadretto quotidiano nella zona.

  5. Purtroppo credevo che la situazione in zona stazione fosse migliorata ma così non è. La sfacciataggine con cui agiscono questi spacciatori nordafricani dovrebbe essere un maggiore incentivo a sradicare questo malcostume…forza giunta datti da fare!

  6. purtroppo la polizia ha le mani legate poiche’ lo sanno tutti li prendono e poi li liberano .. le carceri sono piene, ormai stracolme e quanto costerebbe mantenerli li’ dentro? il governo preferisce non rimpatriarli ma esser liberi di far danni!tanto loro hanno la scorta e son blindati hanno l’ autista e non vanno con i mezzi pubblici…a loro che gli importa?

  7. beh, quantomeno leggere ogni giorno di controlli e segnalazioni effettuate è già tanta roba confronto al “nulla totale” degli ultimi 5 anni di giunta cattocomunista.

  8. Magari i controlli c’erano anche prima ma lo leggevi meno/ i giornalisti ne parlavano meno. Non ti basare su quello che leggi, ma su quello che vedi. Io vedo che la situazione in stazione è UGUALE a prima. Quindi Lega fai quello che hai promesso.

    • quali giornalisti?? a Saronno non ce ne sono…addirittura riprendono le notizie da Facebook!!!!

  9. basta basta basta…non si può andare avanti così.
    Sindaco, giunta, datevi da fare. Ogni sera vedo questa gente ridacchiare mentre fumo dal balcone e divertirsi, mentre io lavoro anche a casa.
    siamo nel pieno degrado…Sindaco intervieni! ho deciso di non andare più a lavoro con i mezzi pubblici. Solo macchina, anche se mi spiace inquinare.
    Saronno ai saronnesi…non ne possiamo più! 🙂 🙂 🙂

Comments are closed.