consiglio comunale caronno pertusella (2)CARONNO PERTUSELLA – Sabato 7 novembre alle 21, alla biblioteca comunale “Giuditta Pellegrino” di via Caposile, a conclusione del ciclo di eventi celebrativi del centenario della partecipazione dell’Italia alla Prima guerra mondiale, il Centro culturale “Eugenio Peri” presenterà il libro “La Grande guerra a Caronno Milanese”, realizzato con il patrocinio del Comune di Caronno Pertusella.

Frutto di una minuziosa ricerca, che ha impegnato non poco gli autori, nel libro i lettori troveranno documenti d’archivio, memorie familiari, fotografie e corrispondenza, messi a disposizione da numerosi e volonterosi cittadini che hanno visto i propri cari protagonisti della Grande guerra.”Il Comune ed il Centro vulturale “Peri” con questo libro non intendono certo celebrare l’evento terribile di una guerra costata milioni di morti in tutta Europa; al contrario intendono stimolare una profonda riflessione che aiuti tutti noi ad imparare dagli errori del passato per evitare, nel futuro, il ripetersi di queste tragiche quanto inutili guerre di conquista. Ci siamo lasciati alle spalle un secolo di violenza e di morte – viene rilevato dai responsabili dell’ente locale – Impegniamoci affinché l’Italia non sia costretta ad impugnare nuovamente le armi, soprattutto per sopraffare altri Popoli”.

Il libro analizza e spiega i sacrifici, le ansie, le speranze ed il tributo di sangue versato dai cittadini di Caronno Milanese, che già allora comprendeva Pertusella e Bariola, al tragico evento. Non solo vengono ricordati i combattenti ed i caduti; il libro racconta la vita quotidianamente vissuta sia dai soldati al fronte, sia dai loro familiari. Il libro ricostruisce il filo della nostra storia collettiva e familiare. Riporta alla memoria i nomi di persone a noi care, di amici e parenti che troviamo citati nei vari capitoli. Di un centinaio di loro si possono seguire le tracce che li hanno condotti verso un tragico destino. Il racconto è, inoltre, corredato da documenti e brani letterari che accompagnano il lettore in un percorso di condivisione dei sentimenti e dei drammi di quegli anni.

(foto archivio)

05112015