ps polizia postaleSARONNO – Indaga la polizia postale sull’episodio avvenuto lo scorso fine settimana quando il sito dell’istituto comprensivo scolastico “Leonardo da Vinci” è stato preso di mira da ignoti hacker, che lo hanno fatto scomparire sostituendo la home page con una immagine di un integralista islamico armato di coltello, e con la scritta in inglese di minaccia all’Italia ed agli italiani.

I responsabili scolastici si sono accorti molto presto dell’accaduto, hanno dato l’allarme informando i gestori del sito, che sono immediatamente intervenuti sotto il profilo tecnico ed hanno rimosso “l’immagine-shock” ed avviato tutte le pratiche e gli interventi per il ripristino del sito scolastico. Sull’episodio il riserbo delle forze dell’ordine è assoluto ma tutto fa pensare ad una “bravata”, seppur di pessimo gusto. L’inchiesta è comunque in fase di svolgimento, obiettivo degli agenti informatici è quello di risalire a chi abbia agito sul portale scolastiche riuscendo a carpirne le password d’accesso e quindi inserendo la “nuova” home page.

10112015

3 Commenti

  1. Importante dopo i fatti di Parigi trovare i colpevoli, altro che bravata, li abbiamo in casa anche a Saronno!

  2. Codice penale italiano Art. 658 – Procurato allarme presso l’Autorità –

    Chiunque, annunziando disastri, infortuni o pericoli inesistenti, suscita allarme presso l’autorità, o presso enti o persone che esercitano un pubblico servizio, è punito con l’arresto fino a sei mesi o con l’ammenda da euro 10 a euro 516.

Comments are closed.