14012015 fiaccolata per stareinsieme #jesuischarlie (28)SARONNO – La sezione cittadina di Fratelli di Italia – Alleanza Nazionale organizza una fiaccolata per ricordare le vittime di Parigi e per gridare “No al terrorismo”.

“Sono vittime anche nostre non solo francesi – spiegano gli organizzatori in una nota – perché questa forma di terrorismo non ha Paese ma attacca indistintamente tutto l’Occidente. E’ stata scelta questa forma per dichiarare la Nostra vicinanza alla Francia e per urlare la nostra non paura e per difendere la nostra Libertà che qualcuno vuole cercare di limitare creando il terrore. Vogliamo dire che non ci riusciranno, che resisteremo e lotteremo per la nostra democrazia e libertà”.

Da queste considerazioni l’appello ai saronnesi: “Invitiamo tutta la cittadinanza a partecipare alla fiaccolata che organizzeremo martedì 17 novembre alle 17.30. La partenza è fissata in piazza Libertà e l’arrivo a poche centinaia di metri, in piazza Volontari del Sangue. Un percorso breve che quindi può essere seguito e condiviso da tutti. Un evento per le vittime di Parigi e contro il terrorismo”.

(foto archivio – fiaccolata contro il terrorismo gennaio 2015)

16112015

20 Commenti

  1. Uno manifesta se e’ per la pace a prescindere. O la manifestazione e’ organizzata da tutti o miente. Fagioli ci sara’?

    • è una fiaccolata non una manifestazione.
      Esci dagli stereotipi sinistroidi, esiste un altro mondo.

  2. ma fate una fiaccolata per buttar fuori tutti gli stranieri irregolari dei quali “non si sa come campano”.

  3. Iniziativa condivisibilissima. Spero di tornare in tempo da Milano per poter partecipare !

  4. vediamo se i dispiaciuti del centro islamico si faran vedere.. questa potrebbe essere l’ occasione per far vedere a tutti che realmente vi dissociate dal terrorismo .. ovviamente con la partecipazione anche delle vostre DONNE

  5. Ma scherziamo?? Alle 17e30di martedi? Come dire “noi ci salviamo la faccia facendola, tanto non verra’ nessuno vista l’ora”
    E poi, visto che fate parte della maggioranza, perchr’ non organizzarne una con tutta la coalizione? Sempre piu’ deluso

  6. Anonima, sei proprio ……
    Comincia a partecipare tu, non guardare ciò che fanno gli altri, ci sono tante persone che ci hanno rimesso la vita, alcuni di noi hanno la morte nel cuore e tu fai questi commenti. Complimenti, meno male che non ti assomiglio

  7. Gentile redazione mi spiega perché usare foto di un fiaccolata organizzata da ANPI per un evento sicuramente diverso

  8. La tristezza è vedere un partito che specula su atti terroristici per visibilità.
    In Francia comitati spontanei senza che nessun colore politico risaltasse, si sono incontrati in vari punti della città con eventi silenziosi e senza colore politico.
    Chi ha voluto dare colore politico per un evento come questo meriterebbe la censura.

  9. Non diventerò Fratello d’Italia se apprezzerò l’iniziativa, foss’anche per ricordare insieme uno solo di quei giovani uccisi mentre cantavano, mangiavano, sorridevano, pensavano ai fatti loro. L’avrei apprezzata se lo avesse fatto il PD o chiunque altro che ancora potrebbe organizzare un momento comune. Se qualcuno fa o dice qualcosa di buono e giusto, chi sia quel qualcuno passa in secondo piano; questa per me è la regola. Se poi ci si perde nel giorno, nell’orario sacrificato, nelle parole di un comunicato, nelle aspettative di parte, nell’idiosincrasia verso i lumini significa che per qualcuno la morte di una sola di quelle persone, di tutte quelle persone, il dolore di questo mondo è meno importante delle solite menate.

  10. Ma a cosa serve una fiaccolata per un tratto di 100 metri alle 17,30 quando si sa che molte persone sono al lavoro o stanno per tornare…ma siate seri, a cosa serve accendere due lumini…agire con gesti concreti , posizioni serie, proposte…le candele accendetele in chiesa, e se organizzate una fiaccolata (che comunque non spaventa certamente gli islamici “cattivi” ) organizzatela per tutta la cittadinanza in questi casi ci vuole coesione, unione , tutti insieme a lottare contro chi ci vuole schiavi…

  11. Sign. Colombo, legittimo chiedere della foto…ma credo che nessuno si sia accorto a chi appartenesse. Visto che lei è stato uno degli organizzatori della campagna antifascista, vorrei cortesemente avere un suo parere e magari anche una condanna sull’imbrattamento della città. Bisogna far capire a quei “ragazzi” che può essere giusto protestare, ma senza rovinare i beni comuni. Grazie per la sua opinione e risposta.

  12. Peccato erano proprio in pochi. Sicuramente non per ricordare i giovani Parigini ma per farsi vedere loro..

Comments are closed.