SARONNO – Una fredda ma soleggiatissima mattinata di novembre è stata la cornice ideale per la piantumazione dell’albero degli autori saronnesi, posizionato oggi alle 10 in piazza De Gasperi. 

“Tutto è nato – spiega Guido Angeli uno degli autori – in modo spontaneo da un gruppo di cittadini che nel periodo primaverile si è ritrovato insieme per fare un po’ di cultura. Sono così nati i martedì delle letture che hanno dato modo ai saronnesi di ritrovarsi e scambiarsi esperienze. Da questi appuntamenti è nata l’idea di un albero dedicato agli autori saronnesi”. 

Un progetto che è stato concretizzato negli ultimi mesi con il contributo di diverse realtà dall’Ambasciata di Uzupis a Legambiente che ha fornito l’essenza “un pero selvatico che – come ha spiegato Paolo Sala – in primavera regalerà una bellissima fioritura” senza dimenticare il patrocinio dell’Amministrazione comunale. 

Stamattina la posa ufficiale della pianta guidata da Franco Turconi, esperto saronnese, alla presenza delle autorità l’assessore al Verde Gianpietro Guaglianone che ha ringraziato il gruppo per l’idea “che porterà un nuovo albero nel cuore di Saronno” e di quello alla Cultura Lucia Castelli che ha espresso l’auspicio che “l’iniziativa possa essere da stimolo la fioritura della poesia saronnesi”. Presenti anche i consiglieri Pescatori, Licata e Casali e tanti autori e cittadini saronnesi. 

In prima linea nella posa della pianta Turconi e Guaglianone mentre l’ambasciatore di Uzupis Gianpaolo Terrone ha posizionato l’ampolla con i pensieri dei saronnesi. 

Non è mancato un momento conviviale con torta e the caldo offerto dai volontari con l’aiuto di Legambiente che ha inserito l’iniziativa nel programma della “Festa dell’albero”. 

Un ottimo punto di partenza per un’iniziativa che si avvia ad una seconda edizione dopo che quest’anno, da maggio ad ottobre, ha saputo catalizzare l’attenzione di una trentina di saronnesi ad incontro con picchi anche di una cinquantina di partecipanti. 

2 Commenti

  1. L’ambasciata di uzupis hahahahahahahahahahahahahahaha quand’è che vi occuperete di notizie serie e non di folclore??

  2. Grazie mia cara Sara (Sara ? L’anonimato è sempre una brutta cosa, Sara o Minni o Biancaneve, sarebbe la stessa cosa) mi dai l’opportunità di illuminare te e ad altri non informati che il folklore è comunque una buona cosa. La Repubblica di Uzupis è riconosciuta come interlocutore privilegiato, non solo dall’Ambasciata d’Italia di Vilnius e dall’ICC (Istituto Italiano di Cultura), ma anche da alcuni Presidenti di Repubbliche Europee otre che dal Presidente Shimon Peres, dal Dalai Lama (per ben due volte in visita e cittadino onorario), dal Comitato Economico e Sociale Europeo (Unione Europea)ed infine (ultimo ma non ultimo) anche dalla precedente Amministrazione guidata dal Sig. Sindaco Luciano Porro. La Repubblica di Uzupis è qualcosa riservata a menti illuminate, ora che ne sei a conoscenza è tua facoltà aprire o meno la mente. Firmato: l’Ambasciatore Gian Paolo Terrone. P.S. Le scuse sono sempre ben accette perché indice di maturità.

Comments are closed.