20112015 fiaccolata attentati parigi (14) LicataSARONNO – “Un bell’esempio di civiltà, una piccola folla composta e silenziosa che testimonia una società unità e compatta senza distinzione di età, razza, sesso e confessione religiosa”. Inizia così la riflessione personale che il capogruppo del Pd Francesco Licata ha affidato al proprio profilo Facebook. Sulla vicenda degli attentati di Parigi il primo partito d’opposizione a Saronno ha scelto la strada del silenzio. A titolo personale però tutti i consiglieri, oltre a Licata, Nicola Gilardoni, Ilaria Pagani e Rosanna Leotta, alla fiaccolata organizzata venerdì pomeriggio dal comitato genitori della scuola Aldo Moro. E’ stato al termine del percorso, da piazza Santuario a piazza Libertà, che è arrivata la riflessione di Licata.

“In prima fila i bambini delle scuole che rappresentano il giusto modo per guardare al futuro con speranza e a seguire una Saronno che porta il giusto tributo alle vittime dell’orrore e dell’ignoranza terrorista. Una bella risposta a tanto inutile vociare, a cui ho assistito attonito in questi giorni, da parte di chi, troppi, si sentono sempre in diritto di parlare. Oggi più che mai il silenzio vale più di mille parole…un bel tacere non fu mai scritto. In bocca al lupo Saronno. ..‪#‎notinmyname‬”

23112015

10 Commenti

  1. Sign. Licata, anche io vorrei un mondo di pace dove tutti riescano a vivere pacificamente…lo penso perché sono nato e cresciuto in un paese dove esistono alcuni valori. Purtroppo chi viene qui ha un altra mentalità e non hanno i nostri stessi pensieri e lo stesso modo di vivere. Io credo che chi voglia venire qui perché apprezza e vuole integrarsi con il nostro modo di vivere deve venire qua ed essere aiutato a rimanere ed integrarsi…ma chi non ha questo obbiettivo e disprezza il nostro modo di vivere deve essere cacciato; è questo l’errore della sinistra, voler fare integrare e illudersi di poterlo fare, con chi non interessa integrarsi. Qui è il nodo da sciogliere. Coda ne pensa? Cordiali saluti

  2. indubbiamente un bel esempio di civiltà che personalmente condivido ma il diritto di parlare non è una esclusività del signor Licata. quindi ognuno si esprima come meglio crede e sia giudicato per ciò che dice ma altra cosa è considerare gli altri ” troppi che si sentono sempre in diritto di parlare “. anche questa volta c’è scappata la solita predica PD. dove c’è PD c’è la predica

    • Dai, ma non far polemica a tutti i costi!! Leggi quello che scrivono gli altri, ma leggilo bene!

  3. Non lo chieda a Licata che non è di sinistra…
    Chi sarebbero quelli che vengono qui e non si vogliono integrare ? Difficile stabilirlo se per tutti è stato creato il reato di clandestinità rendendoli tutti criminali a priori….

    • Eh si…se non sei di SEL o Rifondazione non sei di sinistra! ! Bravo Pancho, continua così. ..

      • Non è una tessera, ma i ragionamenti che si fanno, i valori che si hanno ? Quanta gente non vota più ed è di sinistra, quanti votano SEL o l’altra Europa o i 5stelle e sono di sinistra ? Tantissima…. Il PD è sicuro di essere di sinistra ? Quali politiche sta facendo di sinistra ? Nessuna. Licata ha maoi detto qualcosa di sinistra ?

        • Tantissimi, visti i risultati elettorali di SEL mi sembra un parolone…. Fare sterili polemiche a sinistra ci costringerà a sorbire questa insipida minestra (di fagioli verdi) per altri quattro anni…

          • Legga con attenzione… chi sta parlando di sel ? Apra la mente… Provi a dire cosa ha fatto il PD di sinistra da quando è al governo o cosa abbia detto Licata di sinistra…. Altro che polemiche sterili stiamo sui fatti.

          • Cara Jessica, dubito che Francesco Licata sia interessato alla sinistra di cui sembra farsi portavoce il sig. Pancho Villa visto l’astio che questi dimostrano verso di lui e la sua area. Oltre a ciò non penso che il pugno di voti che i sodali del sig.Pancho portano in dote possano essere anche solo lontanamente determinati per il risultato elettorale.
            Detto ciò mi sembra che in questo post si parli di una fiaccolata contro il terrorismo ed il signor Pancho è terribilmente fuori tema oltre che caparbiamente fazioso, cosa che può farci intendere chi è, nonostante si celi dietro uno pseudonimo…

Comments are closed.